BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Video Sampdoria-Roma (risultato finale 0-0)/ Gli highlights della partita (oggi 25 ottobre 2014,8^ giornata)

Video Sampdoria Roma: risultato finale 0-0. Gli highlights della partita di campionato, ottava giornata: i giallorossi non riescono a superare i blucerchiati che restano imbattuti

Foto Infophoto Foto Infophoto

Sampdoria-Roma: i blucerchiati restano imbattuti mentre i giallorossi agganciano momentaneamente la Juventus in testa alla classifica, mancando però il sorpasso. Ecco le parole di Angelo Palombo a Sky Sport: "Questa è una grande prova contro una squadra forte e insieme alla Juve comanda il campionato. Alla fine non abbiamo fatto niente, ma da carica. Sotto porta abbiamo fatto fatica, poco lucidi. E' stata una partita molto molto importante la nostra. Speravamo di fare bene, perchè abbiamo lavorato tanto nel ritiro col Mister che non ci ha dato tregua un minuto. Il campionato è appena iniziato e tante cose possono cambiare, ma l'importante è non cambiare mentalità. E' giusto sognare perchè senza sogni non si va avanti nella vita". STATISTICHE - L'anticipo di Marassi ci ha raccontato un Sampdoria-Roma con pochissime occasioni da gol e uno scialbo zero a zero. La gara è stata molto equilibrata, anche se i dati statistici ci parlano dei giallorossi che hanno provato a fare la partita senza riuscire a trovare la rete della vittoria. Le conclusioni ci dicono molto, perchè entrambe le squadre hanno tirato molto ma quasi sempre fuori dallo specchio. La squadra di Mihajlovic ha collezionato 11 conclusioni di cui solo 2 in porta, mentre quella di Garcia ha tirato 18 volte, centrando la porta difesa da Romero in sole 6 situazioni. Sono due i giocatori che ci hanno provato di più, Gervinho e Florenzi sono andati al tiro quattro volte per uno. A seguire ci sono Holebas (3), Gabbiadini (3), Totti (3) e Nainggolan (3). Gara di grande contrasti per i centrali di difesa giallorossi con Astori e Yanga-Mbiwa che sono stati quelli a recuperare più palloni, 25 per il primo e 24 il secondo. A favore della maggiore qualità dei capitolini ci sono anche le palle giocate che sono 708 a 450, con precisione dei passaggi del 73.8% rispetto al 58.5% degli altri. Gara equilibrata e risultato tutto sommato giusto.

Dici Sampdoria-Roma e la memoria inevitabilmente torna al gol capolavoro segnato a Marassi da Francesco Totti il 26 novembre 2006 nel corso di una partita proprio fra i blucerchiati e i giallorossi. Era la tredicesima giornata di quel campionato di Serie A, la Roma si impose a Genova con il risultato di 4-2 e Totti segnò una doppietta, ma il momento che è passato alla storia arriva al 29' minuto del secondo tempo, quando il capitano giallorosso segna la sua personale doppietta con un tiro al volo da posizione defilata, che gli appassionati del bel calcio sicuramente ricorderanno, e che strappò l'applauso anche dello sportivo pubblico doriano: nell'attesa dei gol di questa sera, andiamo a rivederci quel capolavoro...  

Si gioca oggi alle ore 20:45 Sampdoria-Roma, uno dei tre anticipi dell’ottava giornata del campionato di Serie A 2014-2015. L’ultima volta che le due squadre si sono incrociate a Marassi era il 25 settembre del 2013, quinto turno del campionato; i giallorossi erano in striscia aperta di quattro vittorie da inizio stagione, i blucerchiati in grande difficoltà avevano pareggiato due partite perdendone altrettante. Nonostante questo la gara fu davvero dura per la squadra di Rudi Garcia, che riuscì a passare soltanto nel secondo tempo; ci volle bisogno di una grandissima azione personale di Mehdi Benatia che, recuperato un pallone a metacampo, saltò l’intera difesa avversaria e una volta in area, nonostante un contatto falloso, riuscì a coordinarsi e in caduta infilò alle spalle di Da Costa. Sbloccato il risultato la Roma ottenne grandi spazi per scatenare il suo letale contropiede, e su una di queste ripartenze Gervinho trovò il varco giusto per fare 0-2, mandare in archivio la partita e timbrare la quinta vittoria in altrettante partite. Per quanto riguarda la Sampdoria, Delio Rossi sarebbe durato altre sei partite prima dell’esonero: al suo posto Sinisa Mihajlovic, e il resto della storia lo conosciamo.