BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Fiorentina Livorno, gli assenti. Ultime novità (Serie A, 18esima giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Vincenzo Montella (Infophoto)  Vincenzo Montella (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA LIVORNO (SERIE A 2013-2014, DICIOTTESIMA GIORNATA) - Si avvicina la partita Fiorentina Livorno. In gioco ci sono punti importanti e per i viola è vietato perdere il passo delle prime del campionato. Ancora dubbi per Montella alle prese con le ultime scelte per la formazione da schierare in campo. In centrocampo in lotta per un posto ci sono Pizarro e Aquilani. in attacco si valuta la possbilità di schierare Ilicic dal primo minuto.

PROBABILI FORMAZIONI FIORENTINA LIVORNO (SERIE A 2013-2014, DICIOTTESIMA GIORNATA) –Il calcio di serie A torna in scena con la diciottesima giornata a partire dai tre anticipi in programma per domenica 5 gennaio. Dopo Chievo-Cagliari, sarà la volta di Fiorentina-Livorno, il calcio d’inizio sul manto erboso dello stadio Artemio Franchi è previsto per le ore 18.00. La partita si giocherà nella cornice dell’iniziativa di beneficenza contro la fibrodisplasia ossificante progressiva, una rara malattia che colpisce i tessuti dei bambini molli dei bambini. Tra le vittime c’è anche il figlio del capitano Andrea Luci: il suo nome è Marco, 6 anni, e tutto il tifo livornese, con la partecipazione del pubblico viola, ha voluto stringersi attorno al giocatore più rappresentativo della squadra per trasmettergli calore e affetto. La Fiorentina andrà comunque in campo per giocare la sua partita e conquistare punti importanti per una possibile qualificazione in Champions League e ripartirà dalla vittoria di settimana scorsa contro il Sassuolo. Per il Livorno la situazione rimane precaria, il terz’ultime posto in classifica suona come un campanello d’allarme e sicuramente la sfida di oggi non sembra la migliore occasione per tornare al successo. Il fischietto per la direzione della gara è Tagliavento. Ora andiamo a vedere quali sono le notizie alla vigilia in casa delle due squadre per capire che tipo di gara andrà in scena allo stadio Franchi.

QUI FIORENTINA – Dopo la sconfitta contro la Roma, la Fiorentina è tornata alla vittoria prima contro il Bologna e poi nel match di Sassuolo in trasferta. Ora i punti all’attivo sono 33 che, tradotto in termini di classifica, valgono il quarto posto alle spalle del Napoli. Il tecnico Montella ha ancora qualche dubbio per quanto riguardo il reparto offensivo: giocheranno Cuadrado, Pepito Rossi e un giocatore tra Ilicic e Joaquin. A centrocampo probabilmente scenderà in campo Ambrosini, ormai entrato nelle grazie di Montella dopo che Pizarro aveva espresso il suo volere di lasciare Firenze. Diamo uno sguardo ai dati statistici della Fiorentina per capire l’organizzazione di gioco della squadra. I viola hanno un possesso palla medio a partita di 29’:34’’, gioca 642 palle e completa il 71,4% dei passaggi effettuati. Per quanto riguarda la fase offensiva, i ragazzi di Montella calciano nello specchio della porta in media 5 volte su 13 e vantano una supremazia territoriale di 13’:11’’. La Fiorentina può contare sull’uomo più prolifico del momento in serie A, stiamo parlando di Pepito Rossi: l’attaccante ha all’attivo 14 gol in 17 gare.

QUI LIVORNO – Il Livorno è tornato nelle sabbie mobili del fondo classifica, la zona più tranquilla della graduatoria dista di una sola lunghezza ma la media dei punti conquistati nelle ultime cinque gare non è incoraggiante: solamente 1 nel pareggio inaspettato contro il Milan. Il tecnico Nicola ha messo a disposizione due maglie da titolare per tre giocatori, Duncan, Greco e Mbaye. Nel caso dovessero giocare i primi due, l’italiano potrebbe rivestire il ruolo di quinto centrocampista in fascia sinistra. La retrovia granata non potrà contare su Emerson alla prese con una squalifica per somma di ammonizioni. Stando ai dati statistici, il Livorno è una squadra che effettua un possesso palla medio di 22’:25’’, gioca 509 palle e completa il 61% dei passaggi effettuati. Per quanto concerne la fase d’attacco, vanta una supremazia territoriale di 8’:39’’ calcia nello specchio della porta mediamente 4 volte su 13. L’uomo più pericoloso della formazione granata è Paulinho con 6 reti all’attivo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.