BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati / Serie A diretta livescore e classifica aggiornata: finale al Bentegodi! (oggi giovedì 30 ottobre 2014, infrasettimanale 9^ giornata)

Risultati Serie A in diretta livescore e classifica aggiornata: questa sera si gioca la nona giornata di campionato, turno infrasettimanale. Ecco il programma delle sfide e la graduatoria

Foto InfophotoFoto Infophoto

Questo il risultato finale del posticipo e dunque termina la decima giornata di Serie A 2014-2015. Con questo punteggio maturato al Bentegodi il Verona sale a quota 12 punti in classifica mentre la Lazio raggiunge Sampdoria, Milan e Udinese nel gruppone delle terze a quota 16. 

Al 69' minuto di gioco il Verona pareggia la rete con cui Senad Lulic aveva portato in vantaggio la Lazio a fine primo tempo, sfruttando un errore di Moras che aveva lisciato un cross da destra di Candreva; Juanito Gomez si piazza davanti a Cavanda che giudica male la traiettoria di un pallone dentro l'area ed è costretto a trattenere l'avversario. Rigore ineccepibile, e giallo per il laterale biancoceleste che essendo già stato ammonito viene mandato sotto la doccia; dal dischetto Luca Toni non sbaglia spiazzando Marchetti e rimette in parità la partita. 

Ci siamo: alle ore 20:45 di giovedì 30 ottobre 2014 va in scena l'atto conclusivo della 9^giornata di Serie A, il posticipo dello stadio Bentegodi Verona-Lazio.

La nona giornata di Serie A ci regala delle sorprese in cima alla classifica. La Juventus perde clamorosamente in casa del Genoa al 94' e si fa raggiungere in testa dalla Roma, vittoriosa all'Olimpico sul Cesena. Per quanto riguarda la corsa Champions il Milan con uno scialbo pareggio a Cagliari riesce lo stesso ad agganciare il terzo posto a quota 16 punti e lo condivide ora con Sampdoria e Udinese, oggi sconfitte. C'è poi un quartetto ad una sola lunghezza composto da Lazio (gioca domani a Verona), Napoli, Inter e Genoa. Salgono con le rispettive vittorie Fiorentina, Torino e Sassuolo. Smuove la propria classifica anche il Palermo. Empoli e Cesena perdendo oggi restano in una zona pericolosa, così come Chievo e Parma che occupano penultimo e ultimo posto della classifica.

Il Palermo va in vantaggio con Rigoni all'82'. Chievo steso da un suo ex giocatore. Pareggio del Napoli a Bergamo con una girata di Higuain all'86'. Al 90' Icardi dal dischetto porta in vantaggio l'Inter. Incredibile a Genova! Gol del Genoa nel quarto di recupero con Antonini, Juve k.o! Higuain al 92' sbaglia un penalty ed il Napoli resta sull'1-1 contro l'Atalanta.

La Fiorentina raddoppia con Babacar al 70', ottimo assist di Cuadrado. Per l'Udinese ora si fa dura al Franchi. All'80' arriva il tris di Borja Valero. Va sul 2-0 la Roma con De Rossi, ora il Cesena è k.o.

Dopo i primi 10 minuti dei secondi tempi nessun risultato è cambiato, ma le partite sono quasi tutte vivaci ed è lecito attendersi presto dei gol molto presto. A Cagliari per esempio Conti ha colpito un palo esterno su punizione. Il Milan ha tremato. Al 58' passa in vantaggio l'Atalanta sul Napoli con gol di testa di Denis!

Al 44' cambia il risultato a Firenze. La Fiorentina passa in vantaggio sull'Udinese con Babacar, abile a tradurre in rete una corta respinta di Karnezis. Nel recupero del primo tempo traversa della Sampdoria a San Siro contro l'Inter.

Si sblocca il risultato anche a Cagliari, dove la squadra di Zeman si porta avanti sul Milan con gol di testa di Ibarbo su assist delizioso di Sau. Bonaventura al 34' riporta la partita in parità con un gran gol dalla distanza che beffa Cragno.

E' la Roma a passare in vantaggio per prima contro il Cesena grazie ad un gol di Destro su assist di Gervinho. Cambia il risultato anche a Torino, dove i granata al 10' si portano sull'1-0 con Darmian.

Sono partite le gare della nona giornata del campionato di Serie A. Dopo i primi 5 minuti sono tutte sullo 0-0, ma si segnala che il Cagliari è andato vicino al gol contro il Milan e la Fiorentina contro l'Udinese con Ilicic.

Mancano pochissimi minuti alla discesa in campo delle squadre che daranno vita alle partite di questo turno infrasettimanale di Serie A. Presto i gol cambieranno i risultati delle partite e la classifica potrebbe cambiare profondamente la sua fisionomia. Nessuna sorpresa nelle ultime notizie del pregara, fatta eccezione per qualche defezione dell'ultimo minuto le formazioni sono quelle annunciate. E tra poco il fischio di inizio, lo spettacolo della Serie A sta per cominciare... 

La nona giornata di Serie A 2014-2015 si è aperta ieri con Sassuolo-Empoli 3-1. I neroverdi emiliani hanno vinto con il risultato di 3-1 maturato in rimonta nel secondo tempo grazie ai gol di Missiroli, Floccari e Berardi che hanno ribaltato il vantaggio toscano alla fine del primo tempo, ottenuto in virtù del gol di Croce. Per il Sassuolo è la seconda vittoria consecutiva, mentre per l'Empoli è la seconda sconfitta consecutiva: in meno di una settimana si è ribaltata la situazione che vedeva l'Empoli come la piccola messa meglio e il Sassuolo invece sul fondo. Ora infatti gli emiliani sono undicesimi in classifica con 10 punti, mentre l'Empoli con i suoi 7 punti è quindicesimo 

Torna un’altra giornata di Serie A 2014-2015: si gioca il turno infrasettimanale valido per la nona giornata di campionato e ieri abbiamo già visto l’anticipo Sassuolo-Empoli (risultato finale 3-1). Le partite di oggi sono tutte alle 20:45, come sempre quando si gioca di mercoledì; andiamo allora a vedere qual è il quadro della situazione. Atalanta-Napoli: i partenopei hanno perso le ultime due giocate a Bergamo senza segnare gol (quattro subiti) ma arrivano dal 6-2 al Verona. Orobici con due vittorie in campionato e ancora pericolanti (hanno perso a Udine). Cagliari-Milan: isolani reduci dal 4-0 inflitto in trasferta all’Empoli ma meno efficaci tra le mura amiche; non battono i rossoneri a domicilio dal 1998. Milan che ha pareggiato in casa contro la Fiorentina interrompendo la striscia di vittorie (2). Fiorentina-Udinese: i viola sono rimasti imbattuti a San Siro ma non decollano, cercano di sfruttare un turno casalingo nel quale affrontano una squadra in salute e terza in classifica. Genoa-Juventus: lo scorso anno decise una punizione di Pirlo e il Grifone sbagliò un rigore. I rossoblu stanno bene ma non battono a domicilio i bianconeri dal 2009, la Juventus vuole rimanere in testa da sola. Inter-Sampdoria: Mihajlovic sfida la sua ex da imbattuto: non ha ancora perso in campionato ed è terzo. I nerazzurri sono tornati a vincere dopo tre partite ma convincono ancora poco sul piano del gioco. Palermo-Chievo: delicato incrocio salvezza, i rosanero hanno perso a Torino ma sembrano in crescita, i veneti hanno steccato all’esordio di Maran facendosi rimontare dal Genoa. Roma-Cesena: solo una volta i romagnoli hanno espugnato l’Olimpico giallorosso (1991). La squadra di Rudi Garcia in casa ha sempre vinto e non ha subito gol, Cesena reduce dalla sconfitta interna contro l’Inter. Torino-Parma: lo scorso anno fu l’incrocio che decise la corsa all’Europa League, alla penultima giornata finì 1-1. Ducali poco fortunati in casa dei granata, e quest’anno hanno vinto solo una delle otto partite giocate (sette sconfitte). Verona-Lazio (domani ore 20:45): un anno fa, a dicembre, la vittoria per 4-1 degli scaligeri costò la panchina a Vladimir Petkovic. Questa volta potrebbe essere diverso: i biancocelesti arrivano da quattro vittorie consecutive, il Verona da due sconfitte in serie.