BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Italia-Croazia/ Orario diretta tv, probabili formazioni e quote: ultime novità, i diffidati (qualificazioni Euro 2016, domenica 16 novembre 2014)

Probabili formazioni Italia-Croazia: orario diretta tv, quote, possibili titolari. Tutte le ultime notizie sulla partita di San Siro per le qualificazioni agli Europei 2016 (16 novembre)

Gli azzurri nella partita con la Croazia a Euro 2012 (Infophoto)Gli azzurri nella partita con la Croazia a Euro 2012 (Infophoto)

Vive anche di calciatori diffidati che dunque rischiano di non poter scendere in campo nei prossimi impegni delle rispettive nazionali, che saranno a marzo (Bulgaria-Italia e Croazia-Norvegia). Per gli Azzurri in realtà il rischio è "minore": dei diffidati gli unici due che inizieranno dal primo minuto sono Simone Zaza e Matteo Darmian. Sono anche gli unici presenti: Davide Astori, Andrea Pirlo e Alessandro Florenzi non sono stati infatti convocati per vari problemi fisici. Nella Croazia non ci sono invece diffidati: da questo punto di vista Nico Kovac non rischia nulla. 

Inizia alle ore 20:45, quali saranno i protagonisti del match? Ne abbiamo scelto uno per parte con la convinzione che si possano mettere particolarmente in mostra, vediamo allora quali sono le nostre scelte. Il Principino, come già è accaduto con la Juventus, è chiamato a prendere il posto di Pirlo in cabina di regia; un ruolo che ha già dimostrato di saper svolgere con ordine e pulizia, anche se le caratteristiche non sono le stesse del bresciano. Contro Modric e Rakitic non sarà impresa semplice, ma Marchisio ha le qualità per riuscire ed essere utile alla sua Nazionale. Se ne parla così tanto che stasera sarà l'osservato speciale. Classe '91, gioca nel Rijeka ed è un attaccante: è solo l'ennesimo prodotto di qualità dello sconfinato vivaio croato, che ogni anno sforna giocatori pronti al grande salto nell'Europa che conta. Modric, Rakitic e Mandzukic sono già soilde realtà, Kovacic si sta confermando, si aspetta Halilovic e ora c'è questo Kramaric, che in patria chiamano il nuovo Suker. Scusate se è poco... 

È una partita che ci presenta anche qualche assente: sempre un concetto "difficile" quando si parla di nazionali, ma di certo nella lista dei convocati di Antonio Conte mancano alcuni giocatori che certamente sarebbero stati convocati se non fosse stato per qualche problema fisico. O per squalifica, come nel caso di Leonardo Bonucci; a proposito la difesa è decimata, perchè mancano ancora Andrea Barzagli (lo rivedremo nel 2015), Davide Astori e Angelo Ogbonna, che si è fatto male nel corso del ritiro di Coverciano. Il CT salentino non ha potuto chiamare Andrea Pirlo, e per quanto riguarda il centrocampo rimane sempre fuori Riccardo Montolivo che sta completando la lunga fase di recupero dopo la frattura della tibia. Fuori causa anche Lorenzo Insigne, il cui grave infortunio nel corso della partita contro la Fiorentina toglie non solo al Napoli ma anche all'Italia una pedina importante.

È la partita più interessante di oggi per le qualificazioni agli Europei 2016, non solo nel gruppo H del quale costituisce lo scontro al vertice fra le due formazioni che guidano la classifica a punteggio pieno con tre vittorie in altrettante partite giocate. Chi vince avrà di fatto già ipotecato un posto a Euro 2016, sperando che il meteo su Milano sia clemente e si possa assistere ad un buono spettacolo. Di certo, sarà un test molto importante per la l'Italia di Antonio Conte contro una squadra che sa giocare molto bene al calcio. Eccovi dunque le le ultime notizie sulle probabili formazioni di Italia-Croazia, che sarà diretta dall'olandese Bjorn Kuipers.

Italia-Croazia, come tutte le partite della Nazionale azzurra, sarà visibile su Rai Uno, naturalmente dalle ore 20.45.

Secondo gli scommettitori, in particolare l'agenzia Snai, l'Italia è favorita ma le quote sono abbastanza equilibrate: infatti la vittoria azzurra è quotata a 2,20, mentre in caso di pareggio si sale a 3,15 e per la vittoria croata fino a 3,40.

Ci sono problemi per l'Italia, come hanno dimostrato anche le ultime due defezioni di Ogbonna e Balotelli, che proprio ieri hanno lasciato il ritiro. In particolare, la situazione più critica è nel reparto arretrato, che già doveva fare i conti con numerose defezioni: Ranocchia e Chiellini sono confermati, sul centrodestra dovrà scalare Darmian e questo comporta anche una modifica sugli esterni: sarà con tutta probabilità De Sciglio a giocare sulla destra, mentre dall’altra parte già dal primo minuto vedremo all’opera Pasqual. Qualche cambio anche in mediana: in assenza di Pirlo sarà De Rossi il perno davanti alla difesa nel giorno in cui tocca la sua presenza numero 100 in Nazionale, poi ci saranno Marchisio nel ruolo di mezzala sinistra e Candreva che giocherà da interno e non sulla fascia. La coppia d’attacco dovrebbe essere quella delle prime uscite: Immobile-Zaza, anche se nella ripresa potrebbe ragionevolmente esserci spazio per uno tra Pellé e Giovinco, mentre purtroppo neanche questa sarà la volta buona per la prima di Balotelli con la Nazionale di Conte.

La Croazia arriva dalla sconfitta contro l’Argentina, partita nella quale il c.t. Nico Kovac ha schierato una formazione di riserve e ha comunque sfiorato il colpo grosso. Per la sfida di San Siro tornano i titolari: da capire ancora qualche scelta, ma di certo in porta ci sarà Subasic, con Srna e Pranjic a spingere sulle corsie; qualche dubbio a centrocampo, ma Kovac dovrebbe scegliere il rombo con Brozovic vertice basso e Kovacic, straordinario contro l’Argentina, in qualità di trequartista, con due registi come Rakitic e Modric a garantire ulteriore qualità in una squadra che di certo con il pallone ci sa fare. La coppia d’attacco sembra già scritta: insieme a Mario Mandzukic ci sarà Andrej Kramaric, altro giovane talento del calcio croato che compare già sui taccuini delle grandi squadre d’Europa.