BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Classifica Serie A/ I risultati delle partite: pazzo posticipo... (21^ giornata)

Risultati Serie A: live le partite, la classifica e i marcatori della ventunesima giornata. Si gioca la seconda di ritorno: dopo i due anticipi, in campo Roma, Inter, Milan e Fiorentina

Foto InfophotoFoto Infophoto

Contro ogni pronostico, anche a causa di qualche decisione arbitrale che farà discutere, Fiorentina Genoa chiude con il risultato finale di 3-3. Tripletta (prima in Serie A) per Aquilani, ma non basta. Per il terzo posto è battaglia con il Napoli, ma i Viola perdono un'occasione. Guardando la classifica chi sorride davvero è solo la Roma. Il Campionato ha ancora molto da dire... 

Partita davvero incredibile, ora è 3-3 grazie alla zampata di De Maio dopo la spizzata di testa di Antonini, colpevole di una grave incertezza Neto, e risultato che cambia di nuovo

Bellissimo gol di Aquilani, tripletta per lui, che completa la rimonta della Fiorentina sul Genoa. Dopo aver segnato ancora (ma il gol è stato annullato) questa è la volta buona. Il gol trova la sfortunata deviazione di Burdisso che mette fuori causa Perin, ma è tutto suo. Grande serata per lui

Ancora gol di Aquilani per la Fiorentina che riacciuffa il Genoa dopo una azione davvero caparbia finalizzata dal centrocampista italiano che trova lo spiraglio giusto per battere Perin con un fendente a fil di palo 

Incredibile gol del Genoa con Antonini che sfrutta un rimpallo favorevole di Francelino Matuzalem che lo lancia (ma la posizione è irregolare) e Antonini riesce a battere Neto in uscita con un tocco preciso

Passano meno di quattro minuti e l'arbitro assegna un altro rigore, questa volta per la Fiorentina a causa dell'atterramento di Ambrosini da parte di De Maio. Dal dischetto va Aquilani e non sbaglia, risultato che torna in equilibrio: 1-1.

Cambia il risultato tra Fiorentina e Genoa per un calcio di rigore (generoso) concesso per atterramento di Antonelli da parte di Neto. Sul dischetto va Gilardino che calcia a effetto sotto l'incrocio dei pali. Non esulta, ma cambia il volto alla gara

Poche sorprese nelle due formazioni, con gli acquisti del mercato di riparazione subito in campo sia per Montella (nella Fiorentina titolare Matri) e Gasperini (Burdisso dall'inizio). Cuadrado e Joaquin a sostegno per i viola, Gilardino grande ex nel Genoa. Con una vittoria la Fiorentina insidierebbe il terzo posto in classifica del Napoli, il Genoa non può lasciare punti per strada.

Per la nuova classifia di Serie A restiamo in attesa di conoscere il risultato di Fiorentina Genoa che si giocherà tra poche ore. Ma ecco che i risultati delle partite di questo pomeriggio dedicato alla 21ma giornata di campionato riservano tante sorprese. Unica vittoria esterna, proprio all'ultimo respiro, del Milan sul campo del Cagliari per 2-1, mentre di misura Torino e Parma hanno vinto in casa contro Udinese e Atalanta. Netta l'affermazione del Livorno contro il Sassuolo (3-1), mentre il Bologna agguanta il pareggio contro la Sampdoria grazie a un rigore al 90' realizzato da Diamanti. Al banchetto dei gol non si accosta l'Inter che pareggia in casa 0-0 in una partita del tutto deludente contro il Catania. Per quanto riguarda la classifica si muove poco, se non per quanto riguarda i margini delle squadre che la guidano, mentre a ridosso della zona che porta all'europa c'è chi sale e chi scende. Torino e Parma affiancano il Verona a 32 punti e il Milan si "pappa" sia il Genoa (ma il Grifone ha una partita in meno) che la Lazio (che viene affiancata dai rossoneri grazie al punto strappato contro la Juventus). Insomma, c'è la promessa di tante nuove emozioni, vediamo cosa succederà.

