BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Video Trapani-Catania (2-2): gol, sintesi e highlights della partita (16 novembre 2014, Serie B 14^giornata)

Pubblicazione:

Lo stadio Provinciale, dove si è giocata la partita (Infophoto)  Lo stadio Provinciale, dove si è giocata la partita (Infophoto)

VIDEO TRAPANI-CATANIA 2-2 (SERIE B 2014-2015, DOMENICA 16 NOVEMBRE): GOL SINTESI E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA - E' finita 2-2 la sfida al Provinciale di Erice tra Trapani e Catania. Aprono le marcature Abate e Basso per i granata, completa la rimonta per i rossoazzurri una doppietta di Leto. E' stata una partita piuttosto equilibrata e combattuta, possesso palla leggermente in favore del Catania con il 52% contro il 48% dei padroni di casa. Venti i tiri totali di cui 8 nello specchio della porta. Trapani più concreto, Catania maggiormente intraprendente ma leggermente meno preciso nell'esecuzione. Oltre 280 i passaggi effettuati dai ragazzi allenati da Sannino, 250 dal Trapani che nel secondo tempo ha pagato a caro prezzo l'espulsione di Ciaramitaro. Diciannove i falli totali, sono ben otto invece, i cartellini gialli estratti dal direttore di gara Pasqua di Tivoli. 10 i calci d'angolo totali, di cui la maggior parte in favore della squadra granata. Uomo partita Leto del Catania, capace di realizzare una doppietta fondamentale per il pareggio. Sugli spalti presenti oltre 10mila spettatori. CLICCA QUI PER IL VIDEO DI TRAPANI-CATANIA 2-2 (SERIE B 2014-2015, DOMENICA 16 NOVEMBRE): GOL SINTESI E HIGHLIGHTS DELLA PARTITA

LE DICHIARAZIONI - Al termine della partita, il tecnico del Catania Giuseppe Sannino ha commentato il pareggio ottenuto nel derby contro il Trapani ai microfoni di 'Sky Sport': "Siamo partiti con un handicap madornale: prendere un gol come quello di Abate è veramente da bambini. Questo episodio ci ha penalizzati, però il 2-2 lo prendo volentieri, perché è stata una bellissima giornata di sport. Leto? È sempre nell'occhio della critica, ma oggi ci ha dato una grossa mano. Io mi aspetto che lui possa ritrovare il feeling con la gente di Catania. Noi abbiamo un obiettivo e dobbiamo raggiungerlo tutti insieme. Le scelte iniziali di formazione? Le rifarei tutte. A me piace giocare sempre con due punte vicine, ma ho cominciato con Almiron in appoggio su Leto, per farlo correre di meno. Quando è uscito Martinho ho dovuto fare una scelta importante, riportando l'ex Juve nel suo ruolo naturale. Il risultato è quello più giusto, abbiamo giocato un tempo per uno. Tanti giocatori finalizzano? Vuol dire che c'è la voglia di andare in tanti a concludere. Sto cercando di fare un lavoro per portare più autostima possibile all'interno del gruppo. Voglio spendere due parole per Escalante, che era un po' uno sconosciuto, ma che sta diventando un punto di riferimento importante per la squadra". Soddisfatto, invece, il mister del Trapani Boscaglia. Ecco le sue dichiarazioni sempre ai microfoni di Sky Sport: "Sono gli episodi a fare la differenza in un match intenso come quello di oggi; a mio avviso, la gestione dei cartellini dell'arbitro è stata totalmente sbagliata. Rigore? Ci può stare, ne hanno assegnati di peggiori, ma non esisteva l'espulsione. Comunque, parliamo di una partita fantastica, in cui si è onorato il calcio in Sicilia. E' stata una grande festa, noi siamo stati molto bravi nel primo tempo, calando poi nella ripresa: il gol iniziale ci ha impauriti. Sono comunque soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi".


  PAG. SUCC. >