BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Chievo-Sassuolo/ Orario diretta tv, probabili formazioni e quote: le ultime novità, torna P.Cannavaro (Serie A 2014-2015 10a giornata)

Chievo-Sassuolo, dove vedere la partita in diretta, quote e pronostico. Le probabili formazioni, le ultime novità sulla partita valida per la decima giornata di Serie A 2014-2015

Foto InfophotoFoto Infophoto

Chievo-Sassuolo si gioca oggi pomeriggio alle ore 15; vale per la decima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Due squadre che cercano la salvezza, ma con momenti del tutto diversi: i veneti hanno perso le due partite con Rolando Maran in panchina e sono penultimi in classifica (4 punti), i neroverdi avendo vinto le ultime due si sono portati a 10 punti e attualmente sono fuori dalla zona retrocessione. Arbitra il signor Marco Guida.

Chievo-Sassuolo sarà visibile in diretta tv a partire dalle ore 15.00 in sui canali di Sky su Calcio 4 HD.+ e seguibile su tablet, smartphone e pc su Sky Go. 

La gara è considerata molto equilibrata dalla Snai che perà vede leggermente favoriti i clivensi padroni di casa. La vittoria della squadra di Maran è quotata 2.45, con il successo esterno dei ragazzi di Di Francesco è dato a 3.00 e il pareggio è il risultato meno probabile a 3.10. 

Rolando Maran dovrà fare ancora a meno di Izco e Botta che non ha ancora avuto a disposizione nella sua gestione. Ritroverà in cabina di regia Radovanovic che torna dalla squalifica. In difesa davanti a Bardi ci sarà una linea a quattro composta da Frey, Zukanovic, Dainelli e Biraghi. Vicino a Radovanovic in mezzo al campo ci saranno Hetemaj e Schelotto. Mentre davanti ancora una volta Paloschi sarà preferito a Maxi Lopez, in suo appoggio scenderanno in campo Birsa e Meggiorini.

– Eusebio Di Francesco dovrà vedersela con diverse indisponibilità, sono fuori Pegolo, Manfredini, Biondini e Zaza. In difesa è recuperato Vrsaljko che giocherà sulla corsia a destra con Cannavaro e Acerbi al centro e Peluso sull'altra corsia davanti a Consigli. In mezzo al campo Magnanelli agirà in cabina di regia con Taider e Missiroli sulle mezzali. Davanti Floccari ha accusato un fastidio alla coscia, ma dovrebbe partire titolare con ai fianchi Nicola Sansone e Domenico Berardi. 

Si affrontano domani alle ore 15.00 la squadra di Rolando Maran e quella di Eusebio Di Francesco allo Stadio Bentegodi.

Rolando Maran cambia ancora: il suo Chievo non decolla e c’è dunque bisogno di apportare tutti gli accorgimenti del caso, anche con diversi moduli. Domani dovrebbe essere varato il 4-2-3-1, con il ritorno da titolare di Paloschi che in 12 minuti a Palermo ha fatto più di Maxi Lopez in quasi tutta la partita. Alle spalle dell’attaccante ci sarà dunque una linea di mezzepunte nella quale Lazarevic parte favorito su Schelotto, Meggiorini dovrebbe essere il finto esterno con facoltà di avanzare la sua posizione e giocare insieme a Paloschi e Birsa il delegato a coprire tutta la trequarti. Centrocampo con Hetemaj confermato, mentre dovrebbe essere Radovanovic a giocare al fianco del finlandese con Cofie che va in panchina. In difesa si va verso una nuova partita per Zukanovic (panchina per Cesar), Dainelli l’altro centrale con Nicolas Frey a destra e Biraghi questa volta titolare a sinistra. Ancora indisponibili Izco e Ruben Botta, due giocatori che avrebbero certamente fatto comodo.

Zaza non recupera; con lui restano fuori Pegolo, Cannavaro e Mandredini. Di Francesco però ha creato una formazione che gira, nella quale il ritrovato Acerbi fa coppia in mezzo alla difesa con Terranova (mancato tanto la scorsa stagione) e Vrsaljko dovrebbe tornare titolare in luogo di Gazzola. Sostanzialmente non cambiano gli undici che hanno battuto l’Empoli in rimonta: Floccari fa l’attaccante centrale con Domenico Berardi e Nicola Sansone che completano il tridente, Magnanelli ovviamente è il perno centrale in mediana con Missiroli che garantisce qualità e collega i reparti provando le incursioni senza palla e Taider è la piacevolissima novità di queste ultime giornate, per lui due gol in due partite (più uno annullato) e il contributo che il suo allenatore si aspettava. Potrebbero dunque cambiare soltanto le corsie di difesa, perchè a sinistra Longhi è al momento favorito su Peluso. Rotazioni corte, ma al momento il Sassuolo sta girando e non c’è motivo di aprire a troppi esperimenti.