BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Galatasaray-Borussia Dortmund/ Quote, dove vederla in diretta, probabili formazioni: le ultime novità (Champions League 2014-2015, gruppo D)

Le probabili formazioni di Galatasaray Borussia Dortmund: le ultime novità sulla partita valida per la terza giornata del gruppo D di Champions League 2014-2015. Si gioca alle ore 20:45

Foto Infophoto Foto Infophoto

Borussia Dortmund (1,75) a punteggio pieno e voglioso di riscattare gli stenti espressi in Bundesliga; il Galatasaray (4,25) va meglio nel proprio campionato in cui ha conquistato la vetta, ma in coppa sta faticando (1 punto). Pareggio quotato a 3,85, Under a 2,10, Over a 1,65, Goal a 1,60 e NoGoal a 2,20.

Si gioca questa sera al nuovo Ali Sami Yen di Istanbul (ore 20:45) Galatasaray-Borussia Dortmund, partita valida per la terza giornata del gruppo D di Champions League 2014-2015. I turchi di Cesare Prandelli sono già in affanno e cercano riscatto dopo la scoppola subita in casa dell’Arsenal; i gialloneri guidano il girone a punteggio pieno e stanno vivendo una stagione a due facce, perchè in campionato stentano e sono clamorosamente vicini alla zona retrocessione. Tanti problemi di infortuni per Jurgen Kllopp, che comunque ha una rosa che può sopperire alle assenze. Arbitra lo spagnolo Antonio Mateu Lahoz. 

Cesare Prandelli non cambia le sue idee e propone il 4-3-1-2 “d’assalto”, con una formazione prettamente offensiva. Da difendere è rimasto poco: bisogna vincere per rimettersi in corsa, sperando in un aiuto dall’altro campo. Muslera in porta, Tarik e Telles sugli esterni con la conferma di Chedjou e Semih Kaya in mezzo alla difesa; a centrocampo Selçuk Inan e la mezzala destra con Felipe Melo che ha compiti di regia e di frangiflutti mentre Dzemaili è pericoloso con le conclusioni dalla distanza ma anche perchè si fa sempre trovare pronto nell’inserimento senza palla. Sneijder gioca dietro le punte, che sono Pandev e Burak Yilmaz: due giocatori che si completano, uno è uomo d’area di rigore che aspetta il pallone giusto mentre l’altro svaria e gli gira attorno. Potenzialmente c’è tanto materiale e la formazione è competitiva, ma i problemi di scarso filtro a centrocampo e i limiti della difesa per il momento hanno portato a ottenere un solo punto in due partite, con quattro gol subiti  all’Emirates.

Difesa in emergenza con le assenze di Schmelzer e Durm, fuori causa anche Kuba Blaszczykowski (ormai dalla scorsa stagione), Jurgen Klopp deve rinunciare anche a Kirch e Nuri Sahin. Quella che va in campo è comunque una formazione competitiva: in difesa Papastathopoulos dovrebbe essere preferito a un Subotic che non ha ancora recuperato la migliore condizione, l’altro centrale è ovviamente Hummels mentre sulle corsie agiscono Piszczek e Grosskreutz, che è il vero tuttofare della formazione giallonera potendo giocare in almeno tre ruoli diversi. La cerniera di centrocampo è composta da Sven Bender e capitan Kehl, giocatori che si conoscono molto bene e che sono ormai esperti essendo in squadra da tempo; sulla trequarti c’è tanta qualità e la bella notizia per Klopp è il ritorno di Marco Reus, un giocatore che in campionato è mancato tanto e che può fare tutta la differenza del mondo. Va lui sul centrosinistra, con Mkhitaryan che sulla destra dovrebbe essere preferito ad Aubameyang. In panchina va anche Ciro Immobile, in gol in campionato; questa volta dovrebbe essere il turno di Adrian Ramos che è reduce dalla doppietta rifilata all’Anderlecht nella scorsa giornata. Si rivede anche Ilkay Gundogan, che ha saltato tutta la scorsa stagione: dovrebbe essere in panchina, un ritorno vitale per le sorti del Dortmund.