BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Lazio-Juventus: i voti della partita (Serie A 21ma giornata)

Pagelle Lazio-Juventus: i voti ai protagonisti della partita di serie A, valida come anticipo della ventunesima giornata del campionato 2013-2014. Sfida di lusso all'Olimpico

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

PAGELLE LAZIO-JUVENTUS, I VOTI DELLA PARTITA - Lazio-Juventus termina 1-1: per la squadra di casa segna Candreva su rigore al 27' del primo tempo, pareggia i conti Llorente al 60’ della ripresa.

VOTO PARTITA 6.5: il primo tempo è poco esaltante fino all’episodio del rigore che porta in vantaggio la Lazio. Nella ripresa la partita si fa più viva: gli spazi concessi dalla Juve, all’orgogliosa ricerca del pareggio, permettono ai biancocelesti di colpire sfruttando le ripartenze azionate dai piedi fatati del profeta Hernanes e dalla corsa di Candreva. I padroni di casa colpiscono 2 legni mentre la squadra di Conte alla lunga trova il pareggio tutto sommato meritato vista l’impegno profuso per tutta la ripresa. Risultato giusto quindi.

VOTO LAZIO 6.5: favorita sicuramente dall’episodio del rigore, la Lazio gioca per il resto della partita a viso aperto contro la capolista della classe. Crea più di un’occasione per raddoppiare ma la precisione e la fortuna negano il secondo gol ai ragazzi di Reja. Sul piano del gioco c’è ancora tanto da lavorare, troppi i palloni sprecati a centrocampo: spesso la il rilancio frenetico vince sull’azione ragionata. Difensivamente la squadra gioca un calcio concreto, forse fin troppo; dal centrocampo in su ci si affida troppo al cinismo, dote preziosa ma che alla lunga non ripaga mai CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA LAZIO

VOTO JUVENTUS 6: cade nella trappola della Lazio che la costringe a giocare senza la solita attenzione al dettaglio. Va in svantaggio ma nella ripresa è brava a rialzarsi fino a trovare il pareggio persino in inferiorità numerica. Vidal e Marchisio sono più assenti che presenti, per fortuna di Conte Tevez è sempre l’ultimo a mollare l’osso. Determinante è infatti il ruolo dell’Apache che con la sua grinta e sopperisce in parte all’inferiorità numerica dando tanto apporto al centrocampo quanto all’attacco CLICCA QUI PER LE PAGELLE DELLA JUVENTUS

VOTO ARBITRO (Massa) 7: arbitro giovane di poco più di 30 anni, questa sera al primo big match della carriera. Si prende la responsabilità di dare un rigore contro la Juve con annessa espulsione di Buffon. Scelta giusta e indiscutibile.

PAGELLE LAZIO-JUVENTUS, I VOTI DEL PRIMO TEMPO - Il primo tempo di Lazio-Juventus finisce sul parziale di 1-0 grazie alla rete di Candreva su calcio di rigore. La Juventus si presenta all’Olimpico con la formazione tipo, la Lazio sceglie la difesa a tre con Dias, Cana e Biava mentre in attacco gioca Klose supportato da Candreva e Hernanes. La partita è giocata molto male da entrambe le squadre a causa sia della interpretazione cinica e concreta dei padroni di casa che si chiudono negli ultimi trenta metri non lasciando spazi alla Juve, sia per per la poca intesa tra gli uomini più determinanti di Conte. Tra questi, Llorente e Tevez non si trovano quasi mai mentre Vidal e Marchisio non sono brillanti come al solito. Per quanto riguarda la Lazio, è sua la prima occasione del match: Klose da serpente aggredisce Buffon che pasticcia con i piedi e per poco non è 1-0 per i biancocelesti. Poco dopo, al 25’ arriva l’occasione clue della serata che porta in vantaggio i ragazzi di Reja. Azione sulla destra con Konko che serve un assist perfetto per il taglio in area di Klose, la difesa bianconera dorme e Buffon è costretto ad atterrare il tedesco. Per l’arbitro Massa non c’è dubbio: rigore più espulsione per il portierone nazionale. Conte corre ai ripari, toglie Asamoah (tra i migliori del primo tempo) per Storari. Dal dischetto Candreva è chirurgico, palla a fil di palo a sinistra e portiere a destra, la Lazio fa uno a zero con il minimo sforzo. La capolista del campionato si ributta in avanti alla ricerca del pari che per poco arriva grazie all’unico spunto del primo tempo di Llorente che però non coglie impreparato l’ottimo Berisha che para in due tempi  sul tocco ravvicinato e improvviso dello spagnolo. Nell’ultima parte della prima frazione la Lazio cerca di gestire con intelligenza la partita forte della superiorità numerica e dell’importante vantaggio, la Juve alla rincorsa fa notare la necessità di rinfrescare le idee negli spogliatoi per tentare nella ripresa la rimonta.

MIGLIORE LAZIO: KLOSE. Un vero e proprio serpente a sonagli, dagli mezzo pallone e lui ti porta in vantaggio. Si guadagna il rigore che vale il vantaggio e l’espulsione.
PEGGIORE LAZIO: CAVANDA. Molto distratto, concede troppi spazi ad Asamoah finché resta in campo.
MIGLIORE JUVE: ASAMOAH. Spinge con costanza sulla sinistra creando buone opportunità ma è costretto ad uscire per scelta tecnica dopo l’espulsione.
PEGGIORE JUVE: MARCHISIO. Non incide minimamente sulla partita, completamente assente.