BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Italia-Repubblica Ceca: sfida Candreva-Rosicky! Ecco le ultime novità (qualificazioni Mondiali 2014)

Alberto Gilardino contro la Repubblica Ceca (Infophoto) Alberto Gilardino contro la Repubblica Ceca (Infophoto)

 Per Michal Bilek e la Repubblica Ceca si tratta dell'ultima possibilità, o una delle ultime, per agguantare la qualificazione almeno attraverso i playoff. "La situazione è complicata, abbiamo bisogno di punti e dobbiamo prenderli in Italia. Affrontiamo una squadra forte ma vogliamo lottare e cercare di stare bene". Una battuta anche sulla possibilità di esonero che potrebbe scattare in caso di eliminazione:"Spesso sono stato sotto pressione e questa è una delle situazioni più difficili, ma resto positivo: spero di superare anche questa". Lo schema dovrebbe a buona ragione essere un 4-2-3-1: dipende dalla posizione degli esterni Husbauer e Jiracek, che inizialmente affiancano Rosicky sulla trequarti ma si possono abbassare fino a creare un centrocampo a 4 insieme a Plasil, neo acquisto del Catania e uno degli uomini più esperti del gruppo, e Vladimir Darida, che abbiamo visto con il Viktoria Plzen contro il Napoli in Europa League (da quest'anno gioca nel Friburgo). In difesa, l'esperienza della coppia centrale Sivok-Kadlec con la spinta dei terzini Gebre Selassie e Limbersky, più degli esterni alti che dei laterali di difesa. In porta, ovviamente Petr Cech; unica punta Libor Kozak, che la Lazio ha appena venduto all'Aston Villa.

 Elementi di qualità ai quali bisogna prestare attenzione ci sono anche in panchina. Ad esempio Lafata e Rabusic, che possono ampliare il potenziale offensivo della squadra e mettere in difficoltà le nostre linee, ma anche Kolar, Kusnir e Prochazka. Non sono nomi troppo conosciuti: c'è stato un ricambio generazionale che ha indebolito la nazionale, ma il calcio nella Repubblica Ceca è comunque in crescita e bisognerà fare attenzione.

 Bilek ha potuto lavorare con il gruppo al completo ma deve fare attenzione ai diffidati: le prossime partite potrebbero essere decisive (anzi lo saranno) e rischiano la squalifica Gebre Selassie, Limbersky, Sivok, Husbauer e Rosicky.