BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Video / Inter-Napoli (2-2): gol, sintesi e highlights della partita. Hernanes: sono in grande forma (Serie A, 19 ottobre 2014)

Video Inter-Napoli 2-2: gol e highlights della partita valida per la 7^giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Si gioca allo stadio Giuseppe Meazza domenica 19 ottobre

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

 "Finalmente mi sento in grande forma e quando sono in condizione fisico mi sento anche più sereno". Le parole sono di Hernanes, grande protagonista di Inter-Napoli 2-2: già uno dei migliori in campo, il Profeta ha realizzato il gol della definitiva parità un minuto dopo che Callejon sembrava aver inchiodato la terza sconfitta consecutiva per i nerazzurri. "Essere andati due volte in svantaggio ci ha messo addosso pressione" continua Hernanes, che ha rimarcato il grande carattere della squadra. "Non siamo contentissimi perchè avremmo voluto i tre punti, ma abbiamo dimostrato che non molliamo mai". La prossima partita è in Europa League contro il St. Etienne, un'altra occasione per far vedere che l'Inter può emergere dalle sue difficoltà e continuare la sua corsa. 

Inter-Napoli 2-2: partita da ricordare a San Siro, soprattutto per un finale pirotecnico nel quale alla doppietta di Callejon replicano prima Guarin e poi Hernanes. Punto che probabilmente giova di più ai nerazzurri, perché rimontare per due volte (l'ultima nel recupero) è dimostrazione che la squadra è ancora viva e pure dalla parte di Walter Mazzarri. Inter che tra l'altro non avrebbe meritato di perdere, dal momento che praticamente tutte le statistiche premiano proprio i nerazzurri: 59% di possesso palla, 6-4 nei calci d'angolo, 19-13 nei tiri totali, 682-521 nel numero di palloni giocati. Il Napoli però risponde con il 7-5 dei tiri in porta, ma avrà rimpianti perché sprecare due volte il vantaggio negli ultimi dieci minuti non è certo piacevole... 

L'Inter però non si arrende e nei quattro minuti di recupero riesce a recuperare il pareggio, con il gol del definitivo 2-2. E' il 92' quando Dodò riceve palla sulla fascia sinistra; bel cross del laterale brasiliano che trova a centro area il connazionale Hernanes: il Profeta stacca bene e colpisce con un colpo di testa potente, che non lascia scambio a Rafael. Secondo gol per il numero 88 nerazzurro in questo campionato.

Al 90' minuto di gioco il Napoli torna in vantaggio e sembra mettere le mani sui tre punti. Bell'assist di David Lopez che scodella un pallone dal limite destro dell'area interista: nel lato opposto si inserisce Callejon che brucia il fuorigioco e con un sinistro al volo incrocia sul secondo palo, trafiggendo ancora una volta Handanovic.

Ma l'Inter riesce a pareggiare nel giro di pochi minuti. All'82' la squadra nerazzurra guadagna un calcio d'angolo dalla bandierina di sinistra; Dodò mette al centro un buon cross, Icardi tocca di testa sul secondo palo dove irrompe Guarin, appena entrato: tocco di destro e palla in rete per il punto dell'1-1. Secondo gol in campionato per il centrocampista colombiano, che aveva preso il posto di Medel pochi secondi prima.

La partita di San Siro si sblocca al 79' minuto. Ranocchia sbaglia un passaggio laterale e regala la rimessa al Napoli in zona d'attacco; Ghoulam lancia la palla al centro dove Vidic colpisce di testa lateralmente dove è appostato Callejon; lo spagnolo è smarcato e ha il tempo di controllare e battere Handanovic con un destro in diagonale. Quinto gol per il numero 7 partenopeo in questo campionato.

“E' una partita bella, affascinante, tra due squadre importanti. Io stesso sono curioso di vedere come andrà a finire. Nel limite del possibile abbiamo toccato i tasti giusti nella rosa, i ragazzi sono vogliosi di riscatto e mi aspetto questo. Il mio calcio lo conoscono tutti, i ragazzi sanno bene cosa voglio da loro, e credo lo sappiate anche voi. In questo momento mi interessa fare risultati, meno il gioco”. È questo un breve stralcio della conferenza stampa di Walter Mazzarri alla vigilia del big match a San Siro contro il suo ex Napoli. E a proposito di ex, ecco Rafa Benitez, che dice: "Loro avranno il pubblico che li spingerà all'attacco, ma che gli metterà anche pressione. Noi, invece, veniamo da tre successi consecutivi ed abbiamo la mentalità giusta per poter affrontare rivali di valore anche in trasferta e magari vincere ancora. Queste sono gare nelle quali i giocatori importanti possono fare la differenza". 

Tra i precedenti Inter-Napoli peschiamo dal mazzo quello del campionato 1995-1996, il primo con numerazione fissa e cognomi sulle maglie dei giocatori. A San Siro vinsero nettamente i nerazzurri con il punteggio di 4-0, grazie alle doppiette dei due attaccanti titolari. Nel video con gol e highlights anche una chicca nostalgica per gli amanti del genere: una punizione-bomba da distanza siderale di Roberto Carlos, alzata in calcio d'angolo da una prodezza di Giuseppe Taglialatela. Due protagonisti storici della Serie A: l'uno purtroppo per breve tempo (30 presenze e 5 gol con l'Inter prime di passare al Real Madrid), l'altro più a lungo (oltre sette stagioni in maglia partenopea). Non che manchino i brasiliani nell'Inter-Napoli di quest'anno: nel ruolo di Roberto Carlos oggi c'è un Dodò in crescita mentre tra i pali azzurri giocherà Rafael Cabral.