BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Polonia-Germania / Dove seguirla in streaming video e diretta tv, risultato della partita. Le formazioni (11 ottobre, qualificazioni Europei 2016)

Polonia Germania streaming video diretta tv, risultato live della partita valida per la seconda giornata del gruppo D di qualificazione agli Europei 2016. Si gioca a Varsavia alle ore 20:45

Jerome Boateng e Robert Lewandowski: compagni nel Bayern Monaco, avversari stasera (Infophoto)Jerome Boateng e Robert Lewandowski: compagni nel Bayern Monaco, avversari stasera (Infophoto)

Sono ormai pronte a scendere in campo Polonia e Germania, che alle ore 20.45 si affrontano a Varsavia in una partita valida per il gruppo D delle qualificazioni europee, probabilmente la più attesa della giornata di oggi. Ecco dunque le scelte dei due allenatori: le formazioni ufficiali delle due squadre. Polonia: Szczesny; Szukala, Jodlowiek, Wawrzyniak, Glik, Piszczek, Krychowiak, Grosicki, Rybus, Milik, Lewandowski. All. Nawalka. Germania: Neuer; Hummels, Durm, Rudlger, Boateng, Bellarabi, Kroos, Gotze, Kramer, Schurrle, T. Muller. All. Low.

Alle ore 20:45 di questa sera lo Stadio Nazionale di Varsavia ospita Polonia-Germania, partita valida per la seconda giornata del gruppo D delle qualificazioni agli Europei 2016. La situazione nel girone è piuttosto complessa: ci sono due squadre che dovrebbero essere le cenerentole di questo raggruppamento concedendo punti “facili”, i tedeschi restano chiaramente i favoriti e non dovrebbero fallire la qualificazione (anche perchè passano direttamente le prime due) ma la Polonia rischia molto perchè altre due nazionali possono dare fastidio e magari costringere i biancorossi a giocarsi un pericoloso playoff. Al momento comunque entrambe sono a punteggio pieno avendo vinto la prima partita; la Germania, alla prima uscita ufficiale dopo aver vinto i Mondiali, ci ha messo un po’ a mettere da parte le emozioni e ha faticato, tuttavia prendendosi i tre punti. Per presentare la storia di questa partita basterebbe forse citare la grande rivalità (e qualcosa di più) a livello storico: la Polonia, invasa dalla Germania nazista nel 1939, tra tedeschi e russi ha solo da scegliere in quanto a rancore che affonda negli anni. Poi ci sono i precedenti sportivi: il primo data ottobre e novembre 1971, qualificazioni agli Europei 1972. La Germania vinse 3-1 a Varsavia con doppietta di Gerd Muller e rete di Grabowski, poi pareggiò 0-0 ad Amburgo. C’è uno 0-0 nella fase a gironi del Mondiale 1978 mentre gli incroci più recenti datano 14 giugno 2006 (girone eliminatorio del Mondiale che la Germania giocò in casa, risolse Neuville in pieno recupero) e 8 giugno 2008, sempre girone ma degli Europei con la doppietta di Lukas Podolski a decidere. Il precedente più famoso e significativo è però quello dei Mondiali 1974, giocato il 3 luglio a Francoforte. Era il secondo girone ma, vista la decisività della sfida, di fatto si trattò di una semifinale. La Polonia era fortissima e, nonostante la Germania non avesse nulla da invidiare essendo plasmata sul Bayern Monaco che dominava in Europa, da più parti si diceva che il fraseggio polacco avrebbe potuto avere la meglio. Se non che prima della partita cadde una pioggia torrenziale che ritardò il calcio d’inizio, e gli addetti al campo contribuirono bagnando ancora di più il terreno di gioco per renderlo pesante e insidioso. La Polonia fu resa inoffensiva e i tedeschi, cui sarebbe bastato un pareggio, vinsero grazie al gol di Gerd Muller a un quarto d’ora dalla fine. Ad aumentare ancor più l’acredine ci sono i