BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Roma-Juventus: Pjanic in panchina (Coppa Italia, quarti)

Totti e Pirlo (Infophoto) Totti e Pirlo (Infophoto)

 E’ già arrivato il momento del secondo confronto stagionale tra le due squadre più in forma di questa annata: Roma e Juventus si affronteranno allo stadio Olimpico nella partita valida per i quarti di finale. Partita secca, dentro o fuori, chi vince accede alle semifinali e affronterà la vincente di Milan-Udinese. Entrambi gli allenatori hanno optato per il turn over in vista del big match di questa sera, segnale che nessuna delle due squadre ha intenzione di trascurare un trofeo solitamente inviso dai grandi club. Se il primo confronto, in campionato, era terminato col risultato netto di 3-0 in favore dei bianconeri, i ragazzi di Rudi Garcia hanno intenzione di dimenticare in fretta la batosta dello Juventus Stadium  e faranno di tutto per neutralizzare lo strapotere della Juventus che regna incontrastata la cronaca calcistica italiana. La compagine guidata da Antonio Conte fa sognare e ricordare i tempi gloriosi del passato nella convinzione che presto arriveranno soddisfazioni anche nel panorama europeo, ma la Roma non è da meno: i giallorossi divertono e vincono con gusto e stupiscono per la facilità con cui riescono ad andare a rete. Trattasi di una delle più insolite cooperative del gol in cui i giocatori più prolifici sono riusciti a mettere a segno appena cinque gol. Andiamo a vedere quali sono le notizie alla vigilia in casa delle due squadre per capire che tipo di partita ci attende.

 Come già accennato, il tecnico francese ha deciso di fare riposare alcune eccellenze della rosa per affrontare la gara di domani con le carte migliori. Il capitano Francesco Totti ha giocato solamente l’ultimo spezzone della partita contro il Livorno e perciò sarà schierato dal primo minuto al centro dell’attacco affiancato dal riposato Florenzi e da Gervinho. In mezzo al campo c’è una novità rispetto agli undici titolari dell’ultima di campionato: Nainggolan al posto di Pjanic. Il belga ha giocato solo i venti minuti finali contro i toscani, ma in breve tempo è riuscito a acquisire il ritmo partita e a intendersi alla perfezione con gli attaccanti: suo l’assist a Ljajic in occasione del terzo gol. Anche il terzino Maicon torna a disposizione della squadra, scenderà in campo a destra al posto di Torosidis. Stando alle statistiche del campionato la Roma ha un possesso palla medio di 29’:36’’, gioca 674 palle e completa il 74% dei passaggi effettuati. In fase d’attacco, vanta una supremazia territoriale di 12’:41’’ e calcia nello specchio della porta mediamente 7 volte su un totale di 16 tentativi a partita. I giocatori più prolifici della squadra sono Benatia e Florenzi con 5 reti all’attivo.

 Ad Antonio Conte rimangono i due obiettivi campionato e Coppa Italia, dopo la mancata qualificazione agli ottavi di finale di Champions League, e il prossimo ostacolo porta ancora le tinte giallorosse. La Juventus cambia pelle per questa gara, il tecnico leccese vuole dare più copertura alla squadra ma allostesso tempo non vuole rinunciare alla qualità degli attaccanti e dei trequartisti. I bianconeri scenderanno in campo quindi con un 4-2-3-1: tra i pali Storari, Chiellini e Caceres gli esterni di difesa, i trequartisti, che appoggeranno l'unica punta LLorente, saranno Marchisio, Lichsteriner e Vidal. Una pedina fondamentale che torna in campo dopo un turno di riposo è Andrea Pirlo, che affiancherà Pogba per la cerniera tra centrocampo e retrovie: il talento bresciano assicura velocità di manovra e una visione di gioco che sarà di vitale importanza contro una Roma ben organizzata in difesa. In avanti ancora spazio a Tevez e LLorente, una coppia che sembra aver trovato la giusta intesa nonostante giochi assieme da pochi mesi. Stando ai numeri in campionato, la Juventus ha un possesso palla medio a partita di 28’:34’’, gioca 639 palle e completa il 73% dei passaggi effettuati. Per quanto concerne la fase offensiva, i bianconeri vantano una supremazia territoriale di 13’:06’’ e calciano trai pali della porta avversaria mediamente 7 volte su 17 tentativi a partita. Tevez e Vidal sono i giocatori che sono andati a segno più volte in questa prima parte di stagione: per loro rispettivamente 11 e 10 reti.

© Riproduzione Riservata.