BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Roma-Cesena/ Orario diretta tv, probabili formazioni e quote: le ultime novità, gli assenti (Serie A 2014-2015, 9^ giornata)

Probabili formazioni Roma-Cesena: tutte le notizie sulla partita di serie A, valida per la nona giornata. I titolari, i moduli, le scelte degli allenatori Garcia e Bisoli per il match

Rudi Garcia (Infophoto) Rudi Garcia (Infophoto)

Infermeria ancora piena di clienti illustri per la Roma: contro il Cesena non potranno scendere in campo i brasiliani Leandro Castan e Maicon, l'altro terzino Federico Balzaretti, l'olandese Kevin Strootman e Marco Borriello. I più prossimi al recupero sembrano Maicon, che dovrebbe tornare disponibile per il week-end, e Castan che ha ripreso ad allenarsi. Più infortunati anche nel Cesena: i centrocampisti Andrea Tabanelli, Nico Pulzetti e Riccardo Cazzola, il trequartista Franco Brienza e l'attaccante spagnolo Alejandro Rodriguez. In più squalificati il portiere Nicola Leali e il motorino di centrocampo Emmanuel Cascione. 

Roma-Cesena si gioca questa sera alle ore 20:45 ed è valida per la nona giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Rudi Garcia ha espressamente parlato di vittoria come unico risultato possibile; i giallorossi secondi a 19 punti non possono fallire questa sfida contro una squadra che lotta per salvarsi e arriva da due sconfitte consecutive (6 punti). Arbitra il signor Dino Tommasi. 

Roma-Cesena sarà visibile in diretta tv a a partire dalle 20:45 sul canale Sky Calcio 4 per tutti gli abbonati alla televisione satellitare, e su Premium Calcio 4 per gli abbonati al digitale terrestre. 

I bookmaker Snai quotano la vittoria della Roma a 1,20; il pareggio viene dato a 6,50 mentre è molto “ricco” il pronostico per il colpo esterno del Cesena, qualora uscisse il segno 2 i vincitori porterebbero via 14 volte la somma giocata. 

Rudi Garcia ritrova Seydou Keita che si era infortunato in nazionale; il maliano dovrebbe subito essere in campo, a fargli spazio sarà Nainggolan che tra i centrocampisti è quello che ha giocato di più. Torna titolare Pjanic, che aveva iniziato dalla panchina la partita contro la Roma; Florenzi dunque si siede ed è a disposizione, ma sarà utilizzato come attaccante esterno qualora sia chiamato in causa. Davanti, staffetta tra prime punte: Totti lascia posto a Destro, come esterni dovrebbero esserci Iturbe e Ljajic sempre secondo la regola del turnover, dunque con Gervinho in panchina ma pronto a subentrare. In difesa Manolas rientra dai due turni di squalifica: sarà titolare con Astori preferito a Yanga-Mbiwa. Ancora fuori Leandro Castan che potrebbe averne fin quasi a fine novembre (con lui indisponibili anche Maicon e Borriello oltre ai lungodegenti Balzaretti e Strootman, pur se l’olandese è quasi pronto). Completano la formazione, oltre a Skorupski che dovrebbe dar fiato a De Sanctis (si pensa anche al Napoli, prossimo impegno di campionato, e al Bayern Monaco), Torosidis e Ashley Cole sugli esterni. 

Pierpaolo Bisoli pensa al 4-1-4-1 per contrastare il centrocampo fantastico della Roma; dunque a creare la linea mediana si abbassa Marilungo, che lascia Djuric in qualità di prima e unica punta con Hugo Almeida pronto a subentrare (con l’ex Atalanta e Sampdoria che potrebbe affiancare il collega qualora ci sia bisogno di recuperare il risultato). L’altro esterno potrebbe essere Giorgi, più difensivo rispetto a Garritano e Defrel; De Feudis e Manuel Coppola completano il centrocampo, la novità di questa formazione è rappresentata da Magnusson (scuola Juventus) che si piazza davanti alla difesa in qualità di schermo e primo uomo delegato a impostare la manovra, mente Capelli e Renzetti sono gli esterni bassi con Volta e Lucchini centrali. In porta c’è Agliardi: Leali è stato squalificato per tre giornate dopo l’espulsione contro l’Inter, evidentemente per frasi ingiuriose nei confronti dell’arbitro. A disposizione ci sono anche Succi, bomber che può sempre tornare utile, e Zé Eduardo che può aumentare la sostanza a centrocampo nel caso in cui il Cesena si trovi nella posizione di dover difendere un risultato utile. Perico e Mazzotta possono invece spingere sulle corsie e dare fiato ai titolari.

Roma-Cesena è una delle partite della nona giornata della Serie A 2014-2015. Il turno infrasettimanale propone dunque questa sfida sulla carta scontata, vista la differenza di valori fra la squadra di casa e gli ospiti. Da una parte una squadra che punta dichiaratamente allo scudetto e ha ambizioni significative anche in Champions League; dall'altra una neopromossa che punta solo alla salvezza. Due mondi molto diversi, ma si sa che nel calcio in una partita secca può sempre succedere qualsiasi cosa. Di certo ci sono tutte le premesse per assistere a una partita molto interessante: eccovi dunque ora le probabili formazioni delle due squadre e le notizie alla vigilia di Roma-Cesena, partita che sarà arbitrata dal signor Tommasi.

Dopo la batosta contro il Bayern Monaco e il pareggio sul campo della Sampdoria, l'imperativo per i giallorossi di Rudi Garcia è quello di ritornare alla vittoria. Necessario quando giochi in casa contro una piccola, se vuoi lottare fino in fondo per lo scudetto. Il mister deve fare però i conti con il consueto lungo elenco di infortunati anche se rientra Manolas, per cui la coppia di difensori centrali sarà formata dal greco ed Astori. C'è più abbondanza da centrocampo in su: alla fine in panchina dovrebbero accomodarsi Pjanic, Iturbe e Destro, dunque dovremmo vedere Florenzi con De Rossi e Nainggolan in mezzo al campo e Ljajic al fianco di Totti e Gervinho nel tridente offensivo, sempre calcolando le forze in base alle necessità di un periodo molto intenso.

I bianconeri hanno fatto un buon inizio di campionato, ma adesso sono scivolati verso il basso, nelle zone in cui bisogna combattere con le unghie e con i denti per ogni singolo punto, che a fine stagione potrebbe essere decisivo per salvarsi. La partita di domenica contro l'Inter, oltre a una sconfitta forse immeritata, ha lasciato pure le squalifiche del portiere Leali (espulso) e di Cascione. Dunque all'Olimpico fra i pali ci sarà Agliardi, già entrato in campo contro i nerazzurri, mentre a centrocampo dovrebbe essere Coppola a prendere il posto del compagno di squadra. L'allenatore Pierpaolo Bisoli confermerà il modulo 4-3-1-2 con Garritano trequartista alle spalle della coppia d'attacco composta da Rodriguez e Marilungo. A loro sarà affidato il compito di dare fastidio a De Sanctis.