BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Video / Genoa-Empoli (1-1): gol, sintesi e highlights. Lo spettacolo della Curva Nord (20 ottobre 2014, Serie A 7^giornata)

Video Genoa-Empoli: gol e highlights della partita valida per la 7^giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Si gioca allo stadio Luigi Ferraris lunedì 20 ottobre, alle ore 20:45

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

Genoa-Empoli è finita 1-1: partita che non passerà alla storia, ma certamente il pubblico di Marassi merita sempre una citazione speciale. Ancora di più nella prima partita dopo l'alluvione che una settimana fa flagellò il capoluogo ligure. Così, lo striscione "You'll never walk alone" (sul modello del Liverpool) è certamente dedicato non solo al Grifone di mister Gasperini ma anche all'intera città, che si è subito rimessa al lavoro per rialzarsi da questa ennesima tragedia naturale. 

Termina 1-1 la gara tra Genoa ed Empoli tra mille polemiche. I toscani protestano per un gol inspiegabilmente annullato nel primo tempo e nella ripresa sono i liguri ad arrabbiarsi per una rete di Tonelli che arriva tramite una leggera deviazione di mano. Il tabellino ci parla di una gara equilibrata e dipinge il pari come risultato giusto. Il possesso palla è leggermente a favore dei padroni di casa con un 53% a 47%. Sulle conclusioni sono in vantaggio sempre gli uomini di Gasperini che ci hanno provato undici volte, tre finite nello specchio, contro le nove degli ospiti di cui quattro in porta. Il giocatore con maggiori conclusioni è Rincon (3), seguito da Bertolacci (3), Maccarone (3), Verdi (2), Perotti (2) ed Edenilson (2). Tonelli ha giocato una buona gara con 27 palloni recuperati, segue De Maio con 23. Gli ospiti però hanno giocato più palloni con 573, rispetto ai 535 degli avversari e una precisione dei passaggi superiori con 62.9% rispetto al 60.5% degli avversari. Gara equilibrata, pari in fondo giusto. 

Valdifiori a Sky: "Abbiamo l'entusiasmo e la voglia di lottare su ogni palla fino all'ultimo minuto, l'abbiamo messa a posto dopo essere stati sotto. Ci dedichiamo molto tempo in settimana ai calci di fermo e stiamo raccogliendo i risultati anche grazie a questi calci piazzati. Dobbiamo pensare con mentalità di salvarci all'ultima giornata, per rimanere sul pezzo. La maggior parte di noi non ha fatto mai la Serie A e deve essere sempre una soddisfazione".

Al 79' l'Empoli perviene al pareggio. Cross dalla fascia sinistra di Valdifiori, a centro area Maccarone devia di testa e la palla rimbalza sul braccio destro di Tonelli, che insacca il suo terzo gol in campionato. I giocatori del Genoa protestano ma l'arbitro assegna il gol.

Genoa in vantaggio al 14' minuto: Edenilson salta un uomo a centrocampo e calibra il lancio in avanti: sponda di testa di Matri, al limite dell'area accorre Bertolacci che insacca alle spalle del portiere Bassi con un gran tiro di collo sinistro.

Le parole di mister Maurizio Sarri nella conferenza stampa prima di Genoa-Empoli, monday night della settima giornata del campionato di Serie A. "Una squadra aggressiva e di grande fisicità", così l'allenatore empolese ha definito l'avversario di giornata. Si prospetta una sfida potenzialmente interessante perché sia il Genoa che l'Empoli stanno dimostrando di saper offrire un calcio propositivo: Sarri in particolare si sta dimostrando un tecnico senza paura perché al suo primo anno in Serie A schiera una neopromossa con tre giocatori d'attacco fissi. Il suo Empoli cerca a Marassi punti pesanti per avvicinare il prima possibile la salvezza.

Genoa-Empoli chiude il programma della settima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Appuntamento allo stadio Luigi Ferraris lunedì 20 ottobre 2014, fischio d'inizio alle ore 20:45. La squadra ligure ha 8 punti in classifica, quella toscana 6. Tra i precedenti uno molto emozionante fu quello del 19 dicembre 2004, valido per la Serie B 2004-2005. Prevalse il Genoa con il risultato finale di 3-2: i gol dei rossoblù Milito, Giovanni Tedesco e Zanini superarono la doppietta dell'empolese Ighli Vannucchi. Da ricordare quella che fu senza dubbio la giocata della partita, il punto del momentaneo 3-1 a favore del Genoa realizzato da Nicola Zanini, trequartista classe 1974 che quell'anno totalizzò 34 presenze e 5 gol. Un'azione fantastica propiziata da una progressione micidiale del serbo Nikola Lazetic, rifinita da Roberto Stellone e conclusa da Zanini con un colpo da maestro. Un gol che vale la pena di essere rivisto.