BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta Napoli-Roma (risultato finale 2-0)/ Decidono i gol di Higuain e Callejon! (sabato 1 novembre 2014, Serie A 10^ giornata)

La diretta di Napoli Roma: risultato live e cronaca della partita valida per la decima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Si gioca sabato 1 novembre 2014 alle ore 15 al San Paolo

Foto Infophoto Foto Infophoto

Diretta Napoli-Roma, il risultato finale è di 2-0 per i padroni di casa grazie ai gol di Gonzalo Higuain ad inizio partita e di José Maria Callejon al 40' minuto del secondo tempo. Insomma, i due gol hanno aperto e chiuso un match globalmente dominato dai partenopei, che hanno ampiamente meritato i tre punti. Complimenti dunque agli uomini di Rafa Benitez, che hanno sicuramente offerto la prestazione migliore della stagione, mentre avrà molto da riflettere Rudi Garcia, pesantemente battuto dagli azzurri. Il risultato è molto diversi, ma a tratti la partita di oggi ha ricordato quella contro il Bayern Monaco: i giallorossi faranno bene ad analizzare i perché di un'altra confitta molto pesante sul piano del gioco. 

Diretta Napoli-Roma, il risultato è di 2-0 per i padroni di casa grazie al gol di José Maria Callejon al 40' minuto del secondo tempo, al termine del più classico dei contropiedi, micidiale per gli avversari. Una ripartenza che ha punito l'atteggiamento ultra-offensivo della Roma: Rudi Garcia le ha provate tutte, dal momento che sono entrati prima Destro e Iturbe al posto di Totti e Florenzi, poi anche Ljajic al posto di Torosidis per un finale all'arma bianca, che però a questo punto sembra un'impresa impossibile. 

Diretta Napoli-Roma, il risultato resta sempre sull'1-0 per i padroni di casa, ma bisogna dire che in questo secondo tempo ci sta piacendo di più la Roma. Nulla di clamoroso, a parte un tiro di Florenzi ben deviato in angolo da Rafael, però i giallorossi stanno facendo il gioco contro un Napoli che - comprensibilmente - non è sui livelli del primo tempo. Il canovaccio si è rovesciato, vediamo se basterà alla squadra di Rudi Garcia per raddrizzare il risultato. Attenzione però ai contropiedi: Callejon e sugli sviluppi della stessa azione Insigne hanno appena sfiorato il 2-0. 

Diretta Napoli-Roma, il risultato a fine primo tempo resta di 1-0 per i padroni di casa, che hanno disputato un primo tempo fantastico. Possiamo anzi dire che il punteggio è pure stretto per la squadra di Rafa Benitez, che nel finale - dopo avere brevemente rifiatato - è tornata ad essere di nuovo molto pericolosa. In particolare da segnalare un'azione in cui Higuain si è presentato da solo davanti a De Sanctis, bravissimo a togliergli il pallone. Sugli sviluppi dell'azione però la sfera arriva ad Hamsik, che colpisce l'incrocio dei pali come in precedenza aveva già fatto Callejon. Napoli splendido, Roma molto male: i giallorossi devono essere contenti di essere arrivati al riposo sotto di un solo gol. 

Diretta Napoli-Roma, il risultato resta di 1-0 per i padroni di casa, che hanno letteralmente dominato nel primo quarto d'ora, giocato a ritmo altissimo dai partenopei. Oltre al gol di Higuain, il Napoli ha sfiorato la rete pure in altre occasioni, in particolare con la traversa colpita da Callejon pochi minuti dopo. Poi la Roma ha iniziato a farsi vedere, anche perché il Napoli fatalmente ha rallentato (ma non troppo). Vantaggio comunque meritatissimo per i padroni di casa, e una cosa è certa: ci stiamo divertendo. 

Diretta Napoli-Roma, il risultato si sblocca dopo soli 3 minuti con una magia di Higuain. Insigne prova un tiro dalla distanza ma viene deviato ed è lesto l'attaccante argentino dei partenopei a trasformare con una semirovesciata. Intanto sono state comunicate le formazioni ufficiali, eccovi dunque le scelte di Rafa Benitez e Rudi Garcia per questo incontro così delicato ed affascinante. NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; David Lopez, Jorginho; Callejón, Hamsik, Insigne; Higuaín. All. Benitez. ROMA (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Manolas, Yanga-Mbiwa, Holebas; Nainggolan, Keita, Pjanic; Florenzi, Totti, Gervinho. All. Garcia. Arbitro: Tagliavento. 

Andando ad analizzare la chiave tattica della partita tra Napoli e Roma possiamo sicuramente dire che si tratta di due squadre votate all'attacco e che pertanto si preannuncia una bella partita per i tifosi amanti del bel calcio. I partenopei giocheranno con il classico 4-2-3-1 contro il 4-3-3 di Rudi Garcia. Rafa Benitez chiederà molto impegno ai suoi esterni, presumibilmente Callejon e Mertens, che dovranno essere bravi a fare sia la fase offensiva che quella difensiva in modo tale da aiutare la retroguardia ed il centrocampo, i reparti più in difficoltà del Napoli. Nella Roma sarà fondamentale il lavoro del trio di centrocampo che dovrà recuperare palloni, sviluppare una buona manovra di gioco ed innescare il tridente d'attacco. A livello difensivo la squadra ospite è sicuramente più solida, mentre quella di casa ha più volte evidenziato qualche svarione di troppo che potrebbe essere sfruttato dagli abili attaccanti romanisti. 

