BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Serie A/ Video, Juventus-Roma (3-0): gol, sintesi e highlights (18^giornata)

Video Juventus-Roma 3-0, i gol e gli highlightsdella partita: il big match della 18esima giornata del campionato di Serie A 2013-2014 va ai bianconeri. Prima sconfitta per i giallorossi

L'esultanza della Juventus (Infophoto)L'esultanza della Juventus (Infophoto)

Juventus batte Roma 3-0: i bianconeri salgono a quota 49 punti in classifica, lasciando i giallorossi a 41. Fuga decisiva per lo scudetto? Forse sì e forse no, ma certo a guardare i numeri c'è da aver paura: la squadra di Antonio Conte ha 5 punti in più rispetto alla trionfale marcia del 2012-2013, quando era arrivata alla diciottesima giornata con 14 vittorie e due pareggi, e già due sconfitte. Segna 2,33 gol a partita (bisogna risalire agli anni Sessanta per trovare una media così alta, a fine campionato, da parte di una formazione campione d'Italia) e ha una striscia aperta di dieci vittorie, nelle quali ha segnato 26 gol subendone appena uno. Insomma: sarà anche presto per tirare le somme, come ha giustamente ricordato Rudi Garcia, ma certamente il segnale è di quelli forti. Ottavo gol in campionato per Arturo Vidal, che tocca quota 25 in Serie A: marciando di questo passo supererà certamente il suo record personale, 10 lo scorso anno (e ne aveva segnati 10 anche nel 2010-2011 con il Bayer Leverkusen). Per la Roma si tratta della prima sconfitta stagionale, dopo 12 vittorie e 5 pareggi; per la prima volta i giallorossi subiscono più di due gol, pur riuscendo a conservare la miglior difesa del campionato (10 reti incassate contro le 11 della Juventus).

E' Arturo Vidal ad aprire le marcature in Juventus Roma, con un gol che è una coproduzione di altissima qualità con Carlitos Tevez. E' l'argentino infatti a fare qualcosa si splendido difendendo un gran pallone nel cuore dell'area dei rigore nonostante la pressione (non proprio asfissiante per dire la verità) di Daniele De Rossi. Molto intelligente anche il movimento di Vidal, che una volta scaricato il pallone era rimasto tutto solo in posizione molto defilata, ma abilissimo ad accentrarsi in orizzontale, senza cadere nella trappola del fuorigioco sfruttando anche il movimento non proprio illuminato di un difensore centrale della Roma. Palla dentro e da due metri Vidal fa secco De Sanctis sul suo palo.

Il raddoppio della Juventus arriva sugli sviluppi di un calcio di punizione di Andrea Pirlo, abile a pescare uno smarcatissimo Bonucci arrembante sulla destra e che in spaccata ha gioco facile nel trafiggere il povero portiere giallorosso. Ancora lo zampino di Conte in uno schema offensivo su palla inattiva che non si vedeva da un po'. Grande movimento degli attaccanti che partono tutti in fuorigioco passivo per poi ritrarsi e inserimento del difensore che sfrutta il mismatch e la mette dentro.

Il gol che chiude ogni discorso in Juventus-Roma arriva su calcio di rigore. A trasformarlo (e a esplodere di gioia) è proprio l'ex attaccante giallorosso Mirko Vucinic che freddamente spiazza De Sanctis. Il rigore è arrivato due minuti dopo l'espulsione di De Rossi per un fallo su Chiellini e ha portato all'ulteriore espulsione di Castan che colpisce il pallone con la mano sulla linea di porta (poco importa se su di lui ci fosse la carica di Bonucci). Gol che cala come una mannaia sulla gara. Juventus praticamente scudettata, Roma che vacilla e perde pezzi.

