BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni / Genoa-Empoli: Laurini ko, le alternative (Posticipo Serie A, 20 ottobre 2014, 7^ giornata)

Probabili formazioni Genoa-Empoli, ultime novità, Serie A 2014-2015, posticipo 7a giornata: si chiuderà questa sera la settima giornata del massimo campionato calcistico italiano

Lo stadio di Marassi (Infophoto) Lo stadio di Marassi (Infophoto)

Manca poco alla partita Genoa-Empoli e gli allenatori stanno apportando le ultime modifiche alla formazioni ufficiali della sfida. Tra i tanti assenti si fa notare anche l'assenza per l'Empoli del difensore Laurini, quindi spazio per la retroguardia a  Hysaj, Tonelli, Rugani, Mario Rui. Anche per Gasperini non mancano i dubbi in difesa per la sostutuzione di Roncaglia, che saranno fugati all'ultimo. 

Genoa-Empoli, insieme a Inter-Napoli, chiude alle 20.45 la settima giornata d’andata della Serie A 2014-2015. Dopo aver perso il derby il Grifone si è rialzato a Parma vincendo una rocambolesca partita, mentre l’Empoli ha finalmente trovato la prima gioia asfaltando al Castellani il Palermo. Ora si trovano di fronte e a Marassi ci si aspetta una bella partita. Gli allenatori, alla vigilia dell’impegno, possono godere di due rose completamente sane: nessun giocatore è infortunato; si registra la sola squalifica di Roncaglia nelle fila dei padroni di casa. Per quanto concerne invece il capitolo dei diffidati si segnala la posizione a rischio di Sturaro, che nel caso di cartellino giallo salterà la prossima partita. Non corre di questi problemi Sarri, che a differenza di Gasperini, non ha alcun calciatore in diffida. 

La partita dello stadio Marassi delle ore 20.45 di lunedì chiuderà la settima giornata di Serie A. In campo il Genoa di Gasperini e l’Empoli d Sarri. Rossoblu che non potranno fare affidamento sul centrale di difesa Roncaglia, squalificato per una giornata. Assenti anche Fetfatzidis, colpito da una fastidiosa pubalgia, e Sturaro, che si è infortunato al ginocchio sinistro e che dovrebbe stare fermo ai box ancora due/tre settimane. Fuori gioco anche Kucka che si è infortunato con la Slovacchia. Per l’Empoli, invece, assente solamente Laurini, che ha riportato un problema al flessore che dovrebbe comunque risolversi in tempi brevi, visto che il suo recupero è previsto già per l’ottava giornata di campionato, quella in programma il prossimo weekend. 

Si concluderà questa sera, alle ore 20.45, la settima giornata di Serie A. In quel dello stadio Marassi di Genova di scena la sfida fra i padroni di casa del Genoa e l’Empoli. Il club rossoblu si trova attualmente a metà classifica con otto punti sin qui conquistati e in caso di successo potrebbe fare un bel balzo in avanti appaiando il Napoli e l’Hellas Verona, entrambe a quota 11. Sta bene anche l’Empoli che ha fin qui conquistato sei punti in sei giornate, e che in caso di vittoria in esterna andrebbe addirittura ad eguagliare Inter e Fiorentina.

Il tecnico del Genoa, Gasperini, pensa ad un 3-4-3 per la sfida in programma questa sera. In porta andrà come al solito il giovane Perin, mentre in difesa, Marchese sarà il baluardo centrale, spalleggiato da Luca Antonini e Nicolas Burdisso, per una retroguardia decisamente atipica. A centrocampo, Rincon e Bertolacci si posizioneranno in cabina di regia, pronti ad avere in mano il pallino del gioco ma anche a schermare la difesa. Sulle due corsie, invece, agiranno Edenilson a destra e Luca Antonelli a sinistra. Infine l’attacco, con Alessandro Matri prima punta, spalleggiato da Lestienne e Diego Perotti. Gasperini non potrà contare su Facundo Roncaglia, squalificato, nonché sul trio di infortunati Sturaro, Fetfatzidis e Kucka.

