BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni / Torino-Copenaghen, i ballottaggi (Europa League 2014-2015, Girone B)

Probabili formazioni Torino-Copenaghen, ultime novità: ecco gli ultimissimi aggiornamenti sugli schieramenti di Torino-Copenaghen, gara di Europa League che si terrà questa sera alle 21.05

Ventura, allenatore Torino (Infophoto) Ventura, allenatore Torino (Infophoto)

Giampiero Ventura farà ruotare molto gli uomini a sua disposizione per cercare comunque di fare bene nella seconda sfida di Europa League del Torinocontro l'Fc Copenaghen. Ecco infatti nelle probabili formazioni in porta sarà data ancora fiducia a Gillet, che prenderà il posto di Padelli. In difesa si rivedrà Jansson, anche se Bovo gli contenderà il posto. A centrocampo ci sarà Benassi anche se Nocerino rimane pronto per scendere in campo. Davanti invece Martinez contende una maglia a Quagliarella e dovrebbe avere la meglio. Sicuro del posto Amauri, con Larrondo che si sederà in panchina.

Nel Torino è arrivato il grande momento di Amauri che giocherà vicino a Martinez. L'italo brasiliano ha voglia di sbloccarsi in maglia granata. La gara contro il Copenaghen potrebbe essere un utile occasione per il giocatore che ha fisico e grande tecnica, anche se negli ultimi anni è stato un pò tormentato dagli infortuni. Dall'altra parte invece il calciatore brasiliano Claudemir potrebbe rappresentare la sorpresa della partita, con la sua tecnica e la sua velocità negli spazi.

Per analizzare le probabili formazioni di Torino-Copenaghen, partita della seconda giornata del gruppo B di Europa League, vanno ovviamente considerati anche i giocatori che dovranno saltare questo incontro. Tra gli assenti granata bisogna ovviamente annoverare Bruno Peres e Ruben Perez, che non sono stati inseriti nella lista Uefa. Oltre a loro, sono tre i nomi di spicco fra i non convocati dell'allenatore Giampiero Ventura, uno per reparto. Si tratta del difensore Cesare Bovo, del centrocampista Antonio Nocerino e dell'attaccante Vitor Barreto. Se quest'ultimo è finalmente sulla via del completo recupero, piàù serio è il problema di Nocerino, che ne avrà ancora per qualche settimana. Per Bovo invece un piccolo fastidio muscolare, ma ha prevalso la prudenza nella scelta del mister.

Alle ore 21.05 di questa sera, allo stadio Olimpico di Torino, di scena la sfida fra i padroni di casa granata e il Copenaghen, seconda giornata dei Gironi B di Europa League 2014-2015. Obiettivo della compagine allenata da Giampiero Ventura, vincere la prima sfida in coppa dopo il pareggio a reti bianche contro il Brugge in Belgio. Per il Torino una vittoria significherebbe anche un importante balzo in avanti in classifica visto che il Copeneghan sbarca in Italia come prima in classifica, a quota 3 punti, dopo il successo di due settimane fa contro l’HJK. La gara di questa sera sarà diretta dal fischietto spagnolo Gomez, con l’aiuto dei due guardalinee Rodriguez e Sobrino.

Per la partita di oggi mister Ventura potrà contare su tutti gli uomini a disposizione ad eccezione del solo duo Barreto-Nocerino, entrambi fermi ai box per infortunio. Ipotizzabile un classico 3-5-2 con il numero uno Gillet fra i pali, retroguardia a tre composta da Glik, Jansson e Silva. A centrocampo, Maksimovic e Molinaro saranno i due esterni, rispettivamente di destra e di sinistra, mentre in cabina di regia stazionerà Vives, spalleggiato da Benassi e dal nuovo acquisto Sanchez Mino. Infine la coppia d’attacco con Amauri, in crisi di gol, spalleggiato da Omar El Kaddouri, schierato per l’occasione in posizione più avanzata e non nel suo classico ruolo di centrocampista. Ventura che punta quindi su un forte turnover con la speranza però di ottenere il primo successo europeo dopo un avvio di stagione tutt’altro che positivo. Panchina di qualità quella del Toro, in cui spiccano fra gli altri i titolari Darmian e Quagliarella, entrambi a riposo.

Saranno tre i calciatori su cui Solbakken, l’allenatore del Copenaghen, non potrà fare affidamento questa sera, e precisamente Stadsgaard, Remmer e Wohltgemuth, trio fermo in infermeria per infortunio. I danesi vogliono mantenere la vetta della classifica e punteranno quindi a sbancare l’Olimpico di Torino o eventualmente a tornare in patria con un punto in tasca. La formazione dovrebbe essere un 4-4-2 classico con Andersen fra i pali, retroguardia a quattro composta da Bengtsson terzino destro e Hogli sul versante mancino; in mezzo, la coppia di centrali formata da Mathias Jorgensen e Antonsson. A centrocampo, linea mediana/cabina di regia affidata al duo Delaney, Kacaniklic con Amartey nel ruolo di esterno destro e Gislason sulla corsia mancina. Infine la coppia d’attacco Cornelius-Amankawa.