Juventus Roma è la partita che i tifosi più aspettano. Duecento paesi collegati, un plotone di appassionati sui divani di casa per godersi lo spettacolo dal divano su Sky, Mediaset Premium o con tablet, pc e mac in streaming video con le app ufficiali dedicate. Il grande calcio di serie A torna protagonista nella giornata di domenica 5 gennaio con i primi tre anticipi della diciottesima giornata. Chievo Verona e Cagliari hanno dato il via alle danze di questo turno di campionato e alle ore 20.45 sarà la volta del big match tra Juventus e Roma. Tutto è prono per l’incontro più sentito di questa fase di campionato, le due squadre si affronteranno allo Juventus Stadium sotto la direzione dell’arbitro Rizzoli e dei guardalinee Faverani e Stefani. La compagine guidata da Antonio Conte continua a sbalordire i tifosi e tutte le squadre di serie A con numeri impressionanti anche se nell’ultima giornata di campionato l’unico gol subito contro l’Atalanta, battuta per 1-4, non ha consentito a Gianluigi Buffon di allungare l’imbattibilità sulla scia del record stabilito da Sebastiano Rossi con il Milan nella stagione 1993-94. Nonostante questo, i bianconeri possono consolarsi con 24 gol messi a segno e 1 gol subito nelle ultime 8 gare che hanno permesso ai bianconeri di raggiungere la prima posizione distaccando la Roma di cinque lunghezze. I giallorossi si trovano a quota 41 e, dopo un avvio di stagione strepitoso, hanno perso qualche colpo rimanendo tuttavia imbattuti. Nell’ultima giornata, la compagine di Rudi Garcia è riuscita a battere per 4-0 il fanalino di coda Catania e, tra le note positive di questo periodo, c’è il ritrovato Mattia Destro che, alla sua prima presenza contro la Fiorentina dopo nove mesi di stop, è riuscito a mettere a segno il gol decisivo che ha consentito alla Roma di conquistare tre punti fondamentali. La partita Juventus-Roma sarà trasmessa alle ore 20.45 su Sky Sport 1SuperCalcio HD e Sky Calcio 1 (canali 201, 204 e 251) con la telecronaca di Maurizio Compagnoni che sarà affiancato nel commento tecnico da Beppe Bergomi, mentre Alessandro Alciato, Giovanni Guardalà e Paolo Assogna saranno gli inviati a bordo campo per le interviste ai protagonisti della gara per le notizie dalle panchine in tempo reale. Inoltre sul secondo flusso audio sarà possibile ascoltare la telecronaca del tifoso di parte bianconera a cura di Enrico Zambruno; sul terzo flusso audio quella di parte giallorossa, di Alessandro Spartà. Sky mette a disposizione anche la visione in 3D: dovete andare, nel caso, su Sky Sport 3D (canale 209) dove la telecronaca sarà di Daniele Barone, con il commento tecnico di Giancarlo Marocchi e i contributi da bordocampo di Angelo Mangiante. Anche su Mediaset Premium Calcio E Premium Calcio HD (canale 370 e 381 del digitale terrestre) sarà trasmessa la gara di Torino e il commento è affidato alla telecronaca di Sandro Piccinini, affiancato dalla spalla tecnica Roberto Cravero. In collegamento dal campo di gioco ci sarà l'inviato Nando Sanvito, mentre sugli altri flussi audio saranno disponibili le telecronache tifose di Claudio Zuliani (Juventus) e Carlo Zampa (Roma). Tutti gli utenti Sky e Premium potranno rispettivamente avvalersi dei servizi Sky Go e Premium Play per seguire la partita in streaming video su un dispositivo oltre al televisore. Gli affezionati della radio potranno seguire la cronaca dell’anticipo su Radio 1 Rai (FM 89.7) a partire dalle ore 20.45. Anche tramite social network sarà possibile tenersi aggiornati sull’andamento della partita. Consultate le pagine ufficiali Facebook delle due squadreoppure collegatevi a Twitter e visitate gli account @juventusfc e @OfficialASRoma. 

