BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Video Lettonia-Turchia (risultato finale 1-1): gol, sintesi e highlights della partita (13 ottobre, qualificazioni Europei 2016)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Dall'account ufficiale facebook.com/futbols  Dall'account ufficiale facebook.com/futbols

VIDEO LETTONIA-TURCHIA (RISULTATO FINALE 1-1): GOL SINTESI E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA (13 OTTOBRE, QUALIFICAZIONI EUROPEI 2016) - La partita tra Lettonia e Turchia, valida per il gruppo A delle qualificazioni a Euro 2016, si è conclusa con il risultato finale di 1-1. Entrambi i gol nel secondo tempo: al 47' minuto il centrocampista turco Bilal Kisa, subentrato al 40' all'infortunato Ozyakup, ha portato in vantaggio gli ospiti con una sassata da lontano che ha sorpreso il portiere lettone Kolinko. Al 54' però Ozan Tufan ha commesso fallo in scivolata ai danni di Visnakovs: calcio di rigore per la Lettonia e trasformazione dal dischetto dell'attaccante classe 1994 Valerijs Sabala. Il punto serve più alla Lettonia che si porta a 2 punti nella classifica del gruppo A, comandato dalla coppia Repubblica Ceca-Islanda a quota 9; l'Olanda si trova a 3 punti, la Turchia invece è ancora sul fondo assieme al Kazakhstan con 1 punto. Prossima giornata, la quarta, domenica 16 novembre: le partite in programma sono Olanda-Lettonia (ore 18:00), Repubblica Ceca-Islanda (20:45), Turchia-Kazakhstan (20:45). CLICCA QUI PER IL VIDEO DI LETTONIA-TURCHIA (1-1): GOL SINTESI E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA (13 OTTOBRE, QUALIFICAZIONI EURO 2016)

LETTONIA-TURCHIA: DOVE SEGUIRLA IN STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, RISULTATO LIVESCORE DELLA PARTITA (13 OTTOBRE 2014, QUALIFICAZIONI EUROPEI 2016 GRUPPO A) - Lettonia-Turchia si gioca allo Skonto Stadions di Riga alle ore 20:45 di questa sera, ed è valida per la terza giornata del gruppo A di qualificazione agli Europei 2016. Dentro o fuori per gli ospiti: non vincere significherebbe abbandonare tutti i sogni di un ritorno alla fase finale del torneo. Sono zero i punti per la nazionale guidata da Fatih Terim, che ha vissuto l’ultimo grande exploit con il terzo posto all’Europeo 2008 ma poi ha vissuto un tremendo calo e adesso si trova a lottare per non rimanere già tagliata fuori dal discorso. La Lettonia ha ovviamente poche pretese; per il momento gioca per provare a conquistare qualche vittoria di prestigio, studiando quello che succede in altre realtà che, una volta cenerentole e nulla più, adesso lottano per un posto al sole. Come l’Islanda, che peraltro ha banchettato su questo campo tre giorni fa, vincendo 3-0 e lasciando la piccola repubblica baltica con un solo punto in classifica, fanalino di coda insieme al Kazakhstan. Le due nazionali in campo questa sera si erano già incrociate nell’autunno del 2003, qualificazioni agli Europei 2004: la Lettonia vinse 1-0 a Riga con un gol di Maris Verpakovskis, impose il 2-2 a Istanbul e clamorosamente si qualificò per la fase finale del campionato, dove tra le altre cose riuscì a fermare la Germania sullo 0-0. Rimane quello il grande exploit dei lettoni, che non sono mai più riusciti a mantenere quel livello. Non è prevista alcuna diretta televisiva per questa partita, ma su Sky SuperCalcio (canale 205 del satellite) la voce di Antonio Nucera, che si passerà la linea con i colleghi sugli altri campi, racconterà in tempo reale highlights e azioni salienti da Riga; il programma è a disposizione anche in streaming video, gratuito per tutti gli abbonati, con l’applicazione Sky Go. Non mancheranno poi gli aggiornamenti e le informazioni sulle pagine ufficiali dei social network; la UEFA mette a disposizione i profili facebook.com/uefacom e @UEFAcom mentre, sempre su Facebook e Twitter, ci sono i profili delle due nazionali che giocano questa sfida. La Lettonia ha il profilo facebook.com/futbols e l’account Twitter che trovate all’indirizzo @kajbumba, mentre per la Turchia c’è il profilo facebook.com/TurkFootball1 e il corrispettivo Twitter @Turkish_Futbol CLICCA QUI PER I RISULTATI LIVE DELLE PARTITE DI QUALIFICAZIONE AGLI EUROPEI 2016


  PAG. SUCC. >