calciatori di origine polacca che hanno scelto la nazionalità tedesca e sono stati, o lo sono tuttora, protagonisti con la maglia della Germania: da Miroslav Klose a Lukas Podolski passando per Piotr Trochowski e Tim Borowski. La corsa della Germania verso l’Europeo è iniziata con il 2-1 del Westfalenstadion contro la Scozia. Non è forse un caso che i tedeschi abbiano scelto quello che da sempre considerano il loro fortino per la prima uscita ufficiale dopo aver vinto i Mondiali: questa partita era la loro festa per il trionfale mese in Brasile. Tuttavia hanno rischiato di rovinarla, ci hanno messo un po’ per aver ragione degli scozzesi che hanno venduto cara la pelle. L’importante per Joachim Loew è aver preso i tre punti; il nuovo corso della Germania è ripartito senza grandi giocatori come Philipp Lahm e Miroslav Klose che hanno dato l’addio alla nazionale, ma con nomi che sono già dei veterani perchè da queste parti già a vent’anni si può essere titolari rappresentando il proprio Paese. L’Europeo per i tedeschi è tabù dal 1996: hanno vinto il terzo battendo in finale la Repubblica Ceca, ma hanno anche perso - come ai Mondiali - tante finali e dopo quel trionfo non sono più riusciti a centrare grandi risultati, tornando a giocare la partita per il titolo soltanto nel 2008. Di certo sta peggio la Polonia: agli Europei si è qualificata nel 2008 ed è stata nazione ospitante quattro anni più tardi, ma è sempre stata eliminata al primo turno. I migliori risultati di questa squadra restano i terzi posti ai Mondiali del 1974 e 1982; la Nazionale ha avuto il suo momento di gloria ormai 40 anni fa e poi non è più riuscita a produrre un gruppo competitivo, tanto che ai Mondiali ci è tornata soltanto tre volte nelle successive otto edizioni a quella spagnola e al torneo continentale quella del 2008 è stata la prima qualificazione alla fase finale. Ora ci sono i Piszczek, i Blaszczykowski (che però è ancora infortunato) e i Lewandowski, cresciuti ed esplosi proprio in Germania (nel Borussia Dortmund), ma questo non basta; tuttavia il 7-0 a Gibilterra nella partita di esordio ha dato una buona autostima (al di là della pochezza di un avversario alla prima partita ufficiale della sua storia) e la qualificazione potrebbe essere fattibile, magari anche attraverso i playoff. Non ci resta allora che assistere a questa partita per vedere come andrà a finire; la Polonia giocando in casa ha un’ottima occasione per provare almeno a pareggiare, così da prendersi un punto che potrebbe risultare molto pesante nella corsa alla fase finale in Francia. Intanto le info per la diretta tv: per seguire questa partita dovete andare su Sky Sport 1, canale 201 del satellite con possibilità gratuita per tutti gli abbonati dello streaming video attraverso l'applicazione Sky Go. Telecronaca di Andrea Marinozzi, commento tecnico di Daniele Adani; su Sky SuperCalcio (canale 205) andranno in onda gli highlights in tempo reale da tutti i campi collegati, Pietro Nicolodi racconterà le azioni salienti di Polonia-Germania. Sul sito ufficiale www.uefa.com c'è il live score per tutte le informazioni su risultato ed eventuali marcatori, e gli aggiornamenti non mancheranno nemmeno sulle pagine ufficiali dei social network. La UEFA mette a disposizione facebook.com/uefacom (Facebook) e @UEFAcom (Twitter), la Germania ha i profili facebook.com/DFBTeam e @DFB_Team, la Polonia facebook.com/LaczyNasPilka e @laczynaskobieca. Parola dunque al campo: la diretta di Polonia-Germania, seconda giornata del gruppo D di qualificazione agli Europei 2016, sta per cominciare...

© Riproduzione Riservata.