BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Sampdoria-Fiorentina (3-1): Fantacalcio, i voti della partita. I top e i flop (Serie A 2014-2015, 10^ giornata)

Le pagelle di Sampdoria Fiorentina: i voti della partita valida per la decima giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Si gioca domenica 2 novembre al Ferraris. I top e i flop

Foto Infophoto Foto Infophoto

Grande successo della Sampdoria che ieri pomeriggio, allo stadio Marassi di Genova, ottiene i tre punti contro la Fiorentina, battuta per tre reti a uno. Una festa del gol a cui partecipano i blucerchiati Palombo, Rizzo ed Eder, con l’aggiunta della rete della bandiera della Viola, siglata da Savic. Grazie al bottino pieno la compagine allenata da Sinisa Mihajlovic si porta al terzo posto in solitaria, a quota 19 punti, tenendo dietro squadre ben più blasonate come Milan, Inter e Napoli. Andiamo a vedere i top e i flop di Sampdoria-Fiorentina analizzando i voti del fantacalcio. – Ennesima prestazione superlativa in stagione per l’attaccante della Sampdoria Okaka. Sembrava essersi perso dopo l’addio alla Roma e il girovagare per l’Italia, ma è definitivamente esploso sotto la cura Mihajlovic. Una prova super nonostante non abbia trovato la via del gol. – Un successo portentoso quello della Samp, ma fra i blucerchiati c’è un giocatore che ha decisamente stonato: si tratta di Bergessio, che partito da titolare non ha praticamente mai visto la palla. Mihajlovic lo cambia mandando in campo Eder: scelta azzeccatissima. – Il giovane attaccante della Fiorentina si conferma fra i migliori dei suoi. Non ha segnato ieri pomeriggio ma ha comunque regalato una grande prestazione, conquistando un calcio di rigore (seppur un po’ incerto) e risultando sempre nel vivo dell’azione. E’ l’unico che cerca di mettere paura al bunker blucerchiato. – Torna nell’oblio Cuadrado. Dopo qualche sprazzo di gioia negli scorsi match, il nazionale colombiano si riallinea alle prestazioni di inizio stagione: mai decisivo, mai pericoloso, mai una cavalcata delle sue o un inserimento. E’ solamente il lontanissimo parente del giocatore che la scorsa stagione ha fatto innamorare il Barcellona.

La Sampdoria di Mihajlovic si porta al terzo posto in solitaria della classifica di Serie A dimostrandosi ancora una volta una grande forza del campionato italiano. L’allenatore serbo rivoluziona la sua squadra ma nonostante ciò ha la meglio sulla sbiadita Fiorentina di Montella. Vittoria giusta e meritata. VOTO PARTITA 7 Bella e divertente: merito della Sampdoria, per una volta, ma anche di una Fiorentina mai doma che prova sempre a riaprire la gara.  E’ ufficialmente la terza forza del campionato. Ha l’atteggiamento della grande squadra: aspetta l’avversario in fase di copertura e attacca in modo micidiale al momento opportuno. Non gioca malissimo la squadra di Montella che a tratti sembra in grado di riprendere in mano la partita. Viene punita da una Sampdoria più concreta. Una performance disastrosa la sua che rischia di condizionare molto la gara nel primo tempo per i due rigori erroneamente assegnati.

Mihajlovic recupera tanti infortunati ma cambia il modulo per la prima volta in stagione e  passa al 3-5-2 a causa dell’emergenza in difesa lanciando Palombo (voto 5,5) centrale e Cacciatore (voto 6,5)  e Regini (voto 6,5) sulle fasce davanti alla porta presieduta da Romero (voto 7) la cui parata in occasione del rigore concesso alla Fiorentina vale quanto un goal. Nel nutrito centrocampo troviamo De Silvestri (voto 6), Obiang (voto 6,5), Rizzo (voto 7), Soriano (voto 6,5) e Mesbah (voto 8). In attacco l’allenatore serbo si affida alla coppia Bergessio (voto 5) – Okaka (voto 6). Montella  rinuncia alle geometrie di Pizarro e punta sullo stesso 3-5-2 con Neto tra i pali (voto 5,5)  dietro alla difesa a tre formata da Savic (voto 7), autore del gol che ha riaperto la gara sul finale di primo tempo, G.Rodriguez (voto 5,5) che sbaglia clamorosamente il rigore, e Richards (voto 6). A centrocampo spazio alla grande qualità di Cuadrado (voto 5) troppo ingabbiato dalla marcatura di Mesbah, Alonso (voto 6,5), Aquilani (voto 5), Borja Valero (voto 6,5) e Badelj (voto 6,5) che non danno punti di riferimento alla difesa della Samp.  In attacco troviamo invece il tandem Ilicic (voto 6,5) – Babacar (voto 7). 

La squadra di Mihajlovic è meritatamente in vantaggio. Gestisce la gara con grande maturità e si comporta da grande squadra mantenendo un forte equilibrio sul finale di partita.

Non sbaglia nulla. Chiude Cuadrado concedendogli solo pochi metri nel finale. Spinge anche sulle fasce ed è l’uomo in più. Una gara di grande sacrificio la sua fino a questo momento.  

Non trova mai il tempo giusto per attaccare. Non capisce le intenzioni dei suoi compagni e non partecipa a nessuna delle azioni decisive del primo tempo

La squadra di Montella può fare molto meglio di così. Il centrocampo si batte con forza e qualità contro la Samp ma manca spesso di precisione e non riesce a sfruttare le occasioni che le capitano.

E’ un attaccante in crescita e riserverà grandi sorprese a breve termine. Non trova il gol ma lo meriterebbe.

Entra in partita solo nel finale del primo tempo complice anche la cintura di Mesbah che non lo perde di vista un attimo. (Rosa Maiuccaro)