BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Serie A / Probabili formazioni della sesta giornata: Roma, Juventus, Milan, Inter, Napoli. De Sanctis fermo, Guarin ko (4 ottobre 2014)

Serie A Probabili formazioni della sesta giornata: eccovi tutte le formazioni della sesta giornata di Serie A 2014-2015. Juventus-Roma domenica alle 18 sarà la sfida clou del weekend

Carlitos Tevez, attaccante della Juventus (INFOPHOTO) Carlitos Tevez, attaccante della Juventus (INFOPHOTO)

SERIE A PROBABILI FORMAZIONI DELLA SESTA GIORNATA: ROMA, JUVENTUS, MILAN, INTER, NAPOLI E TUTTE LE SQUADRE (3 OTTOBRE 2014) – Arrivano indicazioni sempre più precise sulle probabili formazioni delle partite della sesta giornata di Serie A. Per quanto riguarda gli anticipi, la notizia principale è che in Milan-Chievo Menez è recuperato, quindi El Shaarawy dovrebbe ancora partire dalla panchina. Passando alle partite di domani, ovviamente spicca Juventus-Roma e la notizia principale è che De Sanctis non si è allenato nemmeno oggi, dunque in porta per i giallorossi ci sarà Skorupski, mentre la Juventus ha recuperato Pirlo almeno per la panchina. Notizie interessanti su Fiorentina-Inter: Guarin si è infortunato alla caviglia sinistra e non è stato convocato, tuttavia Mazzarri recupera Kovacic e Dodò, mentre è definitiva la rinuncia dei viola a Richards. Per Napoli-Torino non convocato Bovo fra i granata, Higuain naturalmente tornerà titolare.

