BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Lazio-Inter (1-0): i voti della partita (Serie A, 18^ giornata)

Inter 

Handanovic 7: salva il risultato in più occasioni e sembra impossibile possa subire un gol . Solo un dio poteva batterlo e così è stato.

Rolando 5: si prede troppe libertà con il pallone tra i piedi quando è ultimo uomo che fanno venire i capelli bianchi. Klose fa venir fuori tutte le sue incertezze e paure.

Ranocchia 4,5: perde Klose sul gol senza nessuna scusante. Pasticcione in fase di impostazione e poco accorto in quella difensiva. Pensare di cederlo non sarebbe una così cattiva idea…

Zanetti s.v. Dentro pochi minuti al posto di Ranocchia, per passare al 4-4-2.

Juan Jesus 6: dimostra di essere il più solido dei tre di dietro in assenza di Campagnaro. Compie grandi interventi e chiusure anche se soffre di amnesie colossali su cui poi deve sempre cercare di rimediare.

Jonatan 5: sulla fascia destra non si propone; inoltre non viene mai in appoggio all’isolato Palacio. Gli attaccanti vanno supportati con cross e discese, oggi non le abbiamo viste. the invisible man.

Alvarez 5,5: distratto e a tratti svogliato. Si inceppa con il pallone tra i piedi facendo ripartire i laziali. Non è quello visto nella prima parte di stagione.

Cambiasso 5: il Cuchu sia davanti alla difesa sia da regista riceve pochi palloni e quindi tutto il gioco neroazzurro non ha idee e forme. Oscurato dal pressing di Gonzalez ed Hernanes e poco considerato dai suoi compagni.

Kuzmanovic 4,5: prestazione disastrosa dell’ex Stoccarda. Mettersi le mani nei capelli è poco, forse meglio coprirsi gli occhi risparmiandosi lo scempio. Non solo perde troppi palloni, va fuori posizione disturbando i partner di reparto.

Kovacic 5: questa volta non riesce a dare un cambio di ritmo all'azione interista, commette errori di misura non da lui.

Nagatomo 6: il giapponese gioca bene e corre molto sulla sinistra. Impegna Berisha con un gran tiro sotto la traversa. Ci mette la cattiveria giusta, ma da solo non può far molto.

Guarin 5: nervoso e poco incisivo. Nessun Dribbling e ripartenza alla Guarin. Quando non riesce ad imporre il suo gioco difficilmente l’inter gioca bene.

Palacio 5: ha ancora in testa il gol segnato nel derby. Le vacanze di Natale gli hanno fatto male: perde quella lucidità sotto porta che lo ha contraddistinto come bomber letale.

Milito s.v.: il suo rientro e l’unica nota positiva della gara. Ecco la prima punta che Mazzarri cercava. Ha bisogno di mettere minuti nelle gambe.

(Francesco Ballerini)

© Riproduzione Riservata.