Sta decisamente meglio rispetto al Genoa l’Empoli di Maurizio Sarri. Il tecnico toscano, infatti, si presenterà all’appuntamento dello stadio Marassi di Genova con un solo indisponibile, Laurini, fermo ai box per infortunio. L’Empoli dovrebbe scendere in campo con un 4-3-1-2 con Sepe fra i pali, retroguardia a quattro composta da Hysaj e Mario Rui, rispettivamente terzino destro e sinistro, con la coppia di centrali composta da Tonelli e Rugani. A centrocampo, Valdifiori agirà in cabina di regia, spalleggiato dai due interni Matias Vecino e Croce. Infine l’attacco, con il giovane Verdi in posizione di trequartista alle spalle del duo formato da Maccarone e l’ottimo Pucciarelli. Solo panchina per Ciccio Tavano così come per Diego Laxalt, giovane sudamericano di proprietà Inter.

Si avvicina Genoa Empoli ma per la squadra di Gasperini ci sono brutte notizie. Infatti la formazione studiata dovrà essere rivista per l'assenza forzata di Kucka per infortunio rimediato in Nazionale. Difficile sia presente stasera  nella partita contro l'Empoli. Linea mediana da rivedere quindi per il tecnico del Genoa che perde una della pedine fondamentali per i suoi schemi. In dubbio la presenza si Sturaro, si scalda Bertolacci candidato a sostituirlo dal primo minuto. 

A settima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Una partita molto interessante tra due formazioni che non si trovano nelle prime posizioni della classifica (8 punti il Grifone, 6 i toscani) ma giocano bene e puntano a qualcosa in più di una semplice salvezza. Genoa-Empoli sono in fiducia avendo vinto la loro partita prima della sosta e ora proveranno a tenere viva la striscia. Al Ferraris arbitra il signor Andrea Cervellera, che ha solo 6 direzioni in Serie A. Di seguito tutte le news e le probabili formazioni di Genoa Empoli.

Soliti dubbi per Gian Piero Gasperini, che riguardano più che altro il tridente offensivo dove ancora una volta è assente Fetfatzidis. Questa volta Lestienne e Diego Perotti sembrano i principali indiziati a partire dal primo minuto, pur se non si può escludere Iago Falque e lo stesso Kucka, che pure è reduce dal doppio impegno con la Slovacchia (ha anche segnato) e quindi non può essere al 100%. Dietro le cose sono un po’ più chiare: con Sturaro indisponibile, in mezzo al campo andranno Rincon e Bertolacci (potrebbe avere una possibilità Leandro Greco che però rispetto alla passata stagione gioca molto meno) con Edenilson e Antonelli a spingere sulle corsie e ovviamente dare una mano alla retroguardia. Nella quale giocano i titolari: Burdisso, De Maio e Marchese, con Roncaglia squalificato (espulso contro il Parma) e Antonini che non è ancora al top. In attacco invece il solito ballottaggio dovrebbe ancora una volta favorire Matri (autore del gol decisivo al Tardini) rispetto a Pinilla.

Squadra che vince non si cambia, Maurizio Sarri lo sa bene e per questo motivo mantiene invariati i suoi 11. L’unico ballottaggio riguarda l’attacco: Tavano-Maccarone-Pucciarelli, sono in tre per due maglie ma è probabile che il numero 20 sia in campo perchè arriva da tre gol consecutivi e il suo allenatore vuole sfruttare il momento positivo. Dunque in panchina uno dei due veterani, più probabile che sia Tavano come era già accaduto nell’ultima partita contro il Palermo. Alle spalle delle due punte è confermato Simone Verdi, e ovviamente non si tocca il centrocampo vincente nel quale Valdifiori imposta, Matias Vecino cerca gli inserimenti senza palla e Croce è il giocatore tuttofare che in primo luogo ha tempi di distruzione del gioco avversario. Anche la difesa rimane la stessa, con Mario Rui che ha ormai soppiantato Laurini (comunque infortunato) dirottando così Hysaj sulla corsia destra, in mezzo ovviamente la coppia Tonelli-Rugani che sa anche segnare (già tre gol complessivi).