BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Italia-Belgio Under 21 (1-3): cronaca e tabellino della partita (qualificazione Europei)

Infophoto Infophoto

Non ha colpe sui 3 goal subiti. Ma anzi salva la sua squadra parecchie volte. Strepitoso nell’azione che ha portato a due sue parate, prima su Bruno e poi Carrasco.

Non gira molto bene per il difensore del Bari questa sera. Perde il duello con Carrasco in difesa e non riesce mai a incidere in fase offensiva.

DAL 30’ ST ZAPPACOSTA 6: Pochi minuti bastano per fare meglio del compagno sostituito e rendersi pericoloso con parecchi suoi cross dalla destra.

Non riesce a fare grandi cose contro le qualità degli avversari e commette un errore quasi fatale nel primo tempo che stava per regalare il vantaggio al Belgio. Da rivedere.

Capitano e colosso della difesa. Scongiura 2-3 goal e rimedia anche agli errori dei compagni. Fino all’ultimo non si arrende.Carismatico.

Nel primo tempo se la cava discretamente. Nella ripresa soffre la stanchezza e si fa saltare più volte da Bruno.

E’ il playmaker insieme a Battocchio di questa squadra. Nel primo tempo sforna parecchi palloni per i compagni aiutando in tutte e due le fasi la squadra. Nel secondo tempo non riesce più a trovare la sua posizione.

Sfreccia come i suoi compagni di reparto nel primo tempo. Forse troppo, visto che nel secondo appare stanco. Tutto sommato prova sufficiente.

Nel primo tempo mette in seria difficoltà tutta la retroguardia avversaria. Nel secondo è molto stanco e non riesce a fare grandi cose.

DAL 18' st LONGO 5.5: Spara altissimo l’occasione gigante che si era creato in area di rigore avversaria.

Autore del goal e playmaker della squadra. Per tutta la partita prova ad innescare i compagni, ma nella ripresa calca un po’.

Crea dei problemi a Vermjil sulla fascia sinistra, ma è troppo statico. Infatti è il primo ad uscire.

dal 9' st IMPROTA 6: Segue le indicazioni del mister e spazia per tutto il campo creando qualche scompiglio agli avversari.

Regge da solo l’attacco e si prende tante botte per il bene della squadra. Sfortunato. Non riesce ad andare in goal per due volte di pochissimo. Bella prova.

Brillante primo tempo della sua squadra, che cala però in maniera vertiginosa nella ripresa allungandosi troppo e lasciando il gioco in mano agli avversari. C’è da lavorare