BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Moviola/ Juventus-Roma, non c’è il rigore su Maicon, Vidal è in fuorigioco passivo. Tutti gli episodi arbitrali del match

Pubblicazione:lunedì 6 ottobre 2014

Leonardo Bonucci, difensore Juventus (Infophoto) Leonardo Bonucci, difensore Juventus (Infophoto)

MOVIOLA JUVENTUS ROMA ROCCHI EPISODI ARBITRALI – La moviola di Juventus-Roma sta decisamente rubando la scena alle altre notizie sportive in questo lunedì ottobrino. Sono diversi infatti gli episodi arbitrali finiti sotto la lente di ingrandimento in queste ore, complice una prestazione a dir poco insufficiente del fischietto del match, Rocchi. Andiamo ad analizzare insieme quali sono gli episodi più discussi. All’11esimo minuto contatto in area di rigore della Roma fra il giallorosso Holebas e Marchisio, con la Juventus che chiede il calcio di rigore ma l’arbitro lascia correre scegliendo in maniera impeccabile, visto che il fallo non esiste. Poco dopo arriva uno degli episodi chiave del match, il rigore concesso alla Juventus per fallo di mano di Maicon. Punizione di Pirlo che colpisce la barriera, con la palla che rimbalza sulla mano del brasiliano. Rocchi commette uno strafalcione clamoroso: prima di tutto, il fallo avviene fuori dall’area, secondariamente l’ex City si copre il viso con la mano, quindi il fallo non viene commesso. Nell’occasione, inoltre, l’arbitro prima concede punizione dal limite poi assegna la massima punizione alla Juventus dopo che i calciatori bianconeri gli segnalano la linea dello spray all’interno dell’area di rigore della Lupa. Anche in questo caso avviene un errore visto che Maicon, in barriera, si sposta avanti rispetto alla riga tirata da Rocchi. Pochi minuti dopo c’è il rigore della Roma per fallo di Lichtsteiner su Totti: un penalty che è sembrato quasi un “contentino” per i giallorossi per via di quanto accaduto prima. Lo svizzero e il numero 10 della Roma si strattonano entrambi visivamente ed inoltre il fallo inizia a gioco fermo: l’arbitro avrebbe dovuto interrompere il tutto richiamando i due all’ordine. Il terzo rigore, quello di Pjanic su Pogba, arriva allo scadere del primo tempo: l’intervento del bosniaco sul francese è falloso e avviene sulla linea dell’area di rigore, quindi decisione giusta. Infine la rete di Bonucci, quella del definitivo 3 a 2 finale. Sul colpo di testa del bianconero c’è Vidal in fuorigioco ma resta da capire se la sua posizione sia giudicata attiva o meno. Skorupski ha la visuale libera davanti a se, anche se il cileno è a pochi passi. La decisione sembrerebbe corretta ma i dubbi rimangono e servirebbero maggiori lumi della Fifa e dell’Ifab per fare chiarezza su questi episodi.



© Riproduzione Riservata.