BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Vuelta 2013/ Classifica generale dopo l'undicesima tappa: Nibali torna maglia rossa, vince Cancellara

Fabian Cancellara ha vinto l'undicesima tappa della Vuelta 2013, una cronometro di 38,8 km a Tarazona. Vincenzo Nibali torna maglia rossa: l'ordine d'arrivo e la classifica generale

Vincenzo Nibali in maglia rosa al Giro d'Italia Vincenzo Nibali in maglia rosa al Giro d'Italia

Due gare in una nella cronometro di oggi alla Vuelta 2013, un circuito di 38,8 km intorno a Tarazona. Il successo di tappa è andato allo svizzero Fabian Cancellara, che ha vinto con 37” di vantaggio il duello fra grandi specialisti con Tony Martin, il tedesco campione del Mondo in carica della prova contro il tempo, che si è dovuto accontentare del secondo posto. L'altro vincitore di giornata è Vincenzo Nibali, lo Squalo siciliano che ha chiuso al quarto posto di giornata ed è tornato al comando della classifica generale. Missione riuscita per il capitano della Astana, che così indossa nuovamente la maglia rossa che spetta al leader della Vuelta. Questo era l'obiettivo che Vincenzo aveva fissato nella giornata di ieri, nonostante la puntura di un'ape che aveva complicato l'allenamento sul percorso. Nibali ha guadagnato secondi su tutti gli altri uomini di classifica tranne che su un sorprendente Domenico Pozzovivo, lo scalatore lucano che ha colto un inatteso terzo posto a cronometro, costruito con una splendida prima parte in salita e resistendo poi benissimo nella parte finale, più adatta agli specialisti. Pozzovivo risale così dalla decima alla sesta posizione in classifica davanti a Ivan Basso, che oggi si è difeso dignitosamente. La cronometro è il punto debole del varesino, d'ora in poi potrà tornare ad essere protagonista in salita. Tornando invece a Nibali, la sua è stata una prestazione regolare in tutti i settori, che gli ha consentito di guadagnare 23” su un più che positivo Nicolas Roche (che ora è secondo in classifica a 33” dall'azzurro), 27” su uno sfortunato Alejandro Valverde, rimasto vittima di una foratura che gli ha fatto perdere secondi preziosi, e ben 1'29” sull'americano Chris Horner che ha perso così il comando della classifica. Comincia a farsi difficile invece la situazione di Joaquin Rodriguez, che ora si trova a due minuti e mezzo di ritardo da Nibali, in quinta posizione, e certamente dovrà inventarsi qualcosa a partire dalle tappe sui Pirenei che caratterizzeranno questo fine-settimana. (Mauro Mantegazza)