BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Italia-Azerbaijan 2-1: i voti della partita (qualificazioni Euro 2016, 10 ottobre 2014)

Le pagelle di Italia-Azerbaijan, partita valida per la seconda giornata delle qualificazioni a Euro 2016 (gruppo H): i voti della sfida disputata allo stadio Barbera di Palermo

(dall'account Twitter ufficiale FIFAcom) (dall'account Twitter ufficiale FIFAcom)

L'Italia parte aggressiva nella sfida contro l'Azerbaijan. La prima occasione arriva dopo pochi minuti quando Marchisio spara alto un pallone che gli viene servito al centro dell'area di rigore. Gli azzurri continuano a lavorare bene sulle corsie, con Immobile che gioca largo a destra e Zaza che viene incontro a prendersi il pallone. Gli azzurri sono pericolosi davanti ma ci provano troppo spesso solo da fuori, prima con Immobile e poi con De Sciglio. Altra buona occasione arriva dalla testa di Bonucci  che si era infilato in area di rigore sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Sempre su una palla messa dentro da Pirlo è Ranocchia ad alzarla di poco sopra la traversa. Il gol arriva con un colpo di testa di Chiellini che anticipa l'uscita improbabile del portiere azero. All'intervallo gli azzurri sono in vantaggio 1-0. Nella ripresa la squadra di Conte parte forte e vuole trovare il raddoppio, non ha grandissime occasioni la squadra che però cerca la porta con continuità. La migliore arriva con una rovesciata di Zaza, servito dentro da Bonucci, che però termina al lato. Buona anche la gara del romanista Florenzi che in un paio di occasioni è veramente pericoloso con i suoi tiri da fuori. E' così che l'Azerbaijan pareggia la gara. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo Chiellini la mette dentro la sua porta e Buffon la devia per un autorete che sa veramente di beffa. Conte allora cambia inserisce Giovinco e Candreva per Florenzi e Darmian. Proprio Giovinco accende la gara. Prima serve ancora Chiellini che raddoppia per il 2-1, che sarà poi definitivo. Il talento della Juventus poi salta un paio di giocatori mandando dentro Immobile che però non arriva sul pallone e poi con un tiro a giro coglie in pieno la traversa. E' stata una buona Italia che ha vinto meritatamente, ma stava sprecando tutto.

Partita equilibrata e di grande spessore soprattutto fisico, la squadra però rischia di buttare tutto al vento con un errore a pochi minuti dalla fine. Gara che ha regalato anche bei numeri e spettacolo davanti, con le rovesciate di Zaza e le giocate di Giovinco.  

L'Italia gioca bene nel primo tempo, con un pò di sfortuna però non riesce a trovare il raddoppio e prende il pareggio. Arriva poi il gol beffa, ma gli azzurri hanno carattere e grande volontà e trovano il pareggio. Non riescono davanti i nostri a essere cattivi.

Fanno una partita intelligente gli azeri e quasi quasi strappano il pareggio, alla fine prevale però la qualità degli avversari e la loro cattiveria sotto porta.

Usa troppo facilmente il cartellino giallo come quando ammonisce Pirlo per un normale fallo in mezzo al campo. Alla fine non deve prendere decisioni importanti;

L'Italia parte aggressiva nella sfida contro l'Azerbaijan. La prima occasione arriva dopo pochi minuti quando Marchisio (6.5) spara alto un pallone che gli viene servito al centro dell'area di rigore. Gli azzurri continuano a lavorare bene sulle corsie, con Immobile (5.5) che gioca largo a destra e Zaza (6) che viene incontro a prendersi il pallone. Gli azzurri sono pericolosi davanti ma ci provano troppo spesso solo da fuori, prima con Immobile e poi con De Sciglio (6.5). Altra buona occasione arriva dalla testa di Bonucci (6.5) che si era infilato in area di rigore sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Sempre su una palla messa dentro da Pirlo (7) è Ranocchia (6.5) ad alzarla di poco sopra la traversa. Il gol arriva con un colpo di testa di Chiellini (6.5) che anticipa l'uscita improbabile del portiere azero. All'intervallo gli azzurri sono in vantaggio 1-0.
- Partita che regala poche emozioni nel complesso, con l'Azerbaijan chiuso dentro l'area di rigore e l'Italia a far girare il pallone cercando spazio;  - Tante soluzioni, ma poca lucidità davanti con Zaza e Immobile che fanno tanto movimento ma hanno poca lucidità; - Il fantasista della Juventus serve molti palloni dentro per cercare di trovare l'occasione giusta per far passare in vantaggio i suoi. Su uno dei suoi calci d'angolo arriva il gol del vantaggio azzurro; - Troppo superficiale e frettoloso davanti, calcia da fuori con poca precisione e scarsa attitudine alla porta. La rete arriva da un difensore, con gli attaccanti che oggi non sono riusciti a fare male all'avversario davanti;  - Squadra bene organizzata in fase difensiva, dimostra pochissima forza nel ripartire e nelle azioni offensive. Gara con un solo risultato disponibile; - La squadra azera regge e subisce poco su azione, le migliori occasioni arrivano solo su calci da fermo così come il gol; - Sembra anche piuttosto autoritario tra i pali, anche se gli azzurri tirano poco verso la sua porta. Uscita da principiante sul gol di Chiellini; - Usa troppo facilmente il cartellino giallo come quando ammonisce Pirlo per un normale fallo in mezzo al campo.