BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Atalanta-Udinese (2-0): i top e i flop della partita (Serie A, sesta giornata)

Pagelle Atalanta-Udinese, i top e i flop: i voti con i protagonisti della partita giocata allo stadio Atleti Azzurri d'Italia. Seconda vittoria in campionato per gli orobici, male i friulani

German Denis, oggi una doppietta per lui (Infophoto) German Denis, oggi una doppietta per lui (Infophoto)

Atalanta-Udinese finisce 2-0: gli orobici tornano alla vittoria e lo fanno con merito, grazie a una doppietta dell'ex German Denis e mettendo a nudo tutta la pochezza di una squadra, quella friulana, che accusa enormi differenze nel rendimento tra partite in casa e in trasferta. Ancora una volta la formazione di Guidolin esce con le ossa rotte da una gara esterna, l'Atalanta sistema leggermente la sua classifica.  Segna due gol contro la sua ex squadra e dimostra che quando è in queste giornate vale i migliori bomber della Serie A. A Bergamo ha trovato la sua dimensione; ieri ha mostrato tutto il suo repertorio, rapina e fiuto del gol in occasione del vantaggio, tecnica e forza fisica per il raddoppio.  Il centrocampo dell'Udinese perde la lotta contro quello orobico, e il crollo della squadra parte dalle fasce: Basta certo non brilla di più, ma il brasiliano si fa sovrastare da Raimondi che gli va via come e quando vuole. Senza la propulsione esterna, l'Udinese diventa poca cosa.

L'Atalanta spezza finalmente il sortilegio e torna finalmente alla vittoria, battendo 2-0 l'Udinese con una doppietta di German Denis, ex di giornata. Gli orobici meritano decisamente i tre punti, arrivati grazie a una partita convincente nella quale sono riusciti a imporre la legge del fattore campo. La classifica non è ancora strepitosa, ma questa affermazione contribuisce a far ripartire la formazione di Colantuono, mentre l'Udinese non riesce proprio a cambiare marcia e soprattutto in trasferta continua a latitare. Una prestazione convincente, e infatti arriva la vittoria. Per gli orobici tre punti che valgono oro nella lunga corsa verso la salvezza, la qualità della rosa c'è e oggi è emersa. Non sempre sarà così, e allora meglio mettere subito punti in cascina. Ancora non ci siamo. Ormai conosciamo bene le partenze a rilento dei friulani, che preferiscono essere freschi in primavera quando bisogna tirare, e quindi concedono qualcosa a inizio stagione. Tuttavia Guidolin deve stare attento, perchè non sempre i miracoli possono riuscire e quest'anno sembra che là davanti possa esserci molta più bagarre degli anni scorsi. Molto bravo: d'accordo che passano almeno due minuti dall'assegnazione del rigore (sacrosanta, il fallo è netto) al cambio di idea, ma ha la personalità giusta per tornare sulla sua decisione. Si fida di Faverani e fa bene, ma al di là di questo fa capire che la collaborazione con gli assistenti ogni tanto può funzionare. La macchia è che non vede due rigori per l'Atalanta. 

Il tabellino ATALANTA-UDINESE 2-0 (primo tempo 1-0)

Consigli; Raimondi, Stendardo, Lucchini (79' Canini), Del Grosso; Carmona, Baselli, Cigarini; Moralez (86' Brienza), Denis (83' Livaja), Bonaventura. A disp.: Sportiello, Polito, Scaloni, Bellini, Brivio, Marilungo, Kone, De Luca, Nica, Gagliardini. All.: Colantuono

Kelava; Heurtaux, Danilo, Naldo; Basta (68' Lopez), Pereyra (81' Zielinski), Allan, Badu (65' Lazzari), G.Silva; Di Natale, Maicosuel. A disp.: Benussi, Scuffet, Bubnjic, Widmer, Douglas, Pinzi, Mlinar, Merkel, Fernandes, Ranegie. All.: Guidolin

Arbitro: Giacomelli

Ammoniti: Danilo, Badu, Gabriel Silva, Lazzari (U), Denis, Stendardo (A)