BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEO MESSI/ News, la Pulce supera Telmo Zarra: miglior marcatore nella storia della Liga

Pubblicazione:domenica 23 novembre 2014

Leo Messi, 27 anni (Infophoto) Leo Messi, 27 anni (Infophoto)

LEO MESSI, BATTUTO IL RECORD DI GOL NELLA LIGA - Nella serata del 22 novembre 2014 Leo Messi è ufficialmente entrato nella storia del calcio spagnolo. Non che non ci fosse già: innumerevoli trionfi di squadra e individuali (quattro Palloni d’Oro consecutivi, nessuno come lui) e il record di gol con la maglia del Barcellona ne hanno fatto il calciatore più forte degli ultimi anni (quantomeno a pari con Cristiano Ronaldo, ognuno ha la sua idea) e di tutti i tempi. Ma adesso la Pulce riscrive i record della Liga: la tripletta realizzata contro il Siviglia lo ha reso il calciatore ad aver segnato più reti nella Prima Divisione spagnola. Aggancio con la prima (uno straordinario calcio di punizione), sorpasso con la seconda, allungo con la terza: i blaugrana hanno vinto 5-1 (in gol anche Neymar, undicesimo gol in campionato, e l’ex Ivan Rakitic) e per Messi a fine partita c’è stato tempo per un video celebrativo e la festa con i compagni, che lo hanno sollevato e portato in trionfo: i gol sono 253 in 289 partite. Il calciatore superato dall’argentino è Telmo Zarraonaindia, più comunemente conosciuto come Telmo Zarra: un basco che ha speso 15 anni della sua carriera nell’Athletic Bilbao e qui ha costruito la cifra di 251 reti in 277 partite. La media è superiore a quella della Pulce, ma ai tempi era più facile segnare tanto; quello che impressiona è il fatto che Zarra ottenne il suo primato a 29 anni, nel 1950, e allora il gol che lo aveva portato in testa era il numero 188. Messi di anni ne ha 27: a poterlo fermare è solo un’eventuale cessione in un altro campionato. A questo proposito le sue dichiarazioni di pochi giorni fa hanno fatto tremare tutti i tifosi del Barcellona; si è sospettato che dietro quel “nel calcio non si può mai sapere” risiedesse una volontà da parte della dirigenza attuale (mai troppo amata) di mettere la Pulce sul mercato. Non a caso quando sullo schermo sono comparse le immagini del presidente Josep Bartomeu e del direttore generale Andoni Zubizarreta il Camp Nou ha fischiato: perdere Messi sarebbe un errore capitale, soprattutto se il giocatore ha più volte dichiarato di voler chiudere la carriera con questa maglia. I numeri nella Liga sono impressionanti: esordio nel 2004-2005 e primo gol, poi i 6 dell’anno seguente, i 14 del 2006-2007 e i 10 (anche a causa di un infortunio) nel 2007-2008. L’arrivo di Pep Guardiola è stato decisivo: l’ex centrocampista ha capito che Messi sarebbe stato molto più devastante partendo centralmente e potendo puntare lo spazio vuoto (il famoso concetto del “falso nueve”). Subito 23 gol nella stagione del Triplete, pur con la presenza in campo di Samuel Eto’o (che ne fece 30) e Therry Henry (19); poi l’esplosione. Di seguito: 34, 31, clamorosamente 50 pur in una stagione in cui il Barcellona non ha vinto la Liga, quindi 46, 28 e quest’anno siamo già a 10 dopo le prime 12 giornate di campionato. In totale i gol nel Barcellona sono 368 in 441 partite; di questo passo già quest’anno toccherà i 400.

(Claudio Franceschini)



© Riproduzione Riservata.