BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Basket Lega A: classifica, risultati delle partite e marcatori dopo la sedicesima giornata

Basket Lega  A 2013-2014, sedicesima giornata: risultati e classifica. Nella prima giornata del girone di ritorno vittorie per Cremona, Venezia, Pesaro, Milano e Pistoia

Foto InfophotoFoto Infophoto

Conclusi i posticipi della sedicesima giornata del campionato di basket, i risultati finali sono Pistoia-Cantù 82-77 e Milano-Brindisi 89-65. Al PalaCarrara partita intensissima soprattutto nel finale, quando Pistoia trova il primo pareggio a quota 69: l'ultimo canestro di Wanamaker giunge proprio pochi decimi prima della sirena, dopo che Galanda aveva sporcato il rimbalzo di Leunen dirottando la palla nelle mani del suo playmaker. All'overtime la Giorgio Tesi Group vince 13-8, tamponando le penetrazioni di Ragland e sigillando con un long-two si JaJuan Johnson. Grande entusiasmo per il pubblico di casa mentre la squadra può dedicare la vittoria a coach Paolo Moretti, che in settimana ha perso il papà. In classifica la neopromossa sale a quota 14 punti e mantiene l'ultima posizione a 8 lunghezze di distanza. Per Cantù stop quasi inaspettato, visto l'andamento della gara, ma primo posto mantenuto: al blocco dei 22 punti si sono aggiunte Roma e Milano per una vetta quadripartita. Per l'Olimpia successo molto più liscio contro Brindisi: i lombardi hanno subito inclinato il match verso la loro parte chiudendo il primo periodo avanti di 19 (32-13). Nel prosieguo Milano ha contenuto senza difficoltà la reazione dell'Enel portando a casa un'altra vittoria. Il campionato di basket torna nel prossimo week-end con le partite della diciassettesima giornata, la seconda del girone di ritorno: sono Brindisi-Roma, Cantù-Sassari, Siena-Reggio Emilia, Montegranaro-Venezia, Virtus Bologna-Cremona, Caserta-Pesaro, Avellino-Pistoia e Varese-Milano, che sarà il posticipo di lunedì 27 gennaio.

In attesa dei posticipi della sedicesima giornata questi i risultati finali delle partite iniziate alle ore 18:15: Cremona-Siena 72-68, Venezia-Caserta 73-60, Pesaro-Avellino 88-82, Sassari-Bologna 90-87. Da segnalare in particolare la prestazione di Oderah Anosike, centro della Vuelle Pesaro che torna alla vittoria ma resta ultima: per lui oltre a 18 punti anche 22 rimbalzi, record personale e stagionale che lo conferma come il leader assoluto della statistica. Peccato per i marchigiani che Cremona regali ai suoi tifosi un exploit, battendo Siena al termine di un confronto molto tirato. Minimo scarto anche per Sassari che riesce a mantenere il fattore campo, contro una Virtus Bologna mai doma nonostante un paio di fasi di distacco. Più netto il successo di Venezia contro Caserta. Ora si accende anche la corsa salvezza, con Pesaro (6) che sale a meno due punti da Montegranaro (8) mentre Cremona tocca la doppia cifra a quota 10, e in attesa del posticipo di Pistoia dove la Giorgio Tesi Group (12 punti) riceve Cantù, capolista assieme a Brindisi.

Torna in campo la Lega A di basket, inaugurando il suo girone di ritorno: prima giornata dunque, che è la sedicesima in totale. Aperta questa volta da due anticipi, entrambi giocati ieri alle 20,30: Acea Roma-Sutor Montegranaro è terminata 88-70 mentre Grissin Bon Reggio Emilia-Cimberio Varese è finita 73-80 (prima sconfitta casalinga per gli emiliani). Oggi si parte come sempre alle 18,15: in programma Cremona-Siena, Pesaro-Avellino, Venezia-Caserta e Sassari-Bologna. Alle 20,30 si chiude la giornata con due posticipi: Pistoia-Cantù e Olimpia Milano-Brindisi. Definito il tabellone delle Final Eight di Coppa Italia, ora parte ufficialmente la corsa ai playoff: con l'acquisto di Daniel Hackett Milano non si può più nascondere dietro agli alibi, la attendiamo in testa al campionato molto presto e in ogni caso protagonista ai playoff. E' la favorita d'obbligo, ma per il momento squadre come la Enel (occhio allo scontro diretto) e Cantù danno filo da torcere. A proposito dei brianzoli, la società si sta appellando ai tifosi per scongiurare il rischio di sparizione a fine stagione, ma sul campo la squadra vola grazie a un coach come Stefano Sacripanti e all'impiego massiccio degli italiani (prima squadra per minuti concessi ai giocatori di casa nostra). Discorso inverso per la Montepaschi, le cui difficoltà legate allo sponsor stanno iniziando a farsi sentire: partito Daniel Hackett dopo la cessione estiva di David Moss, uno straordinario Marco Crespi sta tenendo in linea di galleggiamento la squadra, ma la sensazione è che non durerà. Lottano per un posto ai playoff Venezia, Avellino, Caserta e una Bologna in caduta libera dopo l'ottimo avvio; per la salvezza ci sono Cremona, Pesaro e Montegranaro. La prima si è rinforzata sul mercato e i frutti si vedono, la seconda galleggia ma perlomeno garantisce bilancio e pagamento degli stipendi. Non così nelle Marche, dove Charlie Recalcati si è sfogato per una situazione ingestibile e la Sutor rischia di sparire come era successo a Fabriano.