BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Milan Atalanta, gli assenti. Ultime novità (serie A, 18esima giornata)

Riccardo Saponara (Infophoto) Riccardo Saponara (Infophoto)

Tutto è pronto per il match del Meazza che vedrà come protagoniste Milan e Atalanta. Si gioca per la diciottesima giornata alle ore 15.00 sotto la direzione dell’arbitro Peruzzo. È un Milan allo sbando quello di questo inizio stagione, in molti speravano nel solito copione che vedeva i rossoneri faticare in avvio per poi riprendersi, ma la compagine di Allegri non ha ancora ingranato la marcia giusta per trasferirsi nella parte di sinistra della classifica. L’unica nota positiva è la qualificazione agli ottavi di Champions in cui il Milan dovrà affrontare l’Atletico Madrid. Ieri sera è stato presentato Keisuke Honda e tutto il mondo rossonero spera che possa contribuire alla rimonta verso le prime posizioni in campionato, un’impresa non facile e il primo ostacolo da superare si chiama Atalanta. La formazione allenata da Colantuono sta attraversando un periodo difficile, la vittoria non arriva da cinque giornate perciò proverà a ripetere l’impresa della partita al Meazza della passata stagione, in cui Cigarini aveva messo la firma sopra l’unico gol che permetteva ai bergamaschi di portare a casa i tre punti. Diamo uno sguardo alle notizie alla vigilia della partita per capire che tipo di match ci attende.

La squadra milanese è nell’occhio del ciclone e deve assolutamente tentare di uscirne indenne ritornando alla conquista dei tre punti, la vittoria manca dal match contro il Catania in trasferta. Dopo la buona prestazione nel derby di Riccardo Saponara, Allegri probabilmente lo schiererà sulla trequarti al fianco di Kakà, a supporto dell’unica punta Balotelli. In mezzo al campo torna Montolivo dopo un turno di squalifica, mentre in difesa a sinistra giocherà Emanuelson dal primo minuto viste l’assenza di Constant. Stando ai dati statistici, il Milan ha un possesso palla medio a partita di 29’:54’’, minutaggio che vale il primato tra le squadre di serie A. I rossoneri giocano mediamente 662 palle e completano il 71,8% dei passaggi effettuati. Per quanto riguarda la fase offensiva, i ragazzi di Allegri calciano nello specchio della porta 6 volte su un totale di 16 tentativi e vantano una supremazia territoriale di 13’:54’’. L’uomo più prolifico è Balotelli con 6 reti all’attivo, mentre Kakà detiene il record della squadra per quanto riguarda gli assist prima del tiro verso il portiere avversario (23).

Per i bergamaschi è un periodo di difficoltà, il successo manca da cinque turni, ossia dalla preziosa vittoria contro il Bologna. Colantuono ha dovuto far fronte a una situazione d’emergenza in queste ultime partite, numerosi infortuni hanno costretto il tecnico a dover reinventare la formazione domenica dopo domenica. L’allenatore ritrova Yepes in mezzo alla difesa, il pilastro delle retrovie nerazzurre, per il colombiano sarà un match particolare poiché si ritrova a giocare una partita da ex. In avanti il solito Denis sarà sostenuto dall’iniziativa del trequartista Moralez. Diamo uno sguardo alle statistiche: l’Atalanta ha un possesso palla medio di 22’:05’’, gioca 510 palloni e completa il 61% dei passaggi. Per quanto concerne la fase d’attacco, la formazione bergamasca calcia tra i pali della porta avversaria mediamente 4 volte su un totale di 10 tentativi e vanta una supremazia territoriale di 8’:47’’. Il giocatore più prolifico è German Denis, il capitano ha messo a segno 6 reti. Cigarini è il recordman per quanto riguarda gli assist: ne ha collezionati 30 di cui 5 vincenti.

© Riproduzione Riservata.