BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Qualificazioni Euro 2016/ La presentazione di Alec Cordolcini (esclusiva)

Foto Infophoto Foto Infophoto

La Repubblica Ceca è un'altra squadra interessante che pratica un calcio veloce e compatto, rispetto a quello del 2008-2010 che era lento e macchinoso. Penso invece che l'Islanda si qualificherà per Francia 2016.

Scozia-Irlanda è sfida da sapore affascinante e "storico": una delle due potrebbe davvero andare agli Europei? La Scozia tra le squadre britanniche è quella più in crisi, in una situazione difficile in cui si trova da anni e da cui non riesce ad uscire. Credo che alla fine sarà l'Irlanda ad avere più possibilità di qualificarsi per Francia 2016.

Serbia-Danimarca è un'altra partita che potrebbe dire tanto per le qualificazioni? La Serbia si porta dietro la spada di Damocle per la partita con l'Albania. La Danimarca in effetti ha dei buoni elementi, anche se manca di una prima punta di peso; credo che potrà fare bene nel girone, anche se c'è l'Albania che sta crescendo grazie anche al lavoro di De Biasi.

A proposito: cosa pensa di questa nazionale, che affronteremo a breve in amichevole? Magari non riuscirà a qualificarsi, ma il movimento calcistico sta sempre più migliorando negli ultimi tempi, un po' come succede in Austria. La differenza sta nel fatto che l'Albania non ha mai avuto una grande tradizione, mentre l'Austria, al di là del famoso WunderTeam, ha fatto bene in altre occasioni.

Nel nostro girone chi potrebbe inserirsi tra Italia e Croazia? Non vedo bene la Norvegia che dovrebbe puntare sulla fisicità, cosa che però non è venuta fuori finora. La Bulgaria è sinceramente una squadra di poco valore; Italia e Croazia sono le squadre più forti del girone, e devono riscattare un Mondiale fallimentare. La Croazia ha tanti buoni giocatori, di notevole talento. Si prospetta domenica un incontro veramente interessante, quello più bello di questa giornata di qualificazioni.

(Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.