BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Video Danimarca-Portogallo (risultato finale 0-1): gol sintesi e highlights della partita (14 ottobre 2014, qualificazioni Euro 2016)

Video Danimarca Portogallo (risultato finale 0-1): i gol, la sintesi e gli highlights della partita valida per il gruppo I di qualificazione agli Europei 2016. Ronaldo salva la sua nazionale

Foto Infophoto Foto Infophoto

Il Portogallo espugna Copenaghen, batte la Danimarca 1-0 e si rimette in piena corsa per la qualificazione agli Europei 2016, perchè adesso nel gruppo I ha 3 punti contro i 4 dei danesi e dell’Albania. Fernando Santos ottiene la prima vittoria sulla panchina della nazionale e deve sostanzialmente tutto a Cristiano Ronaldo, la cui assenza contro l’Albania si era fatta sentire eccome. Nel match di ieri il fenomeno del Real Madrid si è quasi messo in proprio; nel primo tempo i lusitani hanno dominato ma prima CR7 (parata di Kasper Schmeichel) e poi Nani (colpo di testa fuori bersaglio su gran cross di Ronaldo) non hanno segnato. E così la Danimarca ha sfiorato la beffa quando un destro a giro di Krohn-Dehli ha superato Rui Patricio ma si è stampato sul palo. Nel secondo tempo il Portogallo, cui la vittoria serviva maggiormente, ha spinto ancora ma Schmeichel si è superato nuovamente; ancora Krohn-Dehli ha fatto tremare Rui Patricio con un destro fuori di niente. Fino al gran colpo: minuto 95, Quaresma fa doppio passo, prende il fondo a destra e mette in mezzo uno splendido pallone, Cristiano Ronaldo salta sulla testa di Kjaer e approfitta della brutta uscita di Kasper Schmeichel e realizza il gol che tiene in vita la sua nazionale.

Il Copenaghen Stadium ospita questa sera alle ore 20:45 Danimarca-Portogallo, partita valida per la terza giornata del gruppo I di qualificazione agli Europei 2016 e diretta dall’arbitro tedesco Felix Brych. Siamo nel girone a cinque squadre; cambia poco perchè si qualificano sempre le prime due, ma c’è il vantaggio di avere meno avversarie con, rovescio della medaglia, lo svantaggio di non avere troppe cenerentole a garantire punti assicurati. La situazione delle due squadre al momento non è del tutto rosea; certo la Danimarca è messa meglio perchè ha 4 punti, mentre il Portogallo deve immediatamente risalire la corrente avendo perso, in casa contro l’Albania, nell’unico impegno finora disputato (alla seconda giornata ha riposato). Negli ultimi tempi i lusitani si sono sempre qualificati alle grandi manifestazioni e anzi hanno raggiunti risultati importanti nelle fasi finali, ma ora sono in un periodo di rinnovamento e dunque devono ancora trovare il giusto amalgama di una squadra che potrebbe anche fallire il grande appuntamento. Tanti precedenti tra queste due nazionali: 13, comprendendo anche le amichevoli. In vantaggio netto il Portogallo con 8 vittorie contro 3, i pareggi sono due. Il primo incrocio nelle qualificazioni agli Europei 1972 e i portoghesi le vinsero entrambe con un 6-0 complessivo; l’ultimo nella prima fase degli Europei 2012 quando fu un bellissimo 3-2 firmato Pepe, Helder Postiga e Varela (nel finale), Bendtner (doppietta) per i danesi, che avevano vinto 2-1 nel ritorno delle qualificazioni a quello stesso torneo, a Copenaghen (mentre a Porto avevano vinto i lusitani per 3-1). La partita è in diretta su Sky Sport 1 e Sky Calcio 1, che trovate rispettivamente ai canali 201 e 251 del satellite; per tutti gli abbonati sarà inoltre disponibile lo streaming video con Sky Go, applicazione attivabile su PC, tablet e smartphone. La telecronaca è di Riccardo Trevisani con il commento tecnico di Daniele Adani; tutti coloro che volessero rimanere sintonizzati con i risultati degli altri campi dovranno andare su Sky SuperCalcio (canale 205) dove è in onda Diretta Gol, con gli highlights in tempo reale da tutti i campi collegati in serata. La voce di Federico Zancan racconterà le fasi salienti del match di Copenaghen. Non mancheranno poi gli aggiornamenti e le informazioni sulle pagine ufficiali dei social network; la UEFA mette a disposizione i profili facebook.com/uefacom e @UEFAcom mentre, sempre su Facebook e Twitter, ci sono i profili delle due nazionali che giocano questa sfida. La Danimarca è presente su Twitter con l’accpunt che trovate a @DBUFodbold, mentre per quanto riguarda il Portogallo ci sono la pagina facebook.com/selecoesportugal e il profilo Twitter @selecoes_portug. La Danimarca ha 4 punti in classifica. Alla prima giornata ha sofferto, è andata sotto contro l’Armenia ma poi è riuscita a sfruttare la maggiore superiorità e il fattore campo per imporsi con i gol di Hojbjerg e Kahlenberg. Lo scorso sabato è andata meno bene: l’Albania è passata in vantaggio, ancora una volta i danesi hanno recuperato (con Vibe) ma non sono poi riusciti a girare il risultato. Restano comunque ampiamente in corsa per la qualificazione, anche senza passare dai playoff; questo infatti è un girone che non ha un rapporto di forze troppo definito, può essere un punto a sfavore ma significa semplicemente che la nazionale di Morten Olsen può fare risultato con chiunque, soprattutto contro questo Portogallo che soffre. Gli scandinavi hanno vissuto il loro momento di gloria a cavallo tra gli Ottanta e i Novanta: prima gli ottavi di finale ai Mondiali 1986, poi il clamoroso titolo europei sei anni più tardi quando partendo da Cenerentola assoluta, qualificati d’ufficio al posto della Jugoslavia devastata dalla guerra civile (significa che avevano fallito l’accesso) si spinsero fino in finale e lì batterono la Germania. Il livello forse non è più quello, ma questa è comunque una nazionale di talento che vuole subito riscattare il fallimento delle qualificazioni mondiali (erano nel girone dell’Italia, furono la peggiore delle terze e non andarono ai playoff). Il Portogallo come detto è in un periodo di transizione; la sconfitta casalinga contro l’Albania è stata fatale a Paulo Bento, che non è stato in grado di valorizzare un gruppo di grandissimo talento ma spesso poco concreto e ha quindi lasciato la panchina a Fernando Santos, che ha fatto buone cose in patria vincendo cinque trofei con il Porto tra i Novanta e i primissimi Duemila e poi è andato in Grecia dove per quattro volte è stato nominato miglior allenatore dell’anno. Tuttavia il suo esordio è coinciso con una sconfitta: durante il turno di riposo i lusitani hanno giocato a Parigi e hanno perso 2-1 contro la Francia. Ha segnato su calcio di rigore Ricardo Quaresma, reintegrato in nazionale. Come sempre la sensazione è che manchi un attaccante di spessore, e questo è ancora più evidente quando Cristiano Ronaldo non è al massimo e in questo momento storico in cui Helder Postiga e Hugo Almeida (appena acquistato dal Cesena) non riescono a garantire continuità. Vedremo allora che partita ne verrà fuori: da perdere ha tanto o forse tutto il Portogallo, la Danimarca lo sa bene ma sa anche che il fattore campo le impone di vincere e questo a livello di aspettative potrebbe rivelarsi arma a doppio taglio. Non resta allora che mettersi comodi e, come sempre, dare la parola al campo per i novanta minuti e il verdetto finale: la diretta di Danimarca-Portogallo, terza giornata del gruppo I di qualificazione agli Europei 2016, sta per cominciare… (Claudio Franceschini) 

© Riproduzione Riservata.