Juventus-Roma sta per cominciare. L'atmosfera è di quelle che mettono i brividi: lo Juventus Stadium è un fortino inespugnabile o quasi, da quando è diventata la casa dei campioni d'Italia è caduto pochissime volte. E poi c'è Antonio Conte: se qualcuno ha dubbi su come i bianconeri rientreranno dopo le vacanze, c'è la garanzia del tecnico salentino a vigilare sulle nove vittorie consecutive. Ma la Roma è pronta: i giallorossi la striscia di successi, 10, l'hanno centrata all'inizio dell'anno. E' rientrato Mattia Destro che segna un gol ogni 50 minuti, c'è Francesco Totti ormai totalmente recuperato, c'è una difesa che ha subito appena 7 reti in 17 partite e, lo ha insegnato la Juventus come ultima tra tante, spesso e volentieri gli scudetti li porta a casa chi incassa meno. Certo, anche segnare aiuta: e i bianconeri hanno il miglior attacco del torneo. Tanti i protagonisti, anche in nome della gioventu: il succitato Destro e Florenzi sono classe '91, dall'altra parte risponde il '93 Paul Pogba. E poi tanto calore sugli spalti, perchè i tifosi della Roma sono fedeli e non abbandonano la squadra, nemmeno quando affrontano lunghe trasferte. La speranza per loro è che non finisca come gli ultimi due anni, quando fu una batosta: 4-0 e 4-1, con la Juventus che ha fatto sua le partite già nel primo tempo. Non resta che accomodarsi: il fischio d'inizio di Rizzoli è dietro l'angolo, Juventus-Roma sta davvero per cominciare 

Manca ormai poco al fischo d'inizio di Juventus-Roma. Lo Juventus Stadium si prepara a festeggiare la decima vittoria consecutiva in campionato, anche se questa è la sfida al vertice e non sarà affatto scontato superare i giallorossi di Rudi Garcia. E tuttavia, i bianconeri nelle ultime stagioni hanno raccolto tante soddisfazioni contro la Lupa: in tre incontri giocati nel nuovo tempio, i campioni d'Italia sono usciti con tre vittorie, 11 gol segnati e solo uno subito. Un 4-0 e un 4-1 in campionato, ma c'è stato anche un 3-0 nei quarti di finale di Coppa Italia 2011-2012: segnò Emanuele Giaccherini, segnò Alessandro Del Piero al primo gol di quella che, a quel punto si sapeva già, sarebbe stata l'ultima stagione con la Juventus; e nel finale Simon Kjaer infilò la sua porta rendendo ancor più rotondo il risultato. Gli spalti dello Stadium erano già colorati con il tricolore: un presagio di quello che sarebbe stato. Assisteremo ad altre coreografie in quello stile questa sera? 

Manca poco al calcio d'inizio di Juventus-Roma, e i tifosi che si preparano a godersi la partita in streaming video o in tv grazie agli strumenti messi a disposizione da Sky e Mediaset, i tifosi sono in caccia di immagini adrenaliniche su Youtube per prepararsi alla "battaglia" sportiva. Per i giallorossi un'occasione da non perdere: la possibilità di portarsi a due punti dai bianconeri e avvicinare la vetta, minando le certezze della squadra di Antonio Conte. Le ultime tre allo Juventus Stadium sono state un incubo, ma i giallorossi che hanno affrontato il viaggio dalla Capitale e si preparano a colorare il settore ospiti del nuovo tempio bianconero hanno in mente un altro episodio: 23 gennaio 2010, in panchina Ciro Ferrara da una parte e Claudio Ranieri dall'altra. Anche quella era una Roma che puntava uno scudetto: Del Piero portò in vantaggio la Vecchia Signora, ma quei giallorossi erano tremendamente più forti e si imposero, con il rigore di Francesco Totti e il colpo di testa di John Arne Riise proprio a fine partita. Accaddero due cose quella sera: la Roma trovò la fiducia nei propri mezzi e capì di potercela davvero fare, e Totti segnò il suo primo gol nella Torino bianconera. La stagione finì male: la beffa interna contro la Sampdoria non è ancora stata cancellata. Allora, i fan giallorossi sperano che la serata si ripeta in toto, e al resto ci si penserà poi.