BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Chievo-Parma (1-2): voti e tabellino (Serie A, 20^ giornata)

Foto Infophoto Foto Infophoto

Poco impegnato, quando suonano alla sua porta risponde presente. 

Sembra vivere una seconda giovinezza: ormai è totalmente calato nella realtà di questa squadra e ne è uno dei punti di forza.

La sua assenza si era fatta sentire. Non perde mai la calma, ragiona sempre e compie almeno due ottimi interventi.

Spesso impacciato e lento, si riscatta del tutto andando a timbrare, ancora una volta, un gol decisivo. Questa volta vale tre punti: si sta riscoprendo goleador.

Un passo indietro rispetto a certe prestazioni convincenti. Stranamente timido, è anche poco preciso quando la deve mettere in mezzo.

Corsa e fiato non mancano mai quando gioca lui, ogni tanto sbaglia qualche appoggio ma contribuisce a fare legna.

Qualcosa meno del suo compagno di reparto, stavolta non riesce a dare molta lucidità.

Si divora un gol che sembrava onestamente fatto calciando sul palo esterno; sembra poi condizionato, perchè gioca con il freno a mano tirato. ()

Oggi male, non corre, non dribbla, non lotta. Nel finale, infatti, Donadoni sceglie altro. ()

Sbaglia il rigore, ma poi si batte come al solito per due: costringe Puggioni a un secondo miracolo con uno stacco dei suoi e non molla un pallone.

Finalmente il vero Cassano, quello dei lampi di genio che hanno convinto Ghirardi: gol creato da solo, poi manda in porta Lucarelli con una geniale apertura di tacco. Nel finale si scusa con i compagni per le sue frasi da mal di pancia: se è questo, utilissimo. 

All. DONADONI 7 Voto meritato, perchè il suo Parma può non essere sempre brillante ma certamente non molla mai un centimetro. Non è un caso che siano già molte le rimonte compiute in questa stagione: l'Europa non è preclusa.