BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Moviola/ Juventus, Roma, Milan, Napoli e Inter: tutti i principali casi arbitrali (Serie A 2014-2015 8a giornata)

La moviola dell’ottava giornata di Serie A: Juventus, Roma, Milan, Napoli e Inter, tutti i principali casi arbitrali. Ecco l’elenco dei principali casi da moviola dello scorso weekend

Fernando Llorente, attaccante Juventus (Foto Infophoto) Fernando Llorente, attaccante Juventus (Foto Infophoto)

Con l’ottava giornata di Serie A ormai in bacheca, è possibile andare ad analizzare i principali casi da moviola, quegli episodi arbitrali dubbi o giudicati in maniera errata dal fischietto in questione. Partiamo con il posticipo di ieri sera fra il Milan e la Fiorentina giocatosi a San Siro. Il direttore di gara, Banti, dirige bene il match, vedendo bene i fuorigioco (con l’aiuto dei collaboratori) e non assegnando giustamente il rigore chiesto dal Milan per fallo di mano di Savic, risultato essere inesistente. Giuste anche le ammonizioni di Cuadrado, Muntari, De Jong e Gonzalo Rodriguez. Passiamo quindi alla sfida di Cesena, e all’episodio incriminato del rigore concesso all’Inter per fallo di Leali su Palacio. Nonostante la caduta dell’argentino venga giudicata dai più innaturale, il penalty ci sta tutto anche perché l’estremo difensore bianconero frana sull’argentino. Mazzoleni però forse sbaglia ad estrarre il rosso a sfavore del portiere, considerato ultimo uomo quando in realtà sembra esservi Lucchini pronto a chiudere. In occasione della sfida fra Juventus e Palermo allo Juventus Stadium, sono molti i dubbi sul secondo gol bianconero, quello di Fernando Llorente. Ancora una volta è la posizione ininfluente a farla da padrone, questa volta di Tevez che parrebbe ostacolare la visuale di Sorrentino: l’arbitro lascia correre ma l’Apache sembrerebbe coprire la visuale al guardiano avversario. Purtroppo l’Ifab non sembrerebbe fare chiarezza su questi episodi che contianuno a far discutere ogni weekend. Nella stessa azione del gol proteste del Palermo per un fallo di Chiellini su Andelkovic: l’arbitro avrebbe potuto fermare il gioco. In Napoli-Verona c’è da segnalare un solo errore dell’arbitro fortunatamente non decisivo: sul 5-2 viene segnalato un fuorigioco di Higuain che insacca il “virtuale” 6 a 2, ma il direttore di gara giudica la posizione del Pipita irregolare, sbagliando. In Udinese-Atalanta, brutto fallo di Fernandes su Bianchi (già a terra dopo una caduta) che rifila un calcione da rosso all’avversario, ma Tommasi non vede. Infine l’anticipo fra Roma e Sampdoria di sabato sera: annullato il gol di Gabbiadini giustamente. Direzione di gara impeccabile per Rizzoli.

© Riproduzione Riservata.