BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Milan-Inter (risultato finale 1-1)/ Video highlights e gol della partita di campionato. Inzaghi: abbiamo dato tutto (Serie A, 23 novembre 2014)

Derby Milan-Inter, risultato finale 1-1: video highlights e gol della partita valida per la 12^giornata del campionato di Serie A 2014-2015, disputata domenica 23 novembre 2014

Jeremy Menez osserva la sua conclusione finire in rete (INFOPHOTO) Jeremy Menez osserva la sua conclusione finire in rete (INFOPHOTO)

Ecco il commento di Filippo Inzaghi sul derby Milan-Inter 1-1: "Dispiace quando sei in vantaggio e vieni raggiunto, c'è rammarico ma non posso rimproverare nulla ai ragazzi, hanno dato tutto. Dispiace per Stephan, sarebbe stato il massimo per lui decidere il derby, sono i suoi palloni. Capita, capita a tutti. Lui di solito non li sbaglia. Va bene così, gara equilibrata. Anche l'Inter ha giocato bene. Stavamo soffrendo, è vero, ma il pari nerazzurro è arrivato su un nostro disimpegno sbagliato. Guardiamo avanti, sappiamo che dobbiamo crescere ma le giocate le abbiamo fatte, i segnali positivi ci sono. Abbiamo fatto un'altra buona partita dopo quella con la Samp, domenica dobbiamo centrare per forza i tre punti ma la classifica la guarderemo tra qualche mese. Dobbiamo recuperare tutti, con la rosa al completo diventiamo molto competitivi, è necessario tornare al più presto alla vittoria. Fernando Torres? Ho il dovere di provarci, mi auguro che torni presto al gol. Abbiamo bisogno delle sue reti".

Il derby Milan-Inter 1-1 è stata anche la partita del ritorno di Roberto Mancini sulla panchina nerazzurra. Ecco come l'allenatore di Jesi ha commentato la sfida decisa dai gol di Menez e Obi: "Sono felice così, ma se Icardi avesse fatto gol in avvio, sarebbe cambiato tutto... I derby sono sempre partite difficili e anche oggi (ieri, ndR) lo è stata: sono molto felice per come si è mossa la squadra sul campo. Abbiamo avuto solo 5 giorni per lavorare sul campo, sono quindi felice per come la squadra ha giocato: sono stati tutti molto bravi. Non pensavo di prendere una squadra e cambiarla in cinque giorni, non abbiamo la bacchetta magica: il nostro obiettivo è vincere quante più partite il più in fretta possibile, anche se non siamo ancora al 100%. Quando si ha un'occasione bisogna far gol. Perché con l'occasione di Icardi ad inizio partita, ad esempio, il derby sarebbe potuto cambiare. Bisogna lavorare in fase difensiva e migliorare in fase offensiva nell'attaccare gli spazi. Intanto abbiamo anche infortunati o gente rientrata in questa settimana che vanno recuperati. Kovacic è giovane, non bisogna dargli tanta pressione. Deve passare anche attraverso gli errori, sennò non si migliora. Deve imparare, c'è da lavorare. Il fatto di giocare trequartista o esterno d'attacco credo possa farlo. Deve capire che non può fare otto tocchi, giocare semplice, coprire in fase difensiva. C'è da lavorarci su. Sono contento della prestazione di Guarin: abbiamo perso spesso la palla sul nostro palleggio e non deve accadere, ma la mezzala è il suo ruolo. Ho detto che non si può partire per puntare al terzo posto, ma ora siamo in questa situazione e vedremo la classifica a gennaio''. 

Il derby della Madonnina termina 1-1 con reti di Menez e Obi, non è stata una grande partita dove le due squadre hanno lottato molto a centrocampo senza creare tantissime occasioni. Andiamo a leggere il match tramite i numeri. Il possesso palla è a vantaggio dell'Inter con il 53% rispetto al 47% del Milan. Per quanto riguarda le conclusioni è in leggero vantaggio la squadra rossonera con 9 tiri di cui però solo 3 in porta rispetto ai 6 dei neroazzurri, 4 nello specchio. Pericolosità offensiva che è anche questa equilibrata con 41.7% per i padroni di casa e 39.7% per gli ospiti. Il giocatore che ci ha provato di più è Jeremy Menez con tre tiri, dietro di lui Icardi, Guarin ed El Shaarawy a due. La squadra di Mancini ha giocato più palloni con 645 palle giocate rispetto alle 541 di quella di Inzaghi, con una percentuale di precisione nei passaggi che è rispettivamente 70.6% e 67.5%. Il giocatore con più scambi completati è Kuzmanovic con 82, seguono Juan Jesus e Dodò a 64 e 63. Il giocatore che ha rubato più palloni è Ranocchia a 23, seguito da Mexes a 21. Gara equilibrata che giustifica il pareggio anche da quello che è il tabellino. - Milan in vantaggio al 23' minuto: palla allargata a sinistra per El Shaarawy che crossa in area di rigore, dove Menez gira splendidamente con il piatto destro per il suo quarto gol in campionato. Pareggio dell'Inter al 61': cross basso di Nagatomo dalla fascia destra, Obi controlla ai venti metri e pesca l'angolino basso alla sinistra del portiere Diego Lopez, con un bel rasoterra di sinistro. Primo gol in questo campionato per il nigeriano. - Zdravko Kuzmanovic ha parlato ai microfoni di Sky subito dopo il fischio finale: "Il gol preso è colpa nostra, poi siamo cresciuti e abbiamo fatto bene. Eravamo messi bene in campo, tutti compatti. Il mister dice che dobbiamo giocare veloce e noi ci proviamo. L'Inter deve puntare in alto con il nuovo allenatore. Obi si merita questo, è stato fuori tanto con diversi infortuni. Deve continuare così".