BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Roberto Di Matteo/ Ufficiale allo Schalke 04, in panchina dopo due anni

Pubblicazione:martedì 7 ottobre 2014

Roberto Di Matteo ai tempi del Chelsea (Infophoto) Roberto Di Matteo ai tempi del Chelsea (Infophoto)

ROBERTO DI MATTEO NUOVO ALLENATORE DELLO SCHALKE 04 - Roberto Di Matteo torna ad allenare. Lo farà alla ripresa dei campionati europei, al momento fermi per gli impegni delle nazionali: la sua nuova destinazione è lo Schalke 04, che ne ha ufficializzato l’ingaggio. Prende il posto di Jens Keller: il tecnico di Stoccarda era in carica dal 2012 e nelle due stagioni in cui è stato a Gelsenkirchen è riuscito a guidare il club alla qualificazione in Champions League (un quarto e un terzo posto), confermando la dimensione internazionale di una squadra che sotto la guida di Ralf Rangnick aveva raggiunto la semifinale della principale competizione europea. L’inizio di stagione gli è tuttavia stato fatale: due vittorie in sette giornate di Bundesliga (una però era il derby della Ruhr contro il Borussia Dortmund) e così dopo la sconfitta subita dall’Hoffenheim, che ha fatto seguito al pareggio interno contro il Maribor, il suo mandato è stato interrotto. Alla Veltins-Arena arriva dunque Di Matteo, che non allenava dall’anno magico 2012: tornato al Chelsea (ci ha giocato per sei anni) in sostituzione dell’esonerato André Villas-Boas, contro i pronostici di tutti aveva conquistato nientemeno che la Champions League, fin lì sempre sfuggita ai Blues, non prima di aver vinto anche la FA Cup in una stagione che tutti consideravano per fallimentare. A furor di popolo era stato confermato in panchina, ma 21 novembre di quello stesso anno la sconfitta sul campo della Juventus, che avrebbe poi portato all’eliminazione del girone europeo, ne aveva sancito il licenziamento. Già protagonista di una promozione in Premier League con il West Bromwich Albion, il centrocampista di Sciaffusa si rimette in discussione in una società ambiziosa, con potenziale e un grande seguito di tifosi, soprattutto in un campionato in grande crescita e preso oggi a modello da tante realtà in declino (compresa purtroppo la nostra). Un grosso in bocca al lupo dunque: la sua prima partita sarà sabato 18 ottobre (ore 18:30) in casa contro l’Hertha Berlino.



© Riproduzione Riservata.