SERIE A PROBABILI FORMAZIONI DELLA SESTA GIORNATA: ROMA, JUVENTUS, MILAN, INTER, NAPOLI E TUTTE LE SQUADRE (3 OTTOBRE 2014) – A partire dalle ore di 18.00 di sabato sera con Verona-Cagliari, arrivando fino al doppio posticipo di domenica della 20.45, si terrà una nuova giornata di Serie A, precisamente il sesto turno del campionato 2014-2015. Andiamo ad analizzare insieme le probabili formazioni delle varie squadre, focalizzandoci in particolare su assenti, protagonisti e moduli utilizzati. Si comincia, come dicevamo, con la sfida del Bentegodi di Verona fra l’Hellas e il Cagliari. Nessuno squalificato per le due formazioni ma saranno diversi gli assenti da ambo gli schieramenti: Sala, Martic, Benussi, Christodoulopoulos e Obbadi per i gialloblu, nonché Eriksson, Colombi e Conti per Zeman. Sarà una sfida fra gli stessi moduli, il 4-3-3, probabili protagonisti: Gomez ed Ekdal. Il posticipo delle 20.45 di sabato sarà la gara Milan-Chievo. Inzaghi dovrà fare a meno di diversi giocatori importanti, a cominciare dal solito duo Montolivo-Saponara, passando per Diego Lopez, Van Ginkel e l’acciaccato dell’ultima ora, Menez. Assente anche Zapata, squalificato. Il tecnico piacentino manderà in campo il suo classico 4-3-3 e se dovremmo indicare un protagonista puntiamo su El Shaarawy, che torna titolare dopo un lungo digiuno. Chievo che si presenterà a San Siro, anch’egli con un offensivo 4-3-3. Corini dovrà fare a meno di Izco, Botta e Schelotto, tutti e tre fermi in infermeria. Nessuno squalificato invece fra le fila clivensi. Possibile protagonista: Paloschi. Per Empoli-Palermo delle 12.30 mister Sarri dovrà fare a meno di Laurini e Guarente, mentre Munoz e Gonzalez saranno i due assenti fra le fila rosanero. Nessuno squalificato da ambo le parti e moduli differenti: 4-3-1-2 classico per i toscani, e 3-4-1-2 invece per la compagine di Iachini. Fra i possibili protagonisti del match scegliamo i due giovani talenti italiani Rugani e Belotti. Alle ore 15.00 di domenica pomeriggio si terrà Lazio-Sassuolo. La lista di assenti di Pioli è come al solito lunghissima: Gentiletti, Biglia, Radu, Gonzalez, Basta e Castaldi. Molti calciatori basilari fra cui diversi titolari. Pioli manderà in campo un 4-2-3-1 in cui il possibile protagonista potrebbe essere Djordjevic, dal piede caldo dopo la tripletta contro il Palermo. Sassuolo senza gli infortunati Pegolo e Ariaudo. Confidiamo su Zaza, il possibile man of the match nel 4-3-3 neroverde. Dopo la disfatta contro la Lazio il Parma tornerà in campo domenica pomeriggio alle ore 15.00, ospitando al Tardini il Genoa. Due squadre che scenderanno in campo con lo stesso schema, il tanto di moda 4-3-3. Donadoni fa la conta degli infortunati visto che domenica mancheranno: Biabiany, Paletta, Cassani, Coric, Bidaoui, Costa e Santacroce, oltre allo squalificato Acquah. Assenze pesanti anche in casa rossoblu con Fetfatzids, Burdisso, Marchese e Izzo. Fra i protagonisti del match diciamo Cassano per i gialloblu e Pinilla per il Grifone. La Sampdoria, quarta assoluta in classifica a quota 11 punti, ospiterà l’Atalanta domenica alle 15.00. Nel 4-3-3 di Mihajlovic non ci saranno De Vitis, Krsticic, Fornasier e Regini, tutti infortunati. Tanti assenti anche per Colantuono, che per la trasferta del Marassi non potrà schierare nel suo classico 4-4-2 Rosseti, Spinazzola, Grassi, Bellini e Gomez. Fra i possibili protagonisti del match indichiamo Okaka ed Estigarribia. L’Udinese è la più grande sorpresa della stagione, terza a 12 punti, a tre lunghezze dalla Roma e dalla Juventus. I friulani affronteranno il Cesena con lo stesso identico modulo, il 4-2-3-1. Al match non prenderanno parte Gabriel Silva e Riera per la squadra di Stramaccioni (mentre torna fra i convocati Scuffet), nonché Cazzola e Tabanelli per i romagnoli. Di Natale e Marilungo i possibili protagonisti della partita. Juventus-Roma sarà la partitissima di questo weekend. Al 3-5-2 di Allegri replicherà il 4-3-3 di Rudi Garcia. Fra le due formazioni sta sicuramente peggio quella giallorossa visto che domenica mancheranno De Rossi, Ucan, Balzaretti, Strootman, Castan, Astori e Borriello. Romulo. Barzagli, Marrone e forse Morata saranno invece gli assenti della Juve, con Pirlo che tornerà invece fra i convocati. Fra i protagonisti del match diciamo Pogba e Pjanic. Fiorentina-Inter si giocherà domenica alle 20.45. Montella manderà in campo un 4-3-1-2 ricco di seconde linee, soprattutto davanti, per via delle assenze di Rossi, Gomez, Joaquin e Marin. Mazzarri dovrà invece fare a meno di Jonathan, Dodò, Kovacic ed Hernanes ma punterà come al solito sul suo 3-5-2. Fra i possibili protagonisti del match Babacar fra le fila Viola e il grande ex del match Osvaldo. Infine, a chiusura del weekend, il posticipo del San Paolo Napoli-Torino. Sorride Benitez che dovrà fare a meno solo di Zuniga e Jorginho. Il tecnico spagnolo non snaturerà il suo 4-2-3-1 nonostante le critiche. Ventura non potrà invece contare su Basha, Nocerino e Farnerud, nel suo classico 3-5-2. Possibili protagonisti: Mertens e Quagliarella.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE SERIE A PROBABILI FORMAZIONI DELLA SESTA GIORNATA: ROMA, JUVENTUS, MILAN, INTER, NAPOLI E TUTTE LE SQUADRE (3 OTTOBRE 2014)