BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Torino-Atalanta, le ultime novità (serie A, 21a giornata)

Ciro Immobile (Infophoto)Ciro Immobile (Infophoto)

Domani pomeriggio alle ore 15.00 si gioca Torino-Atalanta, partita valida per la ventunesima giornata di serie A, la seconda del girone di ritorno. Lo stadio Olimpico del capoluogo piemontese ospita dunque la sfida fra i granata di Giampiero Ventura, settimi con 29 punti in classifica, e i nerazzurri di Stefano Colantuono, che sono invece dodicesimi a quota 24. Due squadre che stanno disputando un buon campionato, soprattutto il Torino che da diverso tempo non riusciva a regalare soddisfazioni di questo tipo alla sua tifoseria: una vittoria consentirebbe di puntare ancora all’Europa, ma attenzione all’Atalanta che arriva da due vittorie consecutive e punta a consolidare la propria posizione di centro classifica, ben lontano dai problemi delle ultime posizioni, con un altro risultato utile. Una sfida fra due squadre in grado di regalare un buono spettacolo: eccovi dunque ora le notizie alla vigilia e le probabili formazioni di Torino-Atalanta, partita che sarà diretta dall’arbitro Tagliavento di Terni.

Le statistiche di squadra ci dicono che quest'anno i granata sono soprattutto efficaci: infatti, il miglior dato per gli uomini di Ventura è il sesto posto per numero di tiri in porta (5,4 a partita). C'è da migliorare invece la quantità di gioco, come mostrano l'undicesimo posto per possesso palla e il dodicesimo per la supremazia territoriale. Il Torino sta mettendo in mostra soprattutto una coppia d’attacco davvero efficace, quella formata da Ciro Immobile (10 gol segnati finora) ed Alessio Cerci (9). Naturalmente anche domani saranno loro i punti di riferimento della formazione granata, che si schiererà con il tradizionale 3-5-2, con Ventura che per il resto deve ancora decidere due maglie a centrocampo: in ballottaggio ci sono Brighi ed El Kaddouri, con l'italiano favorito, e poi sulla fascia sinistra Masiello e Pasquale, anche qui con il primo che appare favorito.

I numeri dei nerazzurri orobici sono tutti degni di una squadra in linea per la salvezza: in tutte le categorie considerate è quindicesima oppure sedicesima la squadra allenata da Colantuono. Le ultime due vittorie hanno ridato convinzione e fiducia ad una formazione che, come da due anni e mezzo a questa parte, ha in German Denis l’attaccante di riferimento, punta centrale in un modulo che finalizza il gioco proprio sul Tanque. Ecco dunque che anche domani pomeriggio a Torino i nerazzurri orobici si dovrebbero schierare con il classico 4-4-1-1 con Moralez in appoggio al connazionale. Un dubbio a centrocampo, dove in cabina di regia il giovane Baselli potrebbe essere preferito a Cigarini. In difesa invece formazione obbligata: tra infortuni e squalifiche le assenze sono tante, Colantuono praticamente non ha scelta.

© Riproduzione Riservata.