BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Liverpool-Real Madrid/ Quote, dove vederla in diretta, probabili formazioni: le ultime novità (Champions League 2014-2015, gruppo B)

Le probabili formazioni di Liverpool Real Madrid: le ultime novità sulla partita di Anfield Road, valida per la terza giornata del gruppo B di Champions League 2014-2015 (ore 20:45)

Foto InfophotoFoto Infophoto

Partitissima ad Anfield Road, la squadra inglese (4) avrà il vantaggio del fattore campo ma il Real Madrid (1,80) resta favorito secondo le quote SNAI. Da non scartare l'ipotesi pareggio (3,85), magari con tanti gol vista la qualità dei due attacchi. Under quotato a 2,30, Over a 1,55, Goal a 1,53 e NoGoal a 2,35.

Sfida di lusso questa sera ad Anfield Road, ore 20:45. Si gioca Liverpool-Real Madrid, valida per la terza giornata del gruppo B. Le merengues hanno rispettato il pronostico e pur avendo sofferto tanto contro il Ludogorets sono riusciti a tenere il punteggio pieno, mentre i Reds sono caduti in casa del Basilea e ora devono inseguire, sapendo che questa partita non sarà affatto facile e una sconfitta rischierebbe di compromettere la strada verso gli ottavi di finale. Arbitra il nostro Nicola Rizzoli.

Tegola per Brendan Rodgers che deve rinunciare a Daniel Sturridge, al momento il suo principale terminale offensivo. Sono fuori anche Moreno e Flanagan; la formazione resta il 4-2-3-1 che tanto bene ha fatto lo scorso anno e come prima punta è confermato Mario Balotelli, che arriva da un clamoroso gol sbagliato nella partita di campionato e deve già combattere qualche critica che gli sta arrivando dai tifosi. SuperMario è già andato in gol in questa edizione di Champions League e ora si vuole ripetere contro i campioni d’Europa in carica; ad appoggiarlo saranno Sterling, Henderson e Coutinho. Due giocatori rapidissimi e di grande talento e uno che sa mettere ordine nella sua zona di competenza e anche dare una mano in zona gol; alle loro spalle il carisma e il savoir faire di Steven Gerrard con l’ausilio dei piedi e della regia di Joe Allen, che torna nella formazione titolare. Difesa con Glen Johnson e José Enrique che hanno il compito più arduo, ovvero quello di arginare furia e ripartenze di Cristiano Ronaldo e soci e provare a costringere loro sulla difensiva, Lovren e Skrtel compongono il pacchetto centrale a protezione di Simon Mignolet. 

Anche Carlo Ancelotti ha le sue gatte da pelare; deve infatti fare a meno di Sergio Ramos e Gareth Bale, oltre che di Jesé Rodriguez infortunato dalla fine dello scorso inverno. Va da sè che la rosa del Real Madrid è talmente ampia e di talento da poter sopperire a queste assenze; per esempio in difesa giocherà Varane di fianco a Pepe (con Arbeloa e Marcelo sulle fasce) e in attacco è già pronto James Rodriguez, che semplicemente avanza la sua posizione nel tridente offensivo lasciando spazio davanti a Isco. Per altro, i due possono agevolmente scambiarsi la posizione nel corso della partita; rimarranno invece “bloccati” Modric e Toni Kroos, che sono i due mediani che devono impostare il gioco e anche provare a lanciarsi negli spazi creati non disdegnando anche la conclusione da fuori, che entrambi hanno nelle corde. Cristiano Ronaldo sembra pienamente ristabilito come dimostra anche lo strepitoso rendimento nella Liga, Benzema sembra finalmente sbocciato e, libero dal dualismo con Gonzalo Higuain, segna a ripetizione. Il Real giocherà con un occhio anche al Clasico: sabato pomeriggio al Bernabeu arriva il Barcellona, si proverà ad evitare il pensiero della super sfida ma certamente Ancelotti penserà, anche in caso di un certo risultato, a togliere qualche suo giocatore per preservarlo.