BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Juventus-Sampdoria: i voti della partita (Serie A 20ma giornata)

Pubblicazione:sabato 18 gennaio 2014 - Ultimo aggiornamento:sabato 18 gennaio 2014, 23.39

Fernando Llorente con Carlos Tevez (Infophoto) Fernando Llorente con Carlos Tevez (Infophoto)

Pagelle Sampdoria

 

Da Costa 5,5: subisce 4 gol di cui 3 imparabili. Da rivedere l’uscita sul gol del vantaggio avversario. Prodigioso nel primo tempo su Tevez, tiene a galla i suoi per un’isperata remuntada.

 

De Silvestri 6: uno di quelli che decide di pressare più altro la juventus sulla sua fascia alleggerendo l’ulto con il tifone bianco-nero.

 

Gastaldello 6: Grinta da capitano per tutti i novanta minuti. Regge la difesa per tutti i novanta minuti ed incoraggia i suoi a continuare a giocare nonostante il risultato.

 

Regini 5: ingenuo sul rigore che (quasi) mette la parola fine alla partita. Lascia entrare Vidal con facilità e lo stende con un calcetto da dietro. Soffre come non mai gli inserimenti dei centrocampisti.

 

Mustafi 5,5: insieme a Regini sbaglia nel salire troppo con la linea del fuorigioco permettendo ai centrocampisti avversari di entrare facilmente per concludere.

 

Palombo 5: Subisce la fisicità di Llorente perdendo tutti i contrasti di testa. Anche nella fase di impostazione non è impeccabile. Siamo abituati ad un altro Palombo.

 

Obiang 6,5: il migliore della doria a centrocampo, l’unico che davvero in mezzo a quei fenomeni ci capisce qualcosa. Nel secondo gol c’è il suo zampino.

 

Bjarnason 4,5: il peggiore in campo questa sera. Finisce nella morsa dei tentacoli del polpo Poul e non ne riesce più a uscire. Sbaglia controlli banali e fa ripartire il contropiede Vidal. Cose da non fare…

 

Wszolek 6: il giocatori a disposizione di Sinisa più compatibile con la rapidità di Eder e la tecnica di Gabbiadini. Il polacco è forte fisicamente e altruista per i suoi compagni.

 

Eder 6: in stato di grazie nelle ultime dieci apparizioni si conferma funambolo per le difese avversario. Il ruolo da centravanti gli si addice soprattutto supportato da tre giocatori alle sue spalle.

 

 

(Francesco Ballerini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.