BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Serie A/ Video, Sassuolo Milan (4-3): gol, sintesi e highlights (19^ giornata)

Video Sassuolo-Milan 4-3, i gol, la sintesi e gli highlights della partita: al Mapei Stadium poker di Domenico Berardi. Non bastano i gol di Robinho, Balotelli e Montolivo

(Infophoto) (Infophoto)

La partita tra Sassuolo e Milan è terminata con il risultato di 4 a 3 a favore dei padroni di casa. L'analisi del match è molto difficile; il Milan magari non avrebbe meritato la sconfitta, ma ha pagato delle distrazioni difensive pazzesche che non sono tollerabili in Serie A. Il Sassuolo ha fatto una grande partita, si è difeso con i denti nel finale e non ha rubato nulla a nessuno. In questo senso i numeri sono dalla parte del Milan, che quindi paga la mancanza di precisione, di concentrazione e di cattiveria. I rossoneri hanno avuto un maggior possesso palla, del 58% contro il 42% del Sassuolo e hanno sfruttato questo possesso. Hanno infatti tirato 16 volte, ma solo sette di questi tiri sono giunti nello specchio della porta difesa da Pegolo; i padroni di casa hanno invece calciato dodici volte e otto di questi tiri sono giunti nello specchio della porta difesa da Abbiati. Da sottolineare è quindi il grande cinismo che i padroni di casa hanno avuto sotto rete, a differenza degli ospiti. Sulle palle inattive c'è stato un relativo equilibrio, con entrambe le squadre che hanno avuto 3 corner a testa. Il Milan è stato dunque abbastanza sfortunato, avendo anche colpito un palo e una traversa, ma gli uomini di Allegri non hanno avuto la giusta attenzione, cosa che invece ha avuto il Sassuolo che, di conseguenza, ha vinto nonostante partisse sfavorito sulla carta.

La partita tra Sassuolo e Milan è terminata con il risultato di 4 a 3 a favore dei padroni di casa. Nel primo tempo sono stati realizzati cinque gol. Il Milan è passato in vantaggio al 9' con Robinho: De Jong, con la collaborazione di Cristante, ha recuperato palla al limite dell'area di rigore avversaria e ha servito Robinho che, entrato in area, ha incrociato di sinistro battendo Pegolo in avversario. Il raddoppio è arrivato al 13' con Balotelli: Cristante ha sfondato sulla destra, è entrato in area e ha servito a rimorchio Balotelli che di destro ha calciato sul palo lontano non lasciando alcuna possibilità a Pegolo e portando così il Milan sul doppio vantaggio. Il Sassuolo ha però subito accorciato le distanze al 15': Berardi è stato servito in area da un filtrante di Kurtic, ha saltato Abbiati in uscita e ha appoggiato il pallone in rete, dimezzando così lo svantaggio. Il pareggio dei padroni di casa è arrivato al 28', sempre grazie a Berardi: in questo caso l'attaccante di proprietà della Juventus ha sfruttato una indecisione di Bonera e ha castigato Abbiati con un diagonale di sinistro che si è insaccato sul primo palo della porta difesa dal portiere rossonero. Al 41' il Sassuolo ha poi completato la rimonta, grazie alla tripletta del giovane attaccante: Berardi è stato servito in area da Longo e, di prima, dal centro dell'area ha insaccato sul secondo palo Abbiati, senza che il portiere del Milan potesse intervenire. Gli ultimi due gol sono arrivati nella ripresa. Il Sassuolo ha trovato il quarto gol in avvio di secondo tempo, al 47', sempre con Berardi che ha realizzato il suo poker personale: il giovanissimo attaccante è stato servito dalla destra da Kurtic in mezzo all'area e di prima ha calciato in porta; il suo tiro, deviato da Emanuelson, ha spiazzato Abbiati. La reazione del Milan è arrivata solo nel finale di partita, al 86', grazie a Montolivo: il centrocampista della nazionale ha preso palla al limite destro dell'area avversaria e ha lasciato partire un diagonale che si è infilato nell'angolino alla destra di Pegolo. Così il match tra Sassuolo e Milan è terminato sul risultato di 4 a 3 per i padroni di casa.

Di Francesco, allenatore del Sassuolo, ha commentato con soddisfazione e orgoglio la vittoria dei suoi giocatori contro il Milan: "I giocatori sono tutti importanti, Berardi è un giocatore sul quale ho puntato sin dall'anno scorso, credo abbia valori importanti, però questa squadra gioca sempre con manovre ariose, non ha mai dimenticato quanto fatto in quest'anno e mezzo. Possibile esonero? La società mi ha sempre detto che ero l'allenatore del Sassuolo, ho iniziato la settimana senza leggere giornali, mi sono impegnato solo con la squadra, cercando di compattare l'ambiente e credo di avere con me questa squadra, molti elementi della quale sono alla prima esperienza in Serie A. Secondo me se abbiamo questa classifica è perché abbiamo dimostrato di non avere grande continuità, che è quello che stiamo cercando di ottenere ora. È una squadra che può solo crescere e stiamo lavorando per questo; prendiamo molti gol, ma ci servirebbe un po' di fisicità in più, come dimostrato nel finale di gara, quando abbiamo sofferto molto anche sulle palle alte". Dall'altro lato, Allegri, a rischio esonero, ha commentato così la sconfitta clamorosa subita al Mapei Stadium: "La sconfitta di stasera brucia, nell'ultima gara abbiamo fatto molto bene contro l'Atalanta ed oggi non abbiamo replicato, se non nei 12 minuti iniziali. Abbiamo preso 3 gol uguali, a parte il quarto che è stato un po' fortuito, c'è stato un calo di attenzione dopo il vantaggio iniziale. La decisione sul futuro spetta alla società, io finché sarò alla guida del Milan farò del mio meglio, mi dispiace per la situazione attuale perché in campionato non siamo messi benissimo, per fortuna siamo ancora in gara in Coppa Italia e Champions League".

Clamoroso al Mapei Stadium: Sassuolo-Milan finisce sul risultato di 4-3. La partita resterà nella storia per il poker realizzato da Domenico Berardi, attaccante del Sassuolo classe 1994. Ai rossoneri non basta l'iniziale doppio vantaggio, firmato da Robinho e Balotelli, nè il gol della speranza finale firmato da Montolivo. In classifica il Sassuolo sale a quota 17 punti, abbandonando il terzultimo posto che ora è di Bologna e Chievo (16); il Milan invece resta a 22 punti, sempre più vicino alla zona retrocessione che alle zone alte. Nella prossima giornata, la prima del girone di ritorno, il Sassuolo riceverà il Torino mentre il Milan ospiterà il Verona.  Milan in vantaggio al 7': Cristante intercetta e De Jong recupera un pallone sulla trequarti del Sassuolo: l'olandese vede Robinho libero nel lato sinistro dell'area e lo serve puntualmente, il brasiliano scatta superando Ariaudo e batte Pegolo con un bel diagonale di sinistro Cristante intercetta un passaggio nella trequarti destra del Sassuolo: il giovane rossonero scatta in area e crossa all'indietro dove Balotelli da posizione centrale realizza, calciando di prima intenzione con l'interno destro  Il Sassuolo accorcia subito le distanze: grande intuizione di Kurtic che dalla trequarti stringe il passaggio in verticale per il taglio di Domenico Berardi che si inserisce verso sinistra e ha la freddezza necessaria per vedere con la coda dell'occhio Abbiati in uscita, aggirarlo con un tocco e infilare nella porta vuota. E' solo il primo gol del numero 25 neroverde… Ancora Berardi grande protagonista: il Sassuolo spinge a tutta e trova subito il pareggio. L'attaccante del '94 viene lanciato in area di rigore, cerca di liberare lo spazio per il tiro che però gli viene contrato; il pallone resta lì e assume un giro verso la porta rimbalzando a terra, Berardi è il più pronto nel girarsi con il sinistro anticipando la chiusura di Bonera, il pallone si infila sul primo palo beffando Abbiati che parte forse un po' in ritardo ma è sorpreso dal pallone E' Domenico Berardi show: il Milan è in palla totale dopo aver subito la rete del pareggio e concede anche il terzo gol. I centrali sono in ritardo sull'azione di Longhi che spinge sulla corsia sinistra e mette in mezzo un pallone a spiovere sul quale si avventa l'attaccante neroverde che con il piede destro infila Abbiati da distanza ravvicinata, anticipando anche Emanuelson che arriva tardi con la diagonale da destra Splendida azione del Sassuolo che in apertura di ripresa confeziona il 4-2: la avvia Berardi che serve Kurtic a sinistra e si butta nello spazio, poi è bravo a creare separazione con il difensore. Il centrocampista sloveno serve quindi a rimorchio il suo compagno di squadra, che impatta di prima intenzione con il sinistro e trova la deviazione decisiva di Bonera. Storico poker per Berardi: aveva già segnato una tripletta alla Sampdoria ma per lui questa serata resterà negli annali. Intanto, fanno 11 gol in campionato. Riccardo Montolivo riporta il Milan a contatto: ricevuta palla da De Jong all'altezza dei 25 metri, il centrocampista azzurro avanza spostandosi verso destra e prova il tiro rasoterra: il diagonale rasoterra attraversa tutta l'area e si infila nell'angolino alla destra di Abbiati.

Manca poco all'inizio di Sassuolo-Milan, partita valida per la diciannovesima giornata del campionato di Serie A. I rossoneri cercano di uscire da una situazione critica, in settimana hanno salutato ufficialmente i nuovi acquisti Keisuke Honda e Adil Rami e in maniera simbolica - e non solo - sperano che questo sia il rinnovamento che avanza anche dal punto di vista dei risultati. Non ci sono precedenti tra le due formazioni, perchè i neroverdi sono alla prima, storica stagione in Serie A; per presentare questo incontro allora diamo spazio al super tifoso rossonero Tiziano Crudeli: per lui lo scorso lunedi è stato un giorno a suo modo da ricordare e incorniciare. Lo attendevano tutti, lo attendevano da tempo, alla fine è arrivato: il primo gol di Milan-Atalanta 3-0 è stato siglato da Ricardo Kakà, e si è trattato del numero 100 con la maglia rossonera. Dal primo nel derby contro l'Inter al centesimo contro gli orobici: strano e curioso destino, sempre un avversario con la maglia nerazzurra. Crudeli, dagli studi di Diretta Stadio su 7 Gold, si è lasciato andare alla sua solita esultanza; replicandola poi, perchè Kakà ha fatto anche 101 e nel finale il giovane Bryan Cristante, che ha 13 anni in meno del brasiliano, ha iniziato forse una luminosa carriera trovando la prima rete in Serie A. Non c'è che dire: un buon auspicio per la partita di Reggio Emilia contro il Sassuolo. 

La diciannovesima giornata di serie A si avvia verso la chiusura con la partita tra Sassuolo e Milan. La gara del Mapei Stadium si giocherà alle 20.45 sotto la direzione dell’arbitro De Marco e dei guardalinee Barbirati e Marzaloni. La formazione di Eusebio Di Francesco si trova nell’occhio del ciclone  e in vista del match contro il Milan fatica a trovare uno spiraglio di luce per uscire dalla crisi. Il trend negativo dura ormai da quattro giornate in cui gli emiliani non sono riusciti a capitalizzare neanche un punto. In queste partite i nero verdi hanno subito 8 gol e non sono mai andati a rete: un bilancio da retrocessione  da smentire al più presto se si vuole evitare di ricadere in serie B. Il Sassuolo si trova terz’ultimo in campionato a quota 14 e guarda dall’alto verso il basso solamente Livorno e Catania. La sfida contro il Milan certamente non rappresenta la giusta occasione per portare a casa punti in chiave salvezza, i rossoneri arrivano da una preziosa vittoria contro l’Atalanta per 3-0 e inoltre l’intero ambiente sembra rinvigorito dall’arrivo di Keisuke Honda che darà manforte al settore offensivo sin dai primi minuti della gara di oggi. I rossoneri sembrano aver ritrovato lo smalto per risalire la vetta della graduatoria, i punti in classifica sono 22 ma c’è ancora molto da fare per spazzare i brutti ricordi che hanno caratterizzato questo avvio di stagione. La partita tra Sassuolo e Milan sarà trasmessa in tv alle ore su Sky Sport 1 HD, Sky SuperCalcio HD e Sky Calcio 1 HD (canale 201, 204 e 251 della piattaforma satellitare) con la telecronaca di Maurizio Compagnoni e il commento tecnico di Antonio Di Gennaro.  Marco Nosotti e Alessandro Alciato saranno gli inviati a bordocampo per le interviste ai giocatori e per dare le ultime notizie dalle panchine. Sassuolo-Milan sarà visibile anche su Mediaset Premium Calcio e Premium Calcio HD (canali 370 e 381); a tenervi compagnia ci sarà la telecronaca di Pierluigi Pardo, affiancato da Aldo Serena al commento tecnico; in collegamento dal rettangolo di gioco ci sarà Nando Sanvito per contributi e interviste. Inoltre ci sarà anche la telecronaca tifosa rossonera di Carlo Pellegatti, disponibile sul secondo flusso audio. Tutti gli abbonati Sky e Premium potranno usufruire dei servizi Sky Go e Premium Play per seguire l’incontro in mobilità su tablet, smartphone o pc, oltre che sul televisore di casa. Su Radio 1 Rai (FM 89.7) potrete seguire la telecronaca del posticipo a partire dalle ore 20.45. Anche tramite social network è possibile aggiornarsi. Andate sulle pagine ufficiali Facebook delle due squadre oppure su Twitter: digitate #SassuoloMilanoppure visitate gli account @legaseriea, @SassuoloUS e @acmilan.