BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ PAOK-Fiorentina 0-2: i voti della partita (Europa League, gruppo K)

Le pagelle di PAOK Salonicco-Fiorentina, partita valida per la terza giornata del gruppo K di Europa League: i voti del match disputato giovedì 23 ottobre 2014 al Toumba Stadium

(dall'account Twitter ufficiale @PAOK_FC) (dall'account Twitter ufficiale @PAOK_FC)

La Fiorentina supera il Paok 1-0 grazie al gol di Vargas. Nei viola il migliore in campo è però Kurtic, uno dei pochi a essere costante per tutti i 90'; sotto tono il giovane Bernardeschi. Nel Paok buona la gara del neoentrato Golasa; malissimo i due centrali Vitor e Katsikas.

Il tedesco non convince del tutto. I suoi assistenti sbagliano alcune chiamate; resta il dubbio per un presunto rigore non concesso al Paok per fallo di mano di Tomovic.

La Fiorentina è chiamata al riscatto dopo la sconfitta di domenica in Serie A contro la Lazio. Gli avversari di serata sono i greci del Paok Salonicco, squadra capolista nel campionato di appartenenza. Sulla carta i viola non hanno nulla da invidiare ai locali ma ci sono delle riserve da sciogliere. Primo; ai gigliati mancano diversi giocatori e tra questi spiccano sicuramente Gomez e Rossi. Secondo; in Europa i gap tra i club si annullano inesorabilmente. Non esistono partite facili per nessuno. Terzo; lo scivolone della Juventus in Champions sul campo dell'Olympiacos deve fungere da monito. Con queste premesse passiamo alle formazioni ufficiali. Il Paok scende in campo con un offensivo 4-3-3: Glykos in porta quindi Skondas, Vitor, Katsikas e Rat in difesa; Tzandaris, Tziolis e Kace a centrocampo con Saplingidis, Pereyra e Athanasiadis in attacco. Risponde Montella schierando la Fiorentina con un modulo analogo: Tatarusanu tra i pali, Richards, Tomovic, Basanta e Pasqual a comporre la linea arretrata; Badelj, Kurtic e Borja Valero in mediana. Tridente avanzato formato da Ilicic, Vargas e Bernardeschi. Proprio il giovane attaccante è uno dei più coinvolti in avvio. Al 3' Vitor e Glykos (6) combinano un pasticcio scontrandosi; il pallone arriva dalle parti di Bernardeschi (5,5) che dalla distanza, con il portiere fuori dai pali, cerca qualcosa a metà fra un tiro e un cross. Morale: la sfera termina nei pressi di Vargas (6,5) che era in fuorigioco e l'arbitro ferma il gioco. Passano 3 minuti e l'allegra difesa greca offre un altro regalo alla Fiorentina; questa volta è Katsikas (5) a perdere la sfera in zona pericolosissima; ne approfitta Ilicic (6,5) che entra in area dalla destra e mette al centro per Bernardeschi; a porta vuota l'attaccante manda incredibilmente fuori. La manovra del Paok è lentissima e Tatarusanu (6) non corre rischi. Al 18' Badelj (6,5) prova il tiro dalla distanza ma Glykos respinge in corner. Dopo la fiammata viola iniziale la gara resta sospesa in un limbo di noia ed errori con i padroni di casa che cercano di far gioco senza successo mentre gli ospiti staccano la spina rispetto ai primi minuti. Eppure basterebbe il minimo sforzo della Fiorentina per mettere in seria difficoltà la difesa del Paok. Meritatamente i viola si portano in vantaggio al 37' quando Borja Valero (6) serve sulla sinistra Ilicic; l'ex Palermo serve a centro area Vargas che, dopo essersi fatto parare la prima conclusione ravvicinata da Glykos, trova l'1-0 con un tiro imparabile. Reazione greca quasi nulla ad eccezione di un tiro centrale da lontano di Athanasiadis (5,5) parato senza problemi da Tatarusanu. Gara noiosa e priva di grandi emozioni. Interessanti i primi minuti poi il nulla o quasi. La rete di Vargas riesce a dare un senso a questa partita. Squadra mediocre con pochissima classe e ancora meno individualità. Troppi errori in difesa mascherati dall'attacco incolore degli avversari. Difficile individuare un migliore in campo in una squadra che ha combinato davvero poco nei primi 45' di gioco. Il centrocampista è uno dei più grintosi e continui. Un suo errore clamoroso per poco concede il vantaggio alla Fiorentina. Lento e macchinoso proprio come la manovra della sua squadra. Sbaglia anche in occasione della rete dei viola. Gara evanescente dei viola. Bene i primi minuti poi, con il passare del tempo, gli uomini di Montella sembrano accontentarsi del pari. Ci pensa poi Vargas a insaccare il vanatggio. In mezzo al campo recupera diversi palloni e sfiora il gol con un tiro respinto in corner dal portiere avversario. Una delle note migliori della serata assieme a Ilicic. Due buone occasioni sprecate di cui una clamorosa. Poteva fare meglio; ne ha le doti. La partita non è complicata. Giusti i cartellini sventolati; gli assistenti spesso non lo aiutano. Qualche chiamata di off-side sbagliata.