La diretta Napoli Roma è il big match della decima giornata di campionato: si gioca alle 15.00 al San Paolo. Avviciniamoci alla sfida dando un occhio ai dati statistici collezionati delle due formazioni. I giallorossi sono la squadra che fa più possesso palla della Serie A: 33’05’’, contro i 29’04’’ degli azzurri. Il Napoli, rispetto alla Roma, tira di più e lo fa centrando maggiormente la porta: 18.2 le conclusioni totali (di cui 8.2 nello specchio) contro 13.1 (e 5). Veniamo dunque alla voce delle palle giocate e della percentuale dei passaggi completati: la banda di Garcia fa meglio in entrambe le specificità con 755.2 e 77.5%, mentre i ragazzi di Benitez fanno registrare 673.7 e il 72.1%. Chiudiamo con la supremazia territoriale e la pericolosità offensiva; in questo caso è un 2-0 secco per i partenopei: 15’21’’ e 63.3% contro 13’53’’ e 59.3%. 

Alle 15.00 in diretta Napoli-Roma: al San Paolo va in scena il big match della decima giornata di campionato di Serie A 2014-2015. C’è grande attesa ma anche timore in vista del fischio d’inizio, vista la morte di Ciro Esposito e le tensioni tra le due tifoserie. Sperando che vada tutto per il meglio e che vincano la civiltà e lo sport, ecco le condizioni meteo fornite dal sito ufficiale della Lega. Da questo punto di vista, solo belle notizie. Il sole splende alto sul Golfo e la temperatura sarà davvero gradevole, sui 19-20° C (minima 19.7, massima 20.3); l’umidità è segnalata al 47%, mentre soffierà un po’ di Tramontana, senza comunque eccessive raffiche. 

In attesa di vivere in diretta tutte le emozioni di Napoli-Roma, grande anticipo della decima giornata di Serie A, è purtroppo inevitabile parlare del fatto che Napoli è una città blindata per accogliere questa partita. La prima mossa è stato il divieto di assistere al match per i tifosi ospiti: un grande peccato perché in un mondo ideale non dovrebbe essere così, ma se non altro questo agevola il compito delle forze dell'ordine, che stanno impegnando circa mille uomini per sorvegliare le vie d'accesso al San Paolo e le tribune dello stadio. Intanto una buona notizia c'è già: la sera e la notte sono trascorse tranquille per la Roma, che alloggia in un hotel di Fuorigrotta, vicinissima al San Paolo proprio per rendere il tragitto dall'albergo allo stadio il più breve possibile. Sperando che tutto proceda in questo modo, come hanno auspicato tutti i protagonisti, dai due allenatori a Francesco Totti fino al grande ex Morgan De Sanctis. Sarebbe il modo migliore per onorare il povero Ciro Esposito. 

La diretta Napoli-Roma è l'evento sportivo della giornata. “Spero di vedere una gara giocata con determinazione in campo, ma che fuori tutto proceda in maniera tranquilla. Bisogna dare un segnale di civiltà anche per rispetto alla memoria di Ciro Esposito”. Le parole, rilasciate a Tuttomercatoweb, sono di Gennaro Iezzo che commenta così alla vigilia del big match, assai delicato non solo per la classifica delle due squadre. Gli fa eco una grande romano e romanista come Gigi Proietti, che sempre TMW dice: “Mi sembra che sia Napoli che Roma stiano andando bene in campionato, sono in salute. Ecco, si pensi a fare una bella partita e cerchiamo di diventare cittadini come si deve. Lo dico ai tifosi napoletani e romanisti: diamo un esempio, anche alla nostra classe politica”. 

La decima giornata di Serie A 2014-2015 si apre oggi pomeriggio alle ore 15: al San Paolo va in scena Napoli-Roma. L’orario è dovuto a motivi di ordine pubblico: da sempre sfida calda perchè derby del Sud tra due squadre che hanno grande tradizione e lottano per la supremazia della zona d’Italia, questo sabato potrebbe avere motivi di tensione ulteriore per quanto accaduto lo scorso 3 maggio in occasione della finale di Coppa Italia, con l’ormai nota sparatoria che ha portato alla morte di Ciro Esposito. Le forze dell’ordine temono una rappresaglia o comunque nuovi scontri, la speranza è che non succeda nulla e che ci si possa gustare una partita che promette spettacolo. La classifica ci dice che il Napoli ha 15 punti e ha ripreso quota pur arrivando da un pareggio esterno, mentre la Roma ha nuovamente agganciato la vetta della classifica e adesso si presenta al San Paolo da capolista. Un anno fa i partenopei si imposero in campionato: decise una rete di Callejon a dieci minuti dal termine. C’è un’altra vittoria azzurra da registrare: quella per 3-0 nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, con tanto di qualificazione perchè la squadra di Rafa Benitez ribaltò il 3-2 con cui la Roma aveva vinto all’Olimpico. Anche in Serie A i giallorossi si erano imposti nel loro stadio: doppietta di Pjanic, un rigore e una punizione. La partita del marzo scorso alla Roma ricorda soprattutto il grave infortunio occorso a Kevin Strootman, che sta ancora recuperando e che potrebbe tornare in campo alla fine di questo mese; per quanto riguarda gli altri precedenti, il pareggio non esce dal febbraio 2010 quando fu 2-2 (rigore di Julio Baptista e Vucinic per la Roma, Denis e rigore di Hamsik per il Napoli) mentre la Roma non festeggia una vittoria al San Paolo dal dicembre 2011, un 3-1 firmato autogol di De Sanctis, Osvaldo e Simplicio, con il gol della bandiera partenopeo realizzato da Hamsik.   Il Napoli è in vantaggio nei precedenti: 34 vittorie (anche un 4-1 del 2013-2014) contro 23, con 22 pareggi, 105 gol realizzati contro gli 82 giallorossi. Proprio Morgan De Sanctis è un ex della sfida: ha giocato quattro stagioni a Napoli e ora è alla seconda nella Roma. Ci sono anche l’allenatore Ottavio Bianchi, campione d’Italia a Napoli e pio per due anni alla Roma con vittoria della Coppa Italia e finale di Coppa UEFA; Claudio Ranieri, arrivato giovane a Napoli e poi capace di sfiorare lo scudetto con la Roma; il centrocampista svedese Jonas Thern, due anni in maglia azzurra e tre con quella giallorossa; e Roberto Policano, cresciuto nella Roma dove giocava attaccante e finito a giocare laterale a sinistra nel Napoli, per cinque stagioni. Non va poi dimenticato Andrea Carnevale, che in Campania ha vinto due scudetti, la Coppa Italia e la Coppa UEFA e non ha avuto la stessa fortuna nella capitale, dove comunque ha messo insieme tre stagioni positive dal punto di vista personale. Il Napoli si è rimesso in corsa con 7 punti nelle ultime tre giornate. La goleada contro il Verona non è stata confermata a Bergamo, un campo dove i partenopei avevano perso le ultime due partite senza segnare; un peccato per i ragazzi di Rafa Benitez che hanno anche sbagliato un rigore (il secondo stagionale) con Gonzalo Higuain, che poco prima aveva segnato la rete del pareggio. La classifica però sta iniziando a rispecchiare quello che è il reale valore della squadra; adesso la distanza dalla vetta è di 7 punti e quella dal terzo posto che significa playoff di Champions League è di appena  uno, per cui ci sono tutti i presupposti quantomeno per ripetere l’ottima stagione passata, chiusa con il terzo posto e la vittoria della Coppa Italia. Certo i tifosi si aspettano altro: sanno di avere a disposizione una rosa che può lottare per lo scudetto, ma fino ad oggi il campo ha detto che il Napoli ha qualcosa in meno di Roma e Juventus e che di conseguenza bisognerà giocare al massimo delle possibilità per essere lassù con le prime due. Una delle quali è la Roma, che grazie alla vittoria contro il Cesena ha riagganciato la Juventus sconfitta a Genova, e dunque al momento ha ammortizzato la sconfitta nello scontro diretto. Le brutte notizie sono legate all’ennesimo infortunio (Astori), quelle belle parlano di una panchina sempre incisiva (Destro segna più o meno ogni volta che gioca, Yanga-Mbiwa ha fornito l’assist a De Rossi) e di una squadra che ha saputo immediatamente riprendersi dopo i sette gol subiti contro il Bayern Monaco. Il turno adesso sorride alla Juventus (che però deve confermare di poter risalire a Empoli, campo non facile) ma come ha detto Rudi Garcia i giallorossi devono guardare in casa loro e vincere le loro partite, e poi si vedrà cosa faranno i bianconeri. Ci attende una partita bellissima: entrambe le squadre sanno giocare molto bene e sono votate all’attacco, con la Roma che riesce a essere più bilanciata nelle due fasi ma il Napoli che ha folate offensive uniche e un attaccante come Higuain che può essere letale. Lo scorso anno in quattro partite tra queste due formazioni sono venuti fuori 11 gol; diciamo che il biglietto da visita è piuttosto interessante, la rivalità (sperando si limiti solo a quella sportiva) farà il resto e la lotta per le prime posizioni ci assicura che si andrà comunque a caccia di una vittoria, da una parte e dall’altra. Non ci resta allora che metterci comodi, dare la parola allo stadio San Paolo e rimanere in attesa del verdetto del campo per sapere chi si porterà a casa la posta piena (se qualcuno lo farà): la diretta di Napoli-Roma, partita valida per la nona giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare…