BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PROBABILI FORMAZIONI / Verona-Cagliari, le ultime novità: i ballottaggi (Serie A 2014-2015, 6^ giornata)

Probabili formazioni Verona-Cagliari tutte le notizie 6a giornata Serie A 2014-2015: alle ore 18.00 di questa sera, apertura del nuovo weekend calcistico con la sfida del Bentegodi

Mandorlini, allenatore Hellas Verona (Infophoto) Mandorlini, allenatore Hellas Verona (Infophoto)

Verona-Cagliari è il primo anticipo della Serie A 2014-2015; probabili formazioni “sdoganate” e con poche sorprese, pur se ci sono dei ballottaggi a poche ore dal fischio d’inizio. In casa scaligera è in mediana: sono in tre per un posto, con Campanharo-Ionita favoriti su Hallfredsson, rientrato dall’Islanda ma con pochi allenamenti alle spalle. Difficile che Saviola, invece, possa prendere il posto di uno tra Juanito Gomez e Jankovic, almeno non dal primo minuto. Zdenek Zeman ha due dubbi: Dessena o Joao Pedro (ma il primo parte nettamente in vantaggio), Pisano o Balzano con il secondo, che ha già allenato ai tempi del Pescara, che dovrebbe essere confermato. In attacco, Farias sarà l’arma per il secondo tempo perchè questo Ibarbo non può restare fuori. 

La sesta giornata di Serie A 2014-2015 inizierà questa sera, alle ore 18.00, quando in quel dello stadio Bentegodi di Verona, l’Hellas di Mandorlini ospiterà il Cagliari di Zdenek Zeman. Sarà una sfida tutta da vivere visto che gli scaligeri hanno iniziato la stagione in maniera positiva, con 8 punti conquistati in 5 giornate al pari di Milan e Inter, mentre i rossoblu guidati da Zdenek Zeman vengono dal roboante successo del Meazza in San Siro ai danni dei nerazzurri, per quattro reti a uno. Il miglior modo quindi per inaugurare questa sesta giornata di campionato ormai davvero vicina. Ecco allora le probabili formazioni delle due squadre e le ultime notizie su Verona-Cagliari.

Per la partita di questa sera dello stadio Bentegodi di Verona, mister Mandorlini dovrà fare a meno di alcuni giocatori, tutti fermi in infermeria. Si tratta precisamente del quintetto formato da Benussi, Martic, Sala, Obbadi e Christodoulopoulos out per problemi muscolari ad eccezione di Martic che ha subito un trauma cranico facciale. Il Verona dovrebbe disporsi in campo con il classico 4-3-3 con Rafael confermato fra i pali, in difesa ci sarà Sorensen sulla corsia di destra con Agostini sul versante mancino e in mezzo la coppia Marquez-Moras. A centrocampo sembra favorito Ionita, grande sorpresa di questo inizio di stagione, su Campanharo per il ruolo di interno di destra. In regia stazionerà invece Tachtsidis con Hallfredsson sull’interno di sinistra. Infine l’attacco, con la prima punta Luca Toni intoccabile, e alle sue spalle l’ottimo Juanito Gomez e uno fra Nico Lopez e Jankovic con il giovane uruguagio leggermente in vantaggio. Solo panchina per Saviola, nessuno squalificato in casa scaligera.

La formazione che Zdenek Zeman manderà in campo questa sera per la trasferta del Bentegodi di Verona dovrebbe essere come da indiscrezioni delle ultime ore. Il boemo punterà sul suo classico e offensivo 4-3-3 a trazione anteriore con Cragno fra i pali, Ceppitelli e Rossettini coppia di difensori centrali, mentre Balzano e Avelar saranno i due terzini, rispettivamente di destra e di sinistra. A centrocampo il giovane Crisetig sarà il playmaker, supportato ai fianchi da Dessena ed Ekdal, quest’ultimo, vero e proprio eroe nella sfida dello scorso weekend contro l’Inter (autore di una storica tripletta a San Siro). Infine l’attacco, confermatissimo, con Sau punta avanzata spalleggiato da Ibarbo e Cossu. Nessuno squalificato fra le fila rossoblu mentre fermi in infermeria vi sono Colombi (problema muscolare), Eriksson (rottura del legamento del ginocchio destro), e capitan Conti (elongazione al retto femorale della gamba destra).

La sesta giornata di Serie A 2014-2015 sarà inaugurata da Verona Cagliari allo stadio Benteigodi di Verona. Alle ore 18.00 di domani sera, i padroni di casa del Verona ospiteranno il Cagliari di Zdenek Zeman. E’ positivo il cammino sin qui in stagione dei gialloblu, con otto punti conquistati (al pari di Milan e Inter), con due gare vinte, due pareggi e una sconfitta. Il Cagliari viene invece dalla roboante vittoria per 4 reti a 1 contro l’Inter in quel di San Siro, un successo che naturalmente ha ridato vigore alla compagine sarda, che si è portata così a quota 4, allontanandosi seppur di poco dalla zona retrocessione, delimitata a tre lunghezze. La partita Verona Cagliari sarà arbitrata dal direttore di gara Giacomelli.

La squadra del Verona cercherà di proseguire la propria splendida marcia in campionato approfittando del fattore casa. Domani sera, allo stadio Bentegodi, Mandorlini dovrà però fare a meno di alcuni giocatori, fermi ai box in infermeria, e precisamente Sala, Martic, Benussi, Christodoulopoulos, Obbadi. Nessuno squalificato invece fra le fila del Verona. E’ ipotizzabile un 4-3-3 con Rafael fra i pali, retroguardia a quattro con Sorensen sulla corsia di destra e Agostini sul versante mancino; Marquez e Moras saranno invece i due centrali. Il reparto di mezzo sarà presidiato dal greco Tachtsidis con Campanharo e il solito Hallfredsson alle sue spalle. Infine il tridente d’attacco, con Toni prima punta avanzata, spalleggiato da Gomez e Jankovic. Panchina a sorpresa per Ionita, fra i migliori in campo in questo inizio di stagione. Panca anche per Saviola e Nico Lopez.

Il Cagliari è decisamente galvanizzato dalla vittoria di domenica scorsa di San Siro contro l’Inter. Un successo che sicuramente servirà da spinta ai rossoblu anche domani sera, nella trasferta di Verona. Zdenek Zeman sorride visto che potrà contare su tutti gli effettivi ad eccezione del solo trio Eriksson, Colombi e Conti. E’ ipotizzabile un 4-3-3 con Cragno in porta, difesa a quattro con Balzano e Avelar sulle due corsie e Ceppitelli e Rossettini nel ruolo di centrali difensivi. A centrocampo spazio a Crisetig in cabina di regia, spalleggiato da Dessena e da Ekdal, quest’ultimo vero e proprio eroe nella gara del Meazza dello scorso weekend. Infine l’attacco, con Sau in posizione avanzata al fianco di Cossu e Ibarbo. Nessuno squalificato per i sardi, mentre in panchina figurano giovani del calibro di Murru e Longo, talenti italiani.