Incredibile calcio di rigore concesso al 90' al Bologna per atterramento di Christodoulopoulos, che esulta come se avesse segnato. E in effetti sul dischetto va Diamanti e non sbaglia.

Clamoroso a Cagliari! Proprio a un minuto dalla fine il Milan ribalta il risultato e segna con Giampaolo Pazzini il gol che potrebbe valere la vittoria (insperata fino a questo momento). Grandissimo gol di Pazzini, da attaccante di razza.

Balotelli raddrizza il risultato in Cagliari-Milan con una punizione morbidissima a giro che pietrifica Avramov (che oggi ha comunque giocato benissimo) e si insacca all'incrocio dei pali

Cambia il risultato in Sampdoria-Bologna grazie al gol di Gabbiadini che porta in vantaggi i blucerchiati. L'azione è tutta palla a terra e parte da Eder, che entra in area e crossa un ottimo pallone in mezzo, Gabbiadini è solo e il suo piattone è mortifero 

Il Torino passa in vantaggio sull'Atalanta su calcio di rigore concesso per atterramento in area di Cerci (anche se ci sarà materia per i movilisti). Lo stesso esterno granata si incarica del tiro e non sbaglia: il risultato cambia, Torino 1 Atalanta 0

Cambia il risultato anche tra Parma e Udinese: gol di Amauri e ducali in vantaggio. Ancora un grande contributo da parte di Antonio Cassano che sfodera un cross dalla destra che trova in area la testa di Amauri che non si fa pregare e insacca la sfera

Marco Sau rompe l'equilibrio tra Cagliari e Milan, il risultato cambia ed è ora 1-0 contro i rossoneri. Gol pesantissio per i ragazzi agli ordini di Seedorf. L'effetto "antivirus" di Clarence pare già svanito, pericolo per il panterone rossonero

Ingenuità di Bardi in uscita su Sansone. Il portiere amaranto stende il mobile attaccante neroverde e l'arbitro decide per il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Berardi che non sbaglia.

Terzo gol del Livorno con Benassi che con un tiro a incrociare bellissimo capitalizza al meglio l'assist di Emeghara. Toscani devastanti.

E arriva subito il raddoppio del Livorno contro il Sassuolo che consolida il risultato con un gran tiro dalla distanza di Paulinho! E sono due

Il Livorno sblocca il risultato contro il Sassuolo con un gol di Leandro Greco. La squadra di casa si porta in vantaggio proprio durante la protesta dei tifosi di casa che si perdono il gol. Peccato

Verona-Roma si chiude con il risultato finale di 1-3 e la classifica prende una fisionomia diversa da quella che molti si aspettavano prima della pausa invernale. Frenata di Juventus e Napoli, accelerata della Roma di Rudi Garcia che mette punti preziosi a consolidamento del secondo posto e costringe i bianconeri capolista a non abbassare la guardia. Lo stop del Verona riapre la bagarre per l'Europa League, e chissà che il Milan possa riprendersi e dire la sua. Intanto Inter e Fiorentina devono sfruttare l'occasione, tra poco cominciano le altre partite, ci aspettano nuove emozioni...

Calcio di rigore per la Roma concesso per fallo su Torosidis. Dal dischetto si presenta Francesco Totti che non sbaglia: rasoiata sulla destra, potente e precisa. Imprendibile per Rafael 

Super-gol di Gervinho! Fa tutto lui e riporta il risultato di Verona-Roma a pendere dalla parte dei giallorossi. Stop di gran classe, movimenti ubriacanti sul difensore, parte da una zona defilatissima e spalle alla porta per girarsi, accentrarsi e battere in anticipo con un secco rasoterra sul primo palo che non da scampo a Rafael

