BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Roma-Livorno: i voti della partita (Serie A 20ma giornata)

Pagelle Roma-Livorno (serie A): i voti della partita e ai protagonisti del primo anticipo della ventesima giornata di campionato. All'Olimpico debutta Perotti, quasi un testa-coda

I tifosi della Roma all'Olimpico (Infophoto) I tifosi della Roma all'Olimpico (Infophoto)

PAGELLE ROMA-LIVORNO (SERIE A 2013-2014, 20^GORNATA): I VOTI DELLA PARTITA – Finisce 3-0 il primo anticipo della ventesima giornata di campionato. E’ stata una gara che non ha smentito i pronostici, il Livorno non è mai riuscita a entrare in una partita che è stata dominata dal primo all’ultimo minuto dai padroni di casa. Ljajic è stato il migliore in campo anche se è difficile pensare a giocatori della formazione giallorossa che non siano stati all’altezza di questa vittoria. Il bosniaco è stato l’autore del terzo gol e dell’assist della prima rete firmata da Mattia Destro. Nel primo tempo è stato Strootman a timbrare per il momentaneo 2-0, l’olandese è stato protagonista di un’ottima prestazione e ha contribuito in maniera determinante sia in fase di copertura che nella costruzione delle azioni offensive.
VOTO PARTITA 7: Una gara a senso unico finita 3-0 in cui la Roma avrebbe potuto segnare molti altri gol. Possiamo dire che è stato un match entusiasmante poiché la squadra di casa è riuscite a creare una quantità impressionante di occasioni da rete ma forse avremmo preferito vedere scendere in campo una squadra agguerrita anziché timorosa e riverente nei confronti della strapotenza dell’avversario.
VOTO ROMA 7: La squadra di Rudi Garcia parte in sordina, possesso palla nelle retrovie e poco movimento sulla trequarti. Bastano solo sette minuti ai giallorossi per prendere le misure e cominciare a seminare il panico nella metà campo avversaria: Destro mette a segno la prima rete e da quel momento parte il monologo della Roma. I tre centrocampisti si sono resi protagonisti di uno straordinario lavoro in fase ripartenza e di copertura, ma sarebbe un errore trascurare l’operato dell’intera squadra. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA ROMA
VOTO LIVORNO 4,5: Neanche il cambio sulla panchina è servito a dare una scossa ai giocatori, il sussulto d’orgoglio è apparsa cosa lontana. Certamente la Roma non rappresenta un avversario ideale col quale provare a recuperare morale ma la squadra di Perotti non è mai entrata in partita: troppe imprecisioni per le manovre offensive e scarsa incisività negli ultimi trenta metri. CLICCA QUI PER LE PAGELLE DEL LIVORNO
VOTO ARBITRO RUSSO 6,5 il direttore di gara è stato attento su ogni particolare di gara. All’inizio ci sono dubbi sul gol di Destro poiché Gervinho sembra oltrepassare la linea del fuorigioco, ma rivedendo le immagini ci si accorge che l’ivoriano è in posizione regolare: un episodio non facile da valutare. Questo è solo un esempio che può dare indicazioni sull’arbitraggio complessivo della gara.

PAGELLE ROMA-LIVORNO, I VOTI DEL PRIMO TEMPO - Il risultato a fine primo tempo della partita tra Roma e Livorno è 2-0, grazie alle reti messe a segno da Mattia Destro e Kevin Strootman. I padroni di casa iniziano la gara in sordina, possesso palla tra le retrovie e molti errori in fase di costruzione per le azioni offensive. Bastano pochi minuti però per smentire questo avvio di gara incerto: al 7' Ljajic arriva sul fondo e mette in mezzo, Gervinho non riesce a colpire a rete ma lì appostato, a un paio di metri da Bardi, c'è Destro che calcia deciso in gol. Da questo momento in poi, diventa una gara a senso unico, il Livorno non riesce a uscire palla al piede oltre la propria metà campo mentre la Roma continua a creare occasioni da gol. Prima al 26' Destro sfiora la doppietta e, quattro minuti più tardi, Gervinho viene imbeaccato in area da Pjanic ma Bardi si oppone. Alcuni secondi dopo è Pjanic a seminare il panico in mezzo a tre giocatori livornesi, trova la conclusione ma il portiere nega ancora una volta il raddoppio. Queste sono solo le prove per il raddoppio che arriva al 36': scambio Dodò-Strootman-Destro, l'attaccante calcia deciso ma centralmente, Bardi respinge, Strootman arriva in velocità con la porta sguarnita, si trova la palla sul piede e batte a rete. Fino a questo momento è la Roma che ha avuto le redini del gioco, il Livorno ha provato portarsi nella metà campo avversaria, l'uomo più pericoloso è stato il difensore Piccini che spesso ha cercato il duello con Dodò: questo la dice lunga sulla pericolosità degli attaccanti del Livorno.

VOTO ROMA 7

VOTO LIVORNO 5

MIGLIORE IN CAMPO: STROOTMAN (ROMA) 6,5

PEGGIORE IN CAMPO: BIAGIANTI (LIVORNO) 5