BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calciomercato Torino/ Voto 6 al mercato: il colpo è la conferma di Cerci, difesa debole (le pagelle dei granata)

I voti al calciomercato estivo del Torino: gran colpo la conferma di Alessio Cerci, i granata però non hanno rinforzato adeguatamente la difesa orfana di Ogbonna e hanno perso Pegolo

Alessio Cerci, grande conferma del Torino (Infophoto) Alessio Cerci, grande conferma del Torino (Infophoto)

CALCIOMERCATO TORINO - Una salvezza tranquilla, ma che si stava complicando nel finale, lo scorso anno; il Torino riparte da qui, con lo stesso allenatore - Giampiero Ventura - e non poche operazioni sul calciomercato, nel tentativo di rinforzare la rosa. Ci sarà un cambio di modulo, si giocherà presumibilmente in pianta stabile con la difesa a tre e in questo senso sono arrivati un paio di difensori centrali per aumentare l'organico. Buono il bilanco: realizzato un utile importante, passato anche attraverso un paio di cessioni dolorose ma necessarie per portare avanti il progetto.

DIFESA VOTO 6 - Pesa non poco la cessione di Angelo Ogbonna. Il giocatore non poteva più essere trattenuto e va bene, ma con i 13 milioni di euro incassati dalla Juventus si poteva forse trovare qualcosa di meglio, magari investire su un singolo giocatore di maggiore qualità. La scelta del Torino è invece stata diversa: preso Cesare Bovo, che si porta dietro qualche acciacco di troppo, e il giovane Nikola Maksimovic, in prestito dalla Stella Rossa. Il voto si potrebbe alzare se il serbo mantenesse le aspettative, per il momento giudizio sospeso. Emiliano Moretti e Giovanni Pasquale aumentano la pericolosità sulle fasce ma non sono al top, l'ex Genoa può giocare anche come centrale. Con la squalifica di Gillet serviva un portiere: è arrivato Daniele Padelli (oltre a Tommaso Berni) che faceva panchina a Udine, sul finale di mercato è sfumato Gianluca Pegolo che probabilmente sarebbe stata una soluzione di più sicuro affidamento.

CENTROCAMPO VOTO 5,5 - Ceduti Mario Alberto Santana e Valter Birsa, non sembra che gli acquisti di Matteo Brighi e Nicola Bellomo possano cambiare le carte in tavola: lo scorso anno in mediana il Torino ha sofferto non poco. Bellomo è un talento: ha stupito tutti in serie B, ma ora arriva la prova del nove al piano di sopra. Bene l'acquisizione di Alexander Farnerud, che può essere il centrocampista che fa fare il salto di qualità. Mettiamo a centrocampo anche Omar El Kaddouri: lo scorso anno con il Napoli non ha sfondato, adesso ha una seconda opportunità e per il momento Ventura sembra volergli dare fiducia. 

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELLE PAGELLE DEL CALCIOMERCATO 2013 DEL TORINO