BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Torino-Juventus (0-1): Top e Flop. Voti e tabellino della partita (Serie A, sesta giornata)

Torino

Due grandi parate su Giovinco e Vucinic, tiene in piedi la gara anche quando il Toro è costetto a rincorrere. Affidabile.

Preciso nell'intervenire al momento giusto, soffre la mobilità di Tevez e Giovinco ma commette pochi errori di marcatura. Esce all'intervallo probabilmente per infortunio.

(dal 45') MASIELLO 5: scierato sulla fascia sinistra dopo l'arretramento di Darmian a marcatore, spinge poco e concede spazi a Lichsteiner e Giovinco.

Molti errori di impostazione di cui uno poteva costare carissimo. Rischia troppo e tenetenna in fase difensiva.

Discreta prestazione nel primo tempo, cala vistosamente nel secondo concedendo troppo agli attacchi della Juve.

Buona partita nel primo tempo come esterno, male nella ripresa da marcatore. 

Perde molti palloni importanti a centrocampo favorendo le ripartenze degli avversari. Nella ripresa fa copo filtro e la Juve trova troppi spazi.

Molto falloso, nel primo tempo la sua aggressività è comunque efficacie perchè la Juve fatica a ragionare. Nella ripresa come Birghi sbaglia troppi palloni e la squadra fa fatica a girare.

(dall'86') FARNERUD. S.V.

Attivo nel primo tempo, apprezzabile il suo coraggio in alcuni fasi di gioco quando tenta di portare avanti la squadra palla al piede. Come i suoi compagni si perde nella ripresa.

(dal 67') MEGGIORINI 5: Ventura lo butta nella mischia sperando di ottenere più pericolosità ma lui tocca pochi palloni e non spaventa mai Buffon.

Con Cerci l'unico che si salva, concede spazi ad Asamoah ma è preciso nelle chiusure e salva in un paio di occasioni la porta granata. Bene a tratti anche in fase offensiva.

Senza di lui il Toro sarebbe pochissima cosa, si carica la sqaudra sulle spalle lottando contro tutti. La generosità a lungo andare diventa un punto di debolezza dei granata: poche azioni ragionate e molti palloni lunghi nella speranza che lui faccia qualcosa.

Giocatore non pervenuto per 90' più recuopero. Il Toro gioca praticamente con un uomo in meno. Zero incisività.

Bene l'assetto del primo tempo che mantiene con fatica la partita in equilibrio, male però nella ripresa: i suoi subito il gol non si riprendono più. Cerci se vuole può fare tutti i ruoli ma non è una prima punta, Immobile è un giocatore da recuperare, meglio farlo giocare nel suo ruolo naturale.

(Giorgio Davico)