BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Napoli-Lazio/ Il pronostico di Francesco Colonnese (esclusiva)

Pubblicazione:mercoledì 29 gennaio 2014

Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto) Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto)

NAPOLI-LAZIO, IL PRONOSTICO DI FRANCESCO COLONNESE (ESCLUSIVA) – Stasera alle ore 20.45 allo stadio San Paolo si giocherà l'ultimo quarto di finale di Coppa Italia tra Napoli e Lazio. Una sfida di grande fascino e tradizione tra due squadre che puntano molto alla Coppa nazionale. La vincente di questa sfida affronterà la Roma in semifinale: se dovessero essere i biancocelesti, ci sarebbero tre derby della Capitale nel giro di una settimana. La formazione di Rafa Benitez sta attraversando un momento difficile, raggiunta nel finale a Bologna e fermata dal Chievo in casa nelle ultime due giornate di campionato: quattro punti persi contro due piccole, che potrebbero pesare molto sul resto della stagione. In questo momento anche il secondo posto sembra lontano. La Lazio invece si è rimessa in corsa con una buona serie di risultati cominciata quando in panchina si è seduto Edy Reja e culminata con il pareggio di sabato contro la Juventus, bloccando la lunga striscia di vittorie consecutive dei bianconeri. Per parlare di Napoli-Lazio abbiamo sentito il doppio ex Francesco Colonnese, dal 1995 al 1997 al Napoli e poi dal 2000 al 2004 alla Lazio. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Napoli-Lazio sarà innanzitutto una bella partita? Penso proprio di sì, sono due buone squadre e dovrebbero dare vita ad un ottimo incontro, una partita veramente interessante.

La squadra di Benitez è in difficoltà negli ultimi incontri: cosa sta succedendo? Può capitare un momento di calo, soprattutto quando si è cambiato sistema di gioco, come sta in effetti succedendo al Napoli.

Higuain sembra passare un periodo negativo... Anche lui è coinvolto in questo momento no della squadra, poi si sa che gli attaccanti vivono momenti migliori e altri momenti peggiori.

La Lazio ha recuperato gioco e risultati: merito di Reja? E' stato proprio l'allenatore a dare l'impostazione giusta e il modulo giusto alla squadra, adattandolo ai vari incontri.

Come al solito sarà Klose il punto di riferimento del gioco biancoceleste? Sì, d'altronde il tedesco è insieme ad Hernanes il calciatore più forte di questa Lazio, attorno al quale ruota il gioco della formazione biancoceleste.

Il fattore campo potrebbe determinare l'esito dell'incontro?


  PAG. SUCC. >