BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Catania-Bari (2-3): i voti della partita (Serie B 2014-2015 8^ giornata)

Le pagelle di Catania-Bari, partita valida per l'ottava giornata del campionato di Serie B 2014-2015: i voti del match disputato allo stadio Angelo Massimino domenica 12 ottobre 2014

(dall'account Twitter ufficiale @Catania) (dall'account Twitter ufficiale @Catania)

Il Bari vince a Catania 3a2 e scaccia la crisi. Siciliani fischiati e contestati. La gara si accende subito al 4': Sciaudone lascia partire un cross preciso per Caputo che trafigge Anania con un colpo di testa perentorio. Pochi minuti dopo la risposta dei Siciliani con Marcelinho che sfiora il pareggio con un tiro al volo da fuori area poco alto sopra traversa. Al 12' assist di Marcelinho per Leto in area che spreca da pochi passi. Cinque minuti dopo occasione per il Bari con De Luca che impegna da fuori Anania con un gran tiro. Al 18' Candussio fischia un penalty in favore dei rossoazzurri dopo un fallo di Sciaudone su Martinho: dagli 11 metri va Rosina e non sbaglia. Dieci minuti dopo Anania è ancora protagonista e si oppone ad una iniziativa insidiosa di Romizi. Al 29' Leto impegna Donnarumma, i ritmi restano molto elevati e al 31' il Bari si riporta in vantaggio con De Luca pronto a sfruttare l'uscita a vuoto di Anania. Nella ripresa il Bari parte subito forte e aumenta il divario dagli avversari grazie ad uno splendido gol dal limite di De Luca che firma il tris con un violento tiro angolato. Al 53' la risposta del Catania con Calaiò, l'attaccante rossoazzurro impensierisce Donnarumma con una 'zampata' pericolosa. Dieci minuti dopo è ancora l'arciere a rendersi pericoloso con una girata improvvisa. Al 65' Marcelinho viene spintonato in area da Defendi e l'arbitro assegna nuovamente un calcio di rigore che Rosina trasforma. Il Bari risponde con il solito Stevanovic che lancia in area Stoian con un cross perfetto ma per la difesa del Catania è solo una spavento. Il finale è infuocato, i padroni di casa si spingono tutti in avanti ma il Bari alza il muro difensivo con ordine. Nel recupero tanti fischi da parte della curva etnea che al triplice fischio fa partire la contestazione nei confronti di squadra e società. Bella partita, aperta e ricca di occasioni. Il risultato ha premiato il Bari che ha giocato con grande personalità e convinzione. Situazione più preoccupante, invece, per il Catania. I rossoazzurri hanno mostrato un atteggiamento propositivo per tutti i 90 minuti e hanno cercato di raddrizzare il risultato in ogni modo. Il Bari però è stato più bravo ad approfittare di alcune disattenzioni difensive dei Siciliani, troppo fragili e distratti in più occasioni. La squadra di Mangia ha tenuto l'intensità alta fino all'ultimo e si è ben comportata in tutte le varie fasi del gioco. La differenza è stata decretata in mezzo al campo. La truppa Pugliese ha sputo sfruttare una maggiore abilità nel fraseggio e nel recupero palla. Arbitraggio puntuale e deciso. Buona la collaborazione con gli assistenti, così come il dialogo tra il direttore di gara e i calciatori.

Bel primo tempo al 'Cibali' tra Catania e Bari. Tante emozioni e 3 gol, con i Pugliesi avanti per 2-1. La gara si accende subito al 4': Sciaudone lascia partire un cross preciso per Caputo che trafigge Anania con un colpo di testa perentorio. Pochi minuti dopo la risposta dei Siciliani con Marcelinho che sfiora il pareggio con un tiro al volo da fuori area  poco alto sopra traversa.  Al 12' assist di Marcelinho per Leto in area che spreca da pochi passi. Cinque minuti dopo occasione per il Bari con De Luca che impegna da fuori Anania con un gran tiro. Al 18' Candussio fischia un penalty in favore dei rossoazzurri dopo un fallo di Sciaudone su Martinho: dagli 11 metri va Rosina e non sbaglia. Dieci minuti dopo Anania è ancora protagonista e si oppone ad una iniziativa insidiosa di Romizi. Al 29' Leto impegna Donnarumma, i ritmi restano molto elevati e al 31' il Bari si riporta in vantaggio con De Luca pronto a sfruttare l'uscita a vuoto di Anania. Finale di primo tempo infuocato con il Bari di Mangia che conquista il possesso palla e protegge il vantaggio. Tanti gol e tante emozioni. Gran partita a ritmi elevati nonostante il grande caldo. Ci attende un secondo tempo altrettanto combattuto ed imprevedibile. Quando accelera può far male. Va un pò a strappi ma sembra in partita. Si perde Caputo in occasione del primo gol. Erroraccio letale. Brillante, veloce ed intraprendente. C'è sempre lui nelle azioni offensive baresi. Esegue il compitino con abnegazione ma va in affanno sulle accelerazioni offensive avversarie Pugno duro e dialogo. Decisioni sagge e corrette. Giusto il penalty assegnato al Catania