BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PROBABILI FORMAZIONI / Roma-Chievo: Totti titolare! (Serie A 2014-2015 anticipo 7a giornata)

Probabili formazioni Roma-Chievo, ultime novità, 7a giornata Serie A 2014-2015: ecco le ultimissime sulla sfida in programma questa sera alle ore 18.00 fra i giallorossi e il Chievo

Foto InfophotoFoto Infophoto

La notizia più interessante sulle formazioni di Roma-Chievo, che ci arriva dall'Olimpico quando ormai manca pochissimo all'inizio dell'anticipo di Serie A, è che scenderà in campo fin dal primo minuto Francesco Totti. Dunque niente turnover in vista della Champions League per il capitano giallorosso, che guiderà regolarmente l'attacco della formazione di Rudi Garcia, desiderosa di conquistare i tre punti per riagganciare almeno temporaneamente la vetta della classifica. 

Alle ore 18.00 di oggi si giocherà la sfida fra la Roma e il Chievo all’Olimpico, prima partita della settima giornata di Serie A 2014-2015. Sulle probabili formazioni, da dire che sono sempre diversi gli assenti fra le fila giallorosse con mister Rudi Garcia che fa la conta degli infortunati. Non ci saranno, infatti, i soliti Borriello, Strootman e Balzaretti, ma anche Castan, Keita, Iturbe, oltre allo squalificato Holebas, fermato dal Giudice Sportivo per due giornate dopo la sfida contro la Juventus di due domeniche fa. Se la passa sicuramente meglio la squadra veneta, visto che mister Corini potrà contare su tutti gli effettivi ad eccezioni dei soliti Izco e Ruben Botta: il primo ha subito un trauma contusivo alla coscia e dovrebbe tornare in campo la prossima giornata, mentre per il giovane sudamericano di proprietà dell’Inter si tratta di un problema muscolare, anch’egli alla coscia, ma i tempi di recupero appaiono più incerti. 

Si avvicina Roma e Chievo e gli allenatori stanno apportando le ultime modifiche alla formazioni ufficiali che prenderanno parte alla sfida. Garcia causa defezioni ha le scelta abbastanza forzate per quanto riguarda il centrocampo. Confermato il modulo 4-3-3 con il debutto di Paredes dal primo minuto con Ucan a dispozione anche lui a caccia dei primi minuti di partita in questo campionato. In panchina ci saranno molti giovani come l'ex-promessa del Barcellona Sanabria e Somma già adoperato nelle amichevoli estive. 

Alle ore 18.00 di questa sera, in quel dello stadio Olimpico di Roma, si terrà la sfida fra i padroni di casa giallorossi e gli ospiti del Chievo, gara valevole per il settimo turno della stagione di Serie A 2014-2015. I capitolini tornano in campo dopo le lunghe e aspre polemiche susseguite alla sconfitta contro la Juventus dello Stadium. Obiettivo della banda di Garcia, riconquistare la vetta con una vittoria, in attesa poi che i bianconeri scendano in campo stasera al Mapei Stadium contro il Sassuolo. Il Chievo, dal suo canto, proverà ad ottenere almeno un punto per sbrogliare una posizione di classifica decisamente ostica.

Mister Rudi Garcia dovrà fronteggiare la solita lunghissima lista di indisponibili. Per la partita di questa sera, infatti, non ci saranno Strootman, Balzaretti e Borriello, lungodegenti, ma anche Castan, Iturbe e l’ultimo infortunato Keita, bloccatosi con la nazionale. Spazio ad un classico 4-3-3 con De Sanctis in porta, retroguardia a quattro con Maicon a destra, e Ashley Cole a sinistra favorito per una maglia da titolare su Holebas; in mezzo, spazio alla coppia Yanga-Mbiwa Astori, con quest’ultimo che torna a disposizione. A centrocampo grande novità con la cabina di regia affidata al giovane Leandro Paredes, alla prima da titolare in stagione, spalleggiato da Nainggolan e Miralem Pjanic. Infine l’attacco, con Totti a riposo in vista della sfida di Champions League contro il Bayern Monaco, affiancato da Florenzi e Adem Ljajic. Assente per squalifica Manolas, che dovrà saltare due turni dopo lo “scontro” con Morata durante la gara con la Juventus.