Cambia il risultato in Verona-Roma e torna in parità. Grandissima conclusione di Hallfredsson, che al volo fa partire un tiro a incrociare che si infila all'angolino dopo una spettacolare circolazione di palla al limite dell'area partita da una iniziativa di Iturbe. E' partita vera, tutto da rifare per i giallorossi 

Splendida azione di Gervinho, fotocopia di una precedente azione in cui aveva messo in condizione di battere a rete Mattia Destro, ma ora serve un pallone a Ljajic. Troppo ghiotto per sbagliarlo: il rasoterra diventa un assist vincente, Roma in vantaggio

Comincia il lunch match tra Verona e Roma. Partita che comincia fortissimo con duri scontri tra i giocatori che fanno subito capire che non sarà una passeggiata per nessuno. Due risultati "utili" su tre per la Roma che però non vuole perdere l'occasione di mettere le mani su due punti preziosissimi che potrebbe recuperare sulla Juventus e mettere tra se e il Napoli. Per i giallorossi formazione un po' a sorpresa, fuori sia Totti che Pjanic.

La Serie A torna in campo con la ventunesima giornata. Seconda di ritorno: come al solito due anticipi al sabato, questa volta si è trattato di Napoli-Chievo che è finita 1-1 (reti di Sardo e Raul Albiol) mentre Lazio-Juventus è terminata 1-1 (gol di Candreva su rigore e Llorente). Oggi il programma si conclude con le altre otto sfide: alle ore 12,30 l'anticipo dell'ora di pranzo è Verona-Roma; alle 15 si giocano invece Cagliari-Milan, Inter-Catania, Livorno-Sassuolo, Parma-Udinese, Sampdoria-Bologna, Torino-Atalanta; alle 20,45 si chiude con il posticipo Fiorentina-Genoa. Partite interessanti, a cominciare da quella del Bentegodi: il Verona alla seconda senza Jorginho cerca l'assetto nuovo in campo e potrebbe trovarlo in Marquinho, il cui trasferimento in gialloblu sembra fatto. Scontro da Europa, con i giallorossi che dopo aver battuto la Juventus in Coppa Italia hanno più fiducia nella rincorsa alla capolista, mentre gli scaligeri sognano l'Europa League e non vogliono cedere il passo. Il Milan va al Sant'Elia, dove ha tradizione favorevole, per cercare di riprendersi a seguito della sconfitta in Coppa Italia: Clarence Seedorf è stato chiaro nel post partita di mercoledi sera, si va avanti con il 4-2-3-1 ma servono innesti; il Cagliari ha perso le ultime due partite e cerca il riscatto. Lo cerca anche l'Inter, a secco di vittorie nel 2014: il terzo posto è ancora alla portata ma non si possono più commettere passi falsi, il Catania ultimo sembra già rassegnato al suo ruolo. Vero e proprio scontro salvezza al Picchi: il Livorno è alla prima con Mimmo Di Carlo in panchina e cerca una vittoria che manca da una vita, il Sassuolo tra alti e bassi è ancora terzultimo ma va avanti con Eusebio Di Francesco, avendo scelto la strategia del calciomercato per cercare la sterzata giusta. Il Parma in striscia positiva da nove partite affronta l'Udinese che in campionato è in crisi e ad un passo dalla zona retrocessione, ma in Coppa Italia vola e si è guadagnata le semifinali battendo in fila le due milanesi. Bel momento anche per il Torino, che affronta l'Atalanta dell'ex Stefano Colantuono: una vittoria vorrebbe dire presentarsi in quota Europa League, con il tentativo di reggere fino al termine della stagione. La Sampdoria di Sinisa Mihajlovic affronta il Bologna, di cui il serbo è un ex: scontro salvezza, i blucerchiati possono però prendere il treno decisivo per uscire dai fanghi del fondo classifica. In serata Fiorentina-Genoa: bella sfida con il Grifone rinnovato dal calciomercato a caccia di un'impresa sul campo della quarta forza del torneo, che ha problemi in attacco ma intanto ha centrato la semifinale di Coppa Italia.