BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Italia-Croazia: Balotelli e Ogbonna lasciano il ritiro (qualificazioni Europei 2016, gruppo H)

Le probabili formazioni di Italia Croazia: tutte le notizie sugli schieramenti delle due nazionali che si affrontano a San Siro per le qualificazioni agli Europei 2016, gruppo H.

Foto InfophotoFoto Infophoto

Non arrivano buone notizie dal ritiro della nazionale italiana in vista della sfida contro la Croazia. Il commissario tecnico Antonio Conte ha infatti dovuto salutare Angelo Ogbonna e Mario Balotelli. Entrambi hanno lasciato poco fa il gruppo degli azzurri per via di un doppio infortunio. Per il centrale della Juventus si era già intuito qualcosa nelle scorse ore in seguito al sovraccarico al bicipite femorale. Inatteso invece lo stop di Super Mario, che ha dovuto dare forfeit per un affaticamento a livello muscolare. Ritorno quindi sfortunato per Balotelli nella nazionale, che aveva ricevuto la prima chiamata di Conte dopo un lungo digiuno dagli azzurri. Per entrambi, appuntamento (eventuale), alle gare in programma nel 2015.

Si gioca domani sera alle ore 20:45, lo stadio Giuseppe Meazza di Milano ospita una partita valida per la quarta giornata del gruppo H di qualificazione agli Europei 2016. E’ la sfida tra le due formazioni che stanno dominando il girone: 9 punti, tre vittorie in tre partite. E’ importante arrivare primi per il ranking UEFA e per un sorteggio più morbido nella fase finale; per il momento le due nazionali veleggiano verso la qualificazione senza passare dai playoff senza il minimo problema. Arbitra l’olandese Bjorn Kuipers, che avevamo incrociato ai Mondiali nella partita contro l’Inghilterra e che ha diretto l’ultima finale di Champions League. Di seguito ecco le ultime news e gli aggiornamenti sulle probabili formazioni Italia Croazia.

Ci sono problemi per gli Azzurri, che hanno perso tanti elementi in difesa: non convocati Romagnoli e Astori, già con Barzagli lungodegente e Bonucci squalificato, in ritiro si è fermato anche Ogbonna; il reparto arretrato è così da ricostruire e, se Ranocchia e Chiellini sono confermati, sul centrodestra dovrà scalare Darmian. Cosa che ovviamente porterà anche a una modifica sugli esterni: sarà con tutta probabilità De Sciglio a giocare sulla destra, mentre dall’altra parte già dal primo minuto vedremo all’opera Darmian. Qualche cambio anche in mediana: in assenza di Pirlo, che sarebbe probabilmente stato titolare, c’è De Rossi come perno davanti alla difesa, Marchisio nel ruolo di mezzala sinistra e Candreva che stringe la sua posizione giocando da interno e non sulla fascia. La coppia d’attacco dovrebbe essere quella delle prime uscite: Immobile-Zaza, anche se nella ripresa potrebbe ragionevolmente esserci spazio per uno tra Pellé e Giovinco, o magari per entrambi; senza dimenticarsi di Balotelli.

La Croazia arriva dalla sconfitta contro l’Argentina, una partita nella quale Nico Kovac ha schierato una formazione di riserve e ha comunque sfiorato il colpo grosso. Per la sfida di San Siro tornano i titolari: da capire ancora qualche scelta, ma la squadra è già in testa. In portya va Subasic, con Srna e Pranjic a spingere sulle corsie; qualche dubbio a centrocampo, ma sostanzialmente Kovac dovrebbe scegliere il rombo con Brozovic che fa il vertice basso e Kovacic, straordinario contro l’Argentina, in qualità di trequartista, con due registi come Rakitic e Modric che dettano i tempi e si allargano per permettere al gioiellino dell’Inter di andare a prendere palla negli spazi e inventare. La coppia d’ataco sembra già scritta: insieme a Mario Mandzukic ci sarà Andrej Kramaric, altro giovane talento del calcio croato che compare già sui taccuini delle grandi squadre d’Europa. In caso di 4-2-3-1 ci sarà spazio per Perisic e, magari, Olic con la panchina per Kramaric e Brozovic, mettendo Modric e Rakitic nella mediana davanti alla difesa; ma sarebbe formazione più siblanciata e probabilmente non vedremo questa soluzione.