Il Chievo ha fino ad oggi conquistato soltanto quattro punti in sei giornate e tenterà l’impresa contro la Roma, anche se si tratterà di una sfida tutt’altro che semplice per i gialloblu. Eugenio Corini manderà in campo un 4-3-1-2 con l’ottimo Bardi fra i pali, difesa a quattro composta da Zukanovic e Dainelli coppia di centrali, con Frey sulla corsia di destra e Biraghi sul versante mancino. A centrocampo, Cofie ed Hetemaj saranno i due interni che affiancheranno Radovanovic, come al solito con in mano le chiavi della squadra. Infine l’attacco, con i tre ex milanisti Valter Birsa, in posizione di trequartista, Alberto Paloschi e Maxi Lopez. Assenti per infortunio Izco e Ruben Botta. Nessuno squalificato fra le fila gialloblu. In panchina, fra gli altri, Gamberini, Schelotto, Pellissier e Meggiorini.

Roma-Chievo Verona apre- sabato alle 18.00, la settima giornata del campionato di calcio di Serie A e Rudia Garcia, tra infortunati, squalifiche e turnover, dovrà scegliere ci gettare nella mischia per una partita che i giallorossi devono assolutamente vincere per non perdere ulteriormente il passo della Juventus dopo aver perso 3-2 a Torino lo scontro diretto. Per i capitolini, in materia di diffide, troviamo il capitano Francesco Totti, ma la bandiera della Magica non dovrebbe partire titolare: si prospetta per lui un turno di riposo. La classifica non sorride ai clivensi che dal punto di vista degli infortunati e delle squalifiche se la passano meglio e non hanno neanche nessun giocatore in diffida: ampia possibilità di scelta dunque per Eugenio Corini.

Alle ore 18 di domani si gioca Roma-Chievo, primo anticipo della settima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Si torna in campo dopo la sosta, con la Roma che avrà poi l’impegno in Champions League e si trova una squadra decimata con un centrocampo totalmente da inventare; il Chievo ha pareggiato a Empoli e proverà a fare il colpo grosso sapendo comunque che i punti salvezza non passeranno da qui. Lo scorso anno vinse la Roma 1-0, gol di Borriello: fu la decima vittoria consecutiva dall’inizio del campionato e i giallorossi registrarono un record assoluto per la Serie A.

I giallorossi sono ancora in emergenza: Rudi Garcia sperava che le cose sarebbero migliorate durante la sosta e invece di fatto sono peggiorate; in nazionale si è fermato Seydou Keita che nonostante un dolore al polpaccio ha giocato e ora rischia un mese di stop, mentre Iturbe ha subito una botta contro la Juventus e dovrebbe rimanere precauzionalmente a riposo in vista della supersfida al Bayern Monaco. Lo stesso per Daniele De Rossi, che prova a stringere i denti ma al massimo sarà in panchina; in mezzo al campo dovrebbe dunque esserci l’esordio da titolare per il giovane Leandro Paredes - a meno che il tecnico francese non decida di utilizzare Salih Uçan, che però non è al top della condizione - mentre Florenzi andrà a comporre il tridente con Totti (si gioca la maglia con Destro) e Gervinho. In difesa è recuperato Astori, che va in mezzo con Yanga-Mbiwa al posto dello squalificato Manolas (il greco salterà anche la prossima); Leandro Castan potrebbe farcela per la panchina, sulle corsie Maicon-Ashley Cole a meno che non si decida per Holebas, così da avere il laterale inglese al 100% per la Champions League. Galvanizzato Radja Nainggolan, che arriva dalla rete realizzata con il suo Belgio contro la Bosnia di Pjanic; i due saranno titolari in mezzo. 

Eugenio Corini deve rinunciare a due uomini: Izco ha un trauma contusivo alla coscia, esattamente come Ruben Botta. Non recuperano e non saranno della partita; al posto del centrocampista ex Catania dovrebbe essere titolare Cofie, con la conferma di Radovanovic in qualità di perno davanti alla difesa e il solito Hetemaj che si occuperà degli inserimenti senza palla. Davanti a Bardi Dainelli-Zukanovic (preferito probabilmente a Cesar e Gamberini) sarà la coppia centrale con Nicolas Frey e il giovane Biraghi che agiranno sulle corsie, provando a far rimanere bassi gli avversari giallorossi; in questo Corini dovrà chiedere un atteggiamento non troppo rinunciatario per evitare di farsi schiacciare, particolare attenzione soprattutto su Biraghi che trovandosi sulla stessa fascia di Gervinho dovrà preoccuparsi di contenerlo. Nello schema gialloblu dovrebbe essere previsto il trequartista: se così fosse Birsa si posizionerà alle spalle di Maxi Lopez e Paloschi, in caso contrario sarà possibile vedere il tridente e allora solo una delle due punte sarà in campo, con Schelotto e Lazarevic (o Meggiorini) che potrebbero essere